Rathbun e la CNN Sbugiardati – prima parte

Sapete, per una “curiosa coincidenza” il blog degli squirrel indipendenti ha pubblicato il suo primo articolo il 25 marzo 2010 col titolo “CNN ALL’ATTACCO”, annunciando che il 29 marzo seguente la CNN avrebbe mandato in onda una serie di servizi dal titolo “Scientology: A History of Violence”.

Nei giorni seguenti, gli ineffabili roditori son tornati più e più volte sull’argomento, sviscerando i contenuto dei reportage della CNN e arricchendoli con le storie di orribili violenze e soprusi narrate da pinocchio-RAThbun, sia al giornalista Anderson Cooper che ai suoi amici giornalai del fogliaccio scandalistico SP Time (SP, oltre che essere un noto acronimo nel mondo scientologico, sta anche per Saint Petersbourg).

L’oggetto delle invettive di pinocchio-RAThbun era, e lo è tuttora, il Chairman of the Board RTC Mr. David Miscavige e, ovviamente, tutto il management di Scientology e le loro attività.

E’ noto che la CNN, l’SP Time e la britannica BBC, da bravi mercanti di caos, stavano conducendo una campagna denigratoria nei confronti di Ron, Scientology e la Chiesa ormai da qualche tempo. Sul sito www.freedommag.org sono disponibili i documenti che smascherano ampiamente questa subdola campagna orchestrata a tavolino.

Nell’ambito di questa campagna, la serie della CNN aveva il non trascurabile (de)merito di dare per prima un palcoscenico internazionale al voltagabbana e psicotico Marty RATbun e a un paio di suoi devoti PTS, dipingendoli come pentiti/vittime della “pericolosa” Chiesa e del suo “violento”  leader.

L’intento, ovviamente, era di infangare l’immagine dell’attuale leader di Scientology, Mr. David Miscavidge e tutta la dirigenza della Chiesa. Una strategia che Ron ha descritto molto bene nell’HCO INFORMATION LETTER DEL 16 MARZO 1964:

«Qui troviamo tutte le frasi fatte, la linea di propaganda standard del mondo dell’Autorità. Questo “articolo” è  un tentativo piuttosto rozzo di screditare il leader di un movimento,  sferrando un attacco personale diretto. Questo è, a tutti gli effetti, un assassinio della reputazione. Chiaramente non possono uccidere qualcuno, poiché il farlo creerebbe un martire, quindi assassinano la sua reputazione.

Con citazioni alterate e illazioni, affermazioni usate fuori dal contesto e evitando di menzionare qualsiasi valore positivo, cercano di uccidere la fiducia e quindi il movimento.

Cercando di screditare la persona a capo del movimento, e non il lavoro in sé, questo articolo evita di parlare della questione delicata che quel lavoro potrebbe essere qualcosa di valore».

L. Ron Hubbard

(ref: L’ARTICOLO DEL SATURDAY EVENING POST AMERICANO 14 MARZO 1964)

Se ci pensate, uno Scientologist ignaro dei fatti veri e completi, può rimanere seriamente turbato da notizie scaltramente alterate, con citazioni fuori dal contesto, riferite da qualcuno che viene presentato con un “ex alto dirigente della Chiesa che la sa lunga su fatti e avvenimenti”  sconosciuti alla maggior parte degli Scientologists.

Agli squirrel indipendenti nostrani, fedeli ammiratori del loro roditore senior pinocchio-RAThbun, non è sembrato vero di trovare qualcuno che li aiutasse a sminuire il target dei loro overt.

Allo squirrel, oppresso dal peso dei suoi overt, fa molto comodo poter dire che i capi di Scientology, e magari l’intera Chiesa sono sbagliati, alterano la tecnologia e si comportano da soppressivi. Se fosse così, i suoi overt fatti contro Scientology peserebbero di meno, perché le sue vittime “se lo meritavano”.

Ma ecco che i fatti veri vengono smascherati dal filmato prodotto da Freedom e che sta venendo distribuito dalla Chiesa e pubblicato su Internet, godetevi la prima puntata:

Etica e Verità

Questa voce è stata pubblicata in Marty Rathbun: Bugie su Miscavige, Squirrel e i Media. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Rathbun e la CNN Sbugiardati – prima parte

  1. anvedio ha detto:

    Mi permetto una precisazione: a mio avviso non si tratta di una “curiosa coincidenza”, ma di una cosa pianificata a tavolino.

    I fondatori del blog degli squirrel indipendenti cercano di dare un tono di spontanea genuinità alla loro opera. Ad ogni piè sospinto e in ogni parola che scrivono fanno credere alle persone che hanno coinvolto che il blog sia una cosa sorta spontaneamente, scaturita dalla voglia di indipendenza e dalla reazione a qualche presunto torto. Invece e una cosa che è stata pianificata freddamente, quasi sicuramente concordata con quello psicotico SP di Marty Rathbun, e poi partita con un piano ben preciso.

    Infatti, se una persona di media sanità mentale, non uno psicotico calcolatore come quello che ha messo in piedi questa cloaca di entheta, avesse deciso ad un ceto punto di aprire un blog per comunicare al mondo una decisione sofferta e contrastata, avrebbe agito in ben altro modo.

    Avrebbe aperto il blog e avrebbe comunicato per prima cosa perchè lo ha fatto. Poi avrebbe cominciato a condividere la sua esperienza con eventuali utenti. Magari pubblicando documenti e notizie nostrane, calcolando che il blog è in italiano ed è rivolto a degli italiani. Ma così non è accaduto.

    Come giustamente scrivi, il blog è nato il 25 marzo 2010 e, come prima cosa, ancor prima di scrivere la sezione “CHI SIAMO”, ha pubblicato l’articolo “CNN ALL’ATTACCO”, traducendo l’articolo pubblicato alle 8 e 15 del 24 marzo 2010, dal sito americano “TECHNORATI.COM” dal titolo “Anderson Cooper Begins Investigative Series Into Church of Scientolody”.

    COnsiderato che Technorati ha sede a San Francisco, la differenza di fuso orario è di 9 ore. Quindi, alle 6 del pomeriggio ora italiana usciva l’articolo sopraccitato e, meno di 12 ore dopo nasceva il blog degli squirrel indipendenti e pubblicava come primo articolo, non il suo annuncio di apertura o una dichiarazione in questo senso, ma l’articolo “CNN ALL’ATTACCO”, magistralmente tradotto in italiano.

    Tempi da record se si considera che, il 25 marzo 2010, praticamente nessuno in Italia sapeva che la CNN stava per mandare in onda quel servizio.

    Mi si può contestare che l’autore dell’articolo, oltre che essere un ex scientologo incavolato, è anche un cultore di cose americane, e magari ha amici americani che lo informano, quasi in tempo reale, di cosa pubblicano i media.

    Certo, e se mio nonno avesse una ruota, lo chiamerei cariola.

    E’ chiaro che l’autore è un ex scientologo, è un cultore di cose americane e ha almeno un amico americano che lo informa in tempo reale di cosa pubblicano di negativo i media americani su Scientology. Questo avvalora quanto ho scritto sopra: il blog non è un’originazione spontanea di un “onesto” italiano incavolato che ha deciso di aprire un blog e dichiararsi, ma un’operazione concordata e pianificata per scopi chiaramente intuibili: spandere letame, restimolare un po’ di gente che ha delle BPC a fior di pelle e insistere finchè il bank agreement lievita.

    L’amico americano è probabilmente Marty-pinocchio Rathbun o qualcuno della sua cricca di malfattori, e la genesi è avvenuta freddamente a tavolino.

    E’ un dettaglio, e gli squirrel diranno “gnè gnè gnè, e allora? L’importante è bla bla bla”.

    Ma questo dettaglio dice anche che l’onesta non sta di casa in quel blog fin dall’inizio, altro che tutte le chiacchiere che spendono sulla “grande integrità di queli che hanno il coraggio di dichiarare la loro indipendenza”, eccetera.

    Bugiardi fin dalla nascita.

  2. Taliesyn ha detto:

    Salve Anvedio,

    condivido appieno. Sicuramente questo è un progetto (mi verrebbe da definirlo «criminoso») ed è uno dei numerosi – ma storicamente sempre vani – tentativi di rallentare o interrompere il lavoro di Scientology.

    Poco importa quanto il lupo si travesta da agnello, sempre malvagio è il suo intento.

    Fra l’altro, mi sembra di poter dire che vi sia proprio una sorta di sodalizio criminale, un «pactum sceleris» (patto per il delitto), specie se si considera che gli ispiratori del movimento che sta istigando all’odio contro la Chiesa e contro singoli Scientologist sono più di uno. Mi torna alla memoria una “reminiscenza universitaria” di un certo articolo del codice penale…

    Taliesyn

I commenti sono chiusi.