Mark C. “Marty” Rathbun in Manette

Questa notizia ha qualche mese (luglio 2010) ma non è mai stata adeguatamente tradotta e pubblicata per i fans italiani di Marty-pinocchio RAThbun. Quindi eccovela.

Questo è il leader “carismatico” e ideologo degli squirrel americani, nonché ispiratore del gruppetto di squirrel indipendenti italiani.

Ricordiamoci che le attività anti-Scientology degli squirrel statunitensi e italiani sono iniziate quando questo personaggio ha prestato la sua immagine e il suo bagaglio di menzogne a un paio di giornalisti che attaccavano da anni Ron e la Chiesa di Scientology.

“Grazie” a Rathbun e ad un paio di suoi complici quell’attività diffamatoria è ripresa anche contro il Presidente di RTC Mr. David Miscavige.

In quest’ultima vicenda Marty ha svolto il ruolo che gli è più congeniale, quello del detenuto. Ci auguriamo che i suoi accoliti ne seguano l’esempio, hanno i numeri e ci sono buone possibilità in questo senso.

Mandato d’arresto n. 11965738

Registro degli Arresti dello Sceriffo del Comune di New Orleans

Il verbale di arresto e la foto segnaletica di Mark C. RATHBUN sono apparsi su scridg.com. Rathbun è stato arrestato per DISTURBO ALLA QUIETE PUBBLICA e UBRIACHEZZA MOLESTA, notizia che non ci ha affatto sorpreso. (Vedi pdf del verbale ufficiale di arresto della polizia qui sotto)

Nel tentativo di minimizzare cosa fosse accaduto realmente in quella notte, Rathbun ha dichiarato quanto segue: “Avevamo trovato un locale di Rhythm & Blues perfetto per noi in fondo a Bourbon Street. Ci siamo sparati degli Hurricane (cocktail) fino a che tutto il locale ha iniziato a ballare l’Electric Slide e il Cupid Shuffle (NdT: sono due balli dove le persone si mettono su una o più file eseguendo gli stessi movimenti). Poi abbiamo bevuto dei cicchetti.

Non sapevo che avessero una gradazione alcolica del 90% fino a quando ho parlato con la cameriera e le ho chiesto che cosa mi avesse causato quella “botta”. A un certo punto sono corso verso la porta per cercare un po’ d’aria e spazio, sfortunatamente senza informare la mia adorata, che non avrebbe mai permesso che quanto sto per raccontare accadesse. Un ragazzo stava facendo dei palleggi con un pallone da basket nella strada affollata. Forse conoscete la barzelletta razzista su cosa succede quando fate rotolare un pallone da basket nella strada in certi quartieri. Beh, io sono la prova vivente che non è qualcosa che ha a che fare con la razza. Sono cresciuto con il basket e istintivamente  sono andato a marcare il ragazzo.

Entrambi abbiamo cominciato a palleggiare mentre ci marcavamo l’un l’altro e mentre, ovviamente, ci insultavamo a vicenda. Sono spuntati dei poliziotti a cavallo e mi hanno detto che era ora che andassi a casa. Io ho detto loro che prima dovevo recuperare mia moglie e mi sono diretto verso il club. Il portiere non mi faceva entrare senza maglietta (che si era strappata durante la gara di basket). 

Ai poliziotti non è  piaciuto il fatto che mi fossi diretto verso il club e mi hanno inchiodato contro il muro con i loro cavalli. Non mi sono sottomesso docilmente, anche se non ho mai alzato le mani contro nessuno ….” Mark “Marty” Rathbun

Ecco un’altra delle bugie di Marty: non era solo ubriaco e stava giocando con un pallone da basket, secondo il verbale di polizia era in strada e stava infastidendo i turisti. Stava recando disturbo alla quiete pubblica, con ubriachezza molesta e usando una condotta turbolenta.

E’ sorprendente che l’articolo della rivista Freedom, “Una Storia di Bugie”, sia stato pubblicato solo 12 ore dopo che Marty si era recato a New Orleans lanciandosi, ubriaco,  in una baldoria turbolenta contro i turisti in Bourbon Street.

La rivista Freedom è stata in un qualche modo profetica. Nel paragrafo di chiusura dell’articolo “Un bugiardo è un codardo, uno spergiuro è un criminale” che è una affermazione di fatti e una previsione, si legge: “Ed ecco la vera storia di Rathbun —- …[lui] non si fa fotografare, a meno che non sia per una foto segnaletica”.

E’ questa la verità!

Per la versione PDF del mandato d’arresto, vedi:

Mandato-darresto-Mark-Rathbun-C.

Questa voce è stata pubblicata in Marty Rathbun e la Legge. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Mark C. “Marty” Rathbun in Manette

  1. Platone ha detto:

    Noooo….. Non ci credo! Uno così dolce, tranquillo e gentile… Ma va’!
    No, dai, davvero, non è possibile…. Che sia vero che “..gli SP accusano gli altri di cose che essi stessi commettono…”?
    Insomma, più vado avanti a leggere e scoprire, più mi prudono le mani… Diventa chiaro ogni giorno di più: commettono crimini, non riescono a nasconderli, se ne vanno e poi, per cercare di dare una “onesta copertura” al tutto, iniziano ad accusare altri delle cose che loro hanno fatto. Mi sembra il ripasso del PTS/SP course…..
    Mi sa che presto un bel po’ di gente sapra’ di questo simpaticone e delle sue avventure alla Indiana Jones….nonchè del suo fantastico seguito…
    Platone

I commenti sono chiusi.