La Corretta Via d’Uscita

I veri SP, anche tra gli squirrel, sono pochi, probabilmente li si può contare sulle dita di una mano. Persone un tempo decenti si sono lasciati turbare e coinvolgere nelle loro attività sopressive guadagnandosi a loro volta i “galloni da SP”. Fortunatamente qualcuno di loro rinsavisce e racconta la sua storia.

Una Diversa Prospettiva

“… Pensavo, sbagliando, che la porta di Scientology fosse chiusa: non lo è e spero che anche altri colgano l’occasione di spingere quella porta e che risolvano i loro problemi.”

Lana Mitchell (alias “Solace”)

Per circa un anno ho pubblicato articoli e commenti relativi a situazioni successe mentre ero nella Sea Org e alla Base di Int sul blog di Marty Rathbun e altri siti.

Recentemente, questa cosa è cessata perché mio marito, anche lui ex staff alla Base di Int, non era d’accordo sia che io pubblicassi quei commenti sia con alcuni miei punti di vista.

Durante un periodo di molte settimane, ho avuto un intenso scambio di comunicazioni con Mike Sutter e Marion Pouw, ho studiato policy di LRH e discusso molto riguardo le cose che mi erano successe. Mi è stato proposto di richiedere una Commissione d’Inchiesta che potesse far luce sulla situazione al fine di sistemare così ingiustizie verificatesi in passato.

Mi sono resa conto che sebbene io abbia sempre comunicato in base alla mia realtà, rimanendo coerente con le cose che conoscevo, non stavo confrontando il fatto di dover chiarire delle questioni con la Chiesa, questioni importanti per me che sono previste dalla policy, ma io sentivo, essendo stata dichiarata SP, di non poterle veramente risolvere.

Ho deciso quindi di seguire le linee standard ed esaminare e risolvere tali situazioni invece che continuare a dar pubblicamente sfogo alla mia BPC e turbamento su Internet. Ci sono persone che, come me, all’inizio se ne stanno ad “osservare” da dietro, senza prendere posizione né da una parte né dall’altra, esitando e rimanendo nel mezzo, in una zona d’ombra.

Mi spiace per quelle persone che ho indebitamente influenzato, cosa che non avrei dovuto fare. Il modo corretto per risolvere una situazione del genere, secondo quanto dice LRH,  non è quello di organizzare un “tribunale di canguri” e fomentare i turbamenti, ma di risolvere le situazioni sulle linee standard.

Mi scuso con ognuna delle persone che possono essere rimaste turbate da qualche articolo o commento da me pubblicato.

Nessuno mi ha spinto a scrivere questa dichiarazione, non c’è qualcuno che controlla quello che scrivo. Mi sono semplicemente resa conto che, se sto chiedendo giustizia affinché siano chiarite situazioni sbagliate del passato, lo stare dalla parte di persone antagoniste alla Chiesa o al suo management, non è il posto giusto dove essere.

Mi sono anche resa conto di essermi invischiata in questo gruppo di Scientologist “indipendenti” perché ero affamata di terminali con cui poter comunicare, dal momento che non potevo comunicare con nessuno di quelli in buoni rapporti con la Chiesa. Ho usato le linee di comunicazione per dare sfogo al mio turbamento ma, man mano che il tempo passava, ho visto alcune delle persone più o meno affiliate a questo gruppo, rendersi responsabili di attività con cui non ero d’accordo e delle quali non volevo far parte.

Per esempio: la consegna dei livelli superiori, l’uso di E-meter privo di sigillo d’argento, la “revisione” dei fogli di verifica e il piano di renderli disponibili su Internet, l’affiliazione a gruppi anti-Scientology, le interviste rilasciate a giornali scandalistici e così via. Non ho mai preso parte a queste attività, né desidero farlo.

Fin dall’inizio avevo reso chiaro che sono una Scientologist e che applico la tecnologia di LRH nella mia vita. Ora seguirò le linee e policy standard per rivedere la mia situazione e risolverla. Spero che altri facciano lo stesso, se considerano  di essere stati coinvolti in situazioni che considerano sbagliate, ingiuste o off policy.

Penso fermamente che quello che è vero per te è quello che è vero te. Pensavo, sbagliando, che la porta di Scientology fosse chiusa: non lo è e spero che anche altri colgano l’occasione di spingere quella porta e che risolvano i loro problemi.

“Solace”

– Lana Mitchell

Questa voce è stata pubblicata in La voce degli ex-squirrel. Contrassegna il permalink.

10 risposte a La Corretta Via d’Uscita

  1. Soldato della Luce ha detto:

    Brava Lana!
    Le porte di Scientology sono sempre aperte per coloro che cercano la Verità.
    Vedrai che non sarai l’unica a riconoscere la giusta strada.
    Ogni gruppo squirrel del PT ha una cosa in comune con quelli del passato: si stanno scavando la fossa da soli.
    Bentornata!

  2. Leonida ha detto:

    Per quel che ho letto sul blog squirrel italiano è tutta gente che ci doveva pensare prima. Io sono un po’ acido, però se penso alle schifezze che scrivono con arroganza e al fatto che rendono ancora più duro il lavoro di coloro che chiamavano amici, faccio fatica ad applicare grandezza. Ma questo è un mio limite.
    So che la porta è sempre aperta, magari anche solo uno spiraglio, ma è una fortuna che non sia io a gestire la serratura, perchè a volte mi viene la voglia di saldarla.
    Comunque mi associo ai complimenti di Soldato per Lana Mitchell, sperando che le serva come lezione per il futuro, Mi aguuro che ora la sua lealtà ne esca raffozata e contrìbuisca in modo onesto allo sforzo degli scientologist per raggiungere le mete fissate da Ron.

  3. THEMISTOCLES ha detto:

    O LEONIDA

    ANCHE QUI TI TROVO

    LA GLORIA DI MOLTE BATTAGLIE FA RUDE IL TUO CARATTERE

    MA IO SO CHE SOTTO LA TUA DURA CORAZZA SI ADOMBRA UN CUORE IMMENSO

    RICORDO CHE RON IN UNA POLICY DICE CHIARAMENTE DI LASCIARE SEMPRE APERTA UNA PORTICINA ANCHE PER L’EMPIO SP

    POTREBBE TRATTARSI DEL PIU’ MINUSCOLO PERTUGIO, MA PERSINO A CHI HA TRADITO I SUOI AMICI DOVRA’ POTER ESSERE CONCESSA UN’ULTIMA SPERANZA DI TORNARE SULLA STRADA DELLA VERITA’

    IO COMPRENDO ASSAI BENE IL TUO ANIMO FERITO

    E’ UN PESANTE FARDELLO LA MALVAGITA’ MOSTRATA OGGIDI’ DA QUESTI SIGNORI CHE NEI TEMPI ORMAI ANDATI CONDIVISERO CON NOI LA BATTAGLIA CONTRO LA MENTE REATTIVA

    MA TU LEONIDA SAI CHE NEL FERVORE DELLA BATTAGLIA TALVOLTA LA FOGA DELLA LAMA MENATA CONTRO IL NEMICO PER PROTEGGERE IL PROPRIO AMICO E I PROPRI CARI PORTA A FERIRE SE STESSI O UN COMMILITONE SENZA CHE LO SI VOGLIA

    E QUANDO SI E’ FERITO UN NEMICO PER ERRORE MA SI E’ TROPPO ORGOGLIOSI PER AMMETTERLO SI COMINCIA A SEGUIRE UNA STRADA INSIDIOSA

    E IL SENTIERO SCOSCESO PER L’INFERNO E’ MISERAMENTE SEGNALATO DA COSE CHE NON SI VOGLIONO AMMETTERE

    O CHE NON SI VOGLIONO OSSERVARE

    O LA CUI VERITA’ NON SI VUOLE RICONOSCERE

    QUESTO TI DICO O FIERO LEONIDA

    ALCUNI DI QUESTI SQUIRREL ERANO UN TEMPO NOSTRI AMICI

    MA ORA NON LO SONO PIU’

    HANNO PREFERITO LA VIA FACILE DELLE SCARSE RESPONSABILITA’ PROPRIO COME UN MANIPOLO DI MERCENARI SI AFFASTELLA ATTORNO ALL’ESERCITO REGOLARE E NE SPOLPA LA FIDUCIA IN CERCA DI LUCRO O PER APPAGAMENTO PERSONALE

    UN TEMPO ERANO UOMINI

    ORA SONO DEI PUSILLANIMI

    NON VI E’ MOTIVO DI ADIRARSI CON LORO

    STANNO GIA’ VIBRANDO COLPI DI SUFFICIENTE INTENSITA’ CONTRO QUEL POCO CHE RIMANE DEL LORO MOLLE CERVELLO

    LASCIAMO CHE PERISCANO NEL LORO ODIO

    KALISPERA –
    THEMISTOCLES

  4. Platone ha detto:

    Certo che vedere (pardon: leggere…) di queste persone, che dopo un periodo intenso di frequentazione con il peggio del peggio tornano tra i ranghi, mi piace troppo!
    Mi viene subito da pensare che per tutto il tempo passato a frequentare stì dibbì, devono aver ricevuto tante di quelle sciaquate di cervella, tante di quelle giustificazioni e imbonimenti che deve essere stato davvero difficile tornare a “riveder le stelle”….
    Perchè, e penso a cose più piccole che mi sono successe, se vedo in che modo mi viene ogni volta spontaneo giustificare anche solo un piccolo ritardo, immagino questi squirrel cosa si debbano inventare per giustificare una palese verità: non solo si sono tagliati la libertà vera per un tempo indefinito, ma lavorano attivamente (vabbè a parte gli scarsi risultati…) per taggliarla anche ad altri esseri!!! Infinocchiandoli!!!
    Soppressivi è una parola pesante, ma a volte mi sembra addirittura troppo carina….
    Brava Lana! Mi associo a Leonida nell’augurio che la tua lealtà ne sia stata rafforzata, e come sopra, immagino ben di sì!
    Platone

  5. Mario ha detto:

    Cari gestori di Etica e verità, da giorni leggo i vostri documenti e realizzo sempre di piu’ come tra questi poveretti che hanno trovato “la verita” con gli squirrel, ci siano persone che, nel loro periodo di appartenenza alla Chiesa, erano considerate persone che non ce l’avrebbero fatta, perchè hanno sempre avuto situazioni PTS, out ethics e difficoltà che non mai voluto risolvere risolvere con la tech.
    Qualche tempo fa ho ricevuto la mail di un personaggio di Rimini, che ha deciso di andare con gli squirrel.
    Chi lo conosce bene, sa che ha da sempre ha situazioni in famiglia che avrebbe dovuto risolvere, ma ha sempre evitato di affrontarle e definirle.
    Leggere che ora si definisce uno scientologist attivo, mi fa ridere. Lui era proprio uno di quelli, vedendoli, ti chiedevi sempre: “chissa se ce la fara?”.
    Non ha risoltola situazione familiare che aveva, ma ha preferito assegnare la colpa ad altri.
    Caro il mio ex conoscente di Rimini, perché non vuoi vedere l’ovvio e confrontare la situazione che hai da anni in casa tua?
    Grazie ancora Etica e Verita’, per il lavoro che fate.
    Mario

  6. Franco ha detto:

    Dopo aver letto il vostro materiale, ho sempre più la consapevolezza che questi squirrel sono solo delle persone che non sono mai stati degli scientologist e, vedendoli, ti veniva da pensare: “ma perche mai continua a frequentare la Chiesa, visto che non e’ un vero scientologist?”
    Un esempio di cio e’ il mitico personaggio di Vicenza, che ha lo stesso nome di un personaggio famoso, che ogni scientologist che lo conosceva ha avuto sempre l’idea che fosse uno sfigato. Mi ricordo che nel periodo in cui lavorava come rappresentante di materiale per auto o qualcosa del genere, l’ho visto nei break dalle 13.00 alle 14.00 che andava nell’org a dormire sui i divani dell’HGC, perché non aveva altro posto dove andare. I pc non potevano sedersi perché c’era lui.
    Questo e’ andato avanti per un po’, poinon lo ho piu’ visto forse ha perso il lavoro o qualcuno dell’org gli ha fatto presente che non era un dormitorio.
    Che squallore!
    Questi sono gli indipendenti, ma per fortuna che se ne sono andati, ma veramente. E’ Scientology che dovrebbe festeggiasre l’indipendenza da loro.
    Ora comprendo LRH, quando scrive sugli squirrel e dice: Vi libererete di un sacco di gentaglia! Ecco, questa e’ la vera definizione, di questa gente.

  7. Claudio ha detto:

    Confermo quel che ha scritto Franco: e’ proprio vero quello che dici.
    Conosco la persona che usa il nickname Spartacus sul blog degli squirrel, viene da Rimini ed era public di Padova Org.
    Da moltissimi anni ha una situazione familiare di cui non si è preso responsabilità e ha cercato di assegnare la colpa di questo ad altri. Questa è una situazione tutta sua ma non ha fatto nulla di efficace per risolverla. Risultata: secondo lui la colpa è della Chiesa.
    Roba da inviare la storiella a Zelig!!! Altro che Indipendenti, sono Irresponsabili!
    Ciao

  8. Etica e Verità ha detto:

    Cari Signori Claudio, Mario e Franco,
    per favore fermiamo qui i commenti su questo soggetto.
    Non perchè mi preoccupi della reputazione di questo sorcio, squirrel e SP, ma per rispetto dei suoi familiari, che potrebbero avere la sola colpa di essere suoi parenti.
    L’argomento dell’articolo era un altro, torniamo a quello.
    Grazie

  9. Taliesyn ha detto:

    Claudio, Franco e Mario,

    non essendo delle vostre parti non conosco gli interessati (i “volpini” stile “Drive in” che avete menzionato), ma sono piuttosto sicuro che le cose stanno come dite voi, per il semplice fatto che questi squirrel, per quanto ho potuto osservare io, hanno tutti gli stessi tratti, e non è un caso se le loro “storie” sono sempre confezionate con lo stampino e hanno sempre la stessa falsariga.

    C’è un punto, però, su cui sono in disaccordo con quello che avete scritto. Cerco di spiegarvelo. E’ palese che quando si fanno raggirare dall’entheta in Internet o da qualche “amico” 1,1 scivolano pian piano in una valenza da SP e quindi cominciano a drammatizzare i loro overt sulla Terza dinamica (e chissà su quali altre…), lo so perchè ho visto questa “mutazione” in un paio di loro che conoscevo bene.

    Ma il punto che mi ha colpito nel vederli all’opera mentre si scavavano la fossa è la netta somiglianza fra le azioni di uno e dell’altro: operano in base a uno schema di comportamento, molto similmente a quello di cui parla Ron in una conferenza delle PDC (vi procurerò il punto esatto).

    E ora vi spiego il disaccordo: secondo me non bisognerebbe affatto chiamarli “indipendenti”, perchè questa è solo l’ultima delle loro bugie. Sono tutt’altro che tali! A parte il fatto che agiscono sotto i comandi del bank che impone loro di drammatizzare i withhold, come se non bastasse prendono ordini (secondo me inizialmente in modo segreto) da uno o due “capoccia” e si limitano a fare quello che gli dicono.

    Questi scimpanzé si fanno manovrare peggio delle marionette! Altro che indipendenza. Forse la loro unica indipendenza è quella che hanno ampiamente proclamato rispetto alla loro mente analitica… per non parlare del loro senso etico e dell’integrita’ personale (quella vera).

    Il sollievo che sembrano sperimentare è quello che Ron descrive quando parla di “interrompere una drammatizzazione”: ormai non hanno più freni etici (o coscienza) che impediscano loro di drammatizzare a tutta birra, per cui sono così contenti di poter dare sfogo ai loro scopi malvagi. Una gioia effimera e aberrata, certo, ma pur sempre una gioia.

    Ecco perchè non sono d’accordo sul fatto di avvalorare questa loro nomea. La ritengo completamente falsa, e i fatti lo dimostrano.

    Taliesyn

  10. Etica e Verità ha detto:

    Condivido pienamente il commento di Taliesyn: costoro sono squirrel e soppressivi. “Indipendenti” solo dalla loro mente analitica.
    Gli Scientologist decenti, quelli sì, sono ben felici di essere INDIPENDENTI da queste zavorre, dalle loro out ethics e relative drammatizzazioni e dalla loro nefasta influenza.
    Scientology, in seno alla comunità religiosa, non gli riconosce alcun diritto. Non solo quello di usare la tecnologia di Scientology, che è dedicata a persone oneste e decenti, ma nemmeno il diritto a chiamarsi Scientologist, figurarsi poi “Scientologist indipendenti”.
    Sono solo squirrel che hanno tradito le persone che li ritenevano amici e che ora danno manforte a chi, da sempre, ha attaccato Ron, la Chiesa e i suoi membri. Gente senza dignità nè onore.
    La grandezza nei loro confronti si dimostra non avendo alcuna ragionevolezza. Il loro unico terminale di comunicazione nella Chiesa è l’international Justice Chief.

I commenti sono chiusi.