Gli Amici dei miei Nemici sono miei Nemici

Due giorni fa abbiamo pubblicato un articolo dal titolo Jeff Hawkins: lo Scientologist Anti-Scientolgy (vedi qui).

Hawkins è uno dei principali e stretti collaboratori di Marty Rathbun, assieme a Mike Rinder, Amy Scobee e Steve Hall. Tutti, inclusi i loro tirapiedi italiani, si professano quali veri Scientologist duri e puri, sostenitori della standard tech, e amici di Ron. Se così non facessero, nessuno gli darebbe retta.

Quel che non dicono ai frequentatori occasionali e non dei loro blog, è che se la fanno con i nemici storici di Ron e di Scientology: giornalisti (Child, Tobin), gestori di siti Internet anti-Ron e anti-Scientology (Martini) e i cyber-criminali chiamati Anonymous.

Rathbun & company si sono rivolti anche a esponenti di agenzie governative come l’FBI e hanno contattato politici per sostenere proposte legge contro Scientology.

Avete capito bene, non stanno operando solo contro Miscavige e la Chiesa, ma stanno svolgendo attività soppressive contro Scientology, fraternizzano e collaborano con personaggi che sono da lungo tempo nemici giurati di Ron e di Scientology.

Come si sposa tutto questo con la pretesa di essere i salvatori di Scientology? Con la promessa di essere coloro che offrono una strada alternativa verso la libertà spirituale?

Le prove di questo di trovano su Internet, perfino sui loro blog, ma avremo modo di tornare su questo argomento molto presto, fornendo dettagli e documenti.

Vediamo il primo esempio di quanto detto, in riferimento al personaggio che abbiamo già trattato: Jeff Hawkins. E’ noto e documentato che, appena lasciata la Chiesa, Hawkins si è unito agli Anonymous.

Bene, ecco uno degli amichetti di Hawkins: Mark Fisher, ex Scientologist dichiarato SP e membro degli Anonymous.

Mark Fisher

Sembra che il motivo per cui l’apostata Mark Fisher ha abbandonato la sua religione, sia la sua incapacità di attenersi a un qualsiasi tipo di codice morale o etico.

Fisher sostiene gli “Anonymous”, il cyber hate group (gruppo di cybernauti che istigano all’odio). Gli Anonymous sono stati oggetto di numerose indagini per aver commesso il reato di istigazione all’odio nei confronti della religione, dei suoi leader e dei membri della comunità di Scientology,  avendo istigato via Internet altri a piazzare bombe e incendiare le sedi della Chiesa, facendo minacce di morte e macchiandosi di altri reati finalizzati a distruggere e danneggiare la Chiesa.

Recentemente un membro degli Anonymous nel New Jersey è stato condannato a un anno di reclusione e a 37.500 dollari di danni per essere stato complice nel tentativo di distruggere il sito web della Chiesa.

Pare che a causa delle sue ossessioni sessuali, Fisher abbia dilapidato i suoi risparmi e perso il suo lavoro come broker finanziario.

Sembra che Fisher si considerasse così poco attraente da ritenere necessario investire le sue sostanze nel cosiddetto “turismo sessuale” in Tailandia, dove, a pagamento, ragazzine adolescenti gli procuravano quei piaceri che non era in grado di appagare negli Stati Uniti.

La fissa di Fisher su questo soggetto era diventata così forte che aveva anche creato un sito web (ora chiuso) “bachelorfreedomtravel.com”, dove si vantava delle sue imprese sessuali.

Di seguito alcuni esempi del tipo di consigli che Fisher dava ad altri utenti disperatamente in cerca di sesso:

“C’è anche un bar che si chiama Kangaroo Bar. Potrebbe sembrare un normale bar australiano dove ti puoi fare una bella birra ghiacciata, ma fidatevi, la principale attrazione di quel posto sono le ragazze che ti fanno sesso orale da sotto gli sgabelli del bar, apertamente! (Vi avevo detto che la Tailandia è scatenata)

“Consiglio per la Tailandia: pratica sempre il sesso sicuro in Tailandia!”

“Consiglio per la Tailandia: attenzione alle “ragazze-ragazzi” che sono chiamati “katoeys”. All’apparenza sono le donne più meravigliose che mai abbiate visto! Assicuratevi di essere con una vera donna!”

“La parte migliore del Safari (o di un qualsiasi Go-Go Bar) è il fatto di poter prendere una qualsiasi delle ragazze e portartela all’hotel per una notte di divertimento! A meno che tu non ti mostri rude e detestabile, loro NON DIRANNO MAI DI NO!!!” 

“Scegli la ragazza che vuoi e paghi una specie di tassa di 500-600 baht (14 –17 dollari) al proprietario del bar per portartela a casa. Questa specie di tassa dovrebbe compensare il mancato guadagno che il proprietario avrebbe avuto se la ragazza fosse rimasta nel bar a lavorare e vendere drink”.

“Poi ne fai quello che vuoi, puoi andare a ballare, a bere, a cena, qualsiasi cosa, ma finirà sempre nella tua camera d’albergo dove lei farà qualsiasi cosa tu vuoi nel tuo letto. Assicurati di trattare con la ragazza su cosa è disposta a fare e quanti soldi le dovrai dare, prima di lasciare il bar”.

“Il prezzo per una “seduta breve” (il che vuol dire poche ore in giro per la città e poi al tuo hotel ma senza fermarsi a dormire) va da un minimo di 1.000 bath a un massimo di 2.000 (da 30 a 60 dollari circa) per una ragazza di qualità a cinque stelle”.

Il prezzo per una seduta “lunga” (che vuol dire la ragazza fuori con te e che si ferma a dormire tutta la notte) va da un minimo di 2.000 bath a un massimo di 3.500 (da 60 a 100 dollari circa)”.

 “Ricordate, ogni prezzo si può trattare! Se pensate che la ragazza stia chiedendo troppo, ditele che avete pochi soldi e offritele quella somma. Probabilmente accetterà. E sarà vostra per la serata. Ricordatevi che quando portate fuori una ragazza in Tailandia, ci si aspetta anche che voi paghiate ogni cosa per lei: cibo, drink, taxi, ecc. e che è anche opportuno dare alla ragazza 100 bath in più per il taxi quando deve rientrare a casa”.

“Non dimenticatevi di praticare sempre sesso sicuro! La maggior parte delle ragazze vi chiederà di mettere il preservativo. Portati i tuoi. Ho scoperto che i preservativi tailandesi sono troppo piccoli per gli uomini occidentali!! Portatevi la vostra marca preferita dal vostro paese. Se ve ne dimenticate, comperatene alcuni in una farmacia. Il tipo da acquistare è il Durex “Comfort”. Sono più grandi e più sicuri.”

“In Tailandia, la Terra dei Sorrisi, voi spenderete 60-75 dollari ma è un investimento garantito alla fine della nottata! E ricevete il servizio con un sorriso!!”

Fisher ora campa facendo il taxista. Non essendo più nella condizione economica da potersi permettere di sfamare la sua ossessione con il turismo sessuale in Asia, sta ora curando siti-civetta a sfondo sessuale, quale, per esempio, questo: www.worldsexarchives.com.

Questa voce è stata pubblicata in Mark Fisher, Martini/Simonetta Po, Squirrel contro Ron, Squirrel e Anonymous, Squirrel: Droga, Porno, eccetera. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Gli Amici dei miei Nemici sono miei Nemici

  1. Sergio-08 ha detto:

    Vomitevole!
    Ma questo Mark Fisher non è quello che aveva testimoniato anni fa a favore di David Mayo e contro Ron e la Chiesa?
    Che manica di esseri degradati.

    Sergio

  2. antonella ha detto:

    MINCHIA CHE CESSO D’UOMO IN TUTTI I SENSI …
    E CHI LO VUOLE QUESTO
    AHAHAHAHAH FISHER SEI UN CESSO

I commenti sono chiusi.