La Corte dei Miracoli di Marty Rathbun e Mike Rinder

Porno, Turismo Sessuale, Alcol, Droghe e … Squirreling

Dio li fa e poi li accoppia, ovvero Chi si assomiglia, si piglia
ovvero Chi va con lo zoppo, impara a zoppicare.

Notoriamente, Marty Rathbun e il suo team di squirrel statunitensi, sono i leader dell’opinione per gli squirrel nostrani che, pedissequamente e su base quotidiana, traducono e pubblicano sul loro blog italiano le deliranti perle di saggezza che Marty pubblica da oltreoceano.

Diamo un’occhiata più da vicino a questo burattinaio e alla sua corte dei miracoli di burattini psicotici che tanto piacciono al gruppetto di squi(rell)nternati italiani che li seguono.

Un “clone”è una falsa identità tramite la quale un membro della comunità di Internet parla di sé, facendo finta di essere qualcun altro.

Rathbun adora i cloni, ne ha creati molti e li usa per ravvivare le conversazioni sul suo blog e per dire cose che preferisce far dire ad “altri”. E’ simile a una scatola piena di marionette con cui un bambino solitario gioca, ora dopo ora, creando un mondo di fantasia dove i suoi piccoli e strani pensieri possono spaziare liberamente.

La cosa pietosa è che queste persone creano dei “cloni” per poter comunicare con se stesse, facendole apparire come conversazioni tra più persone. A Marty questo piace e, soprattutto, serve molto, perché in questo modo il suo piccolo mondo fantastico gli sembra più grande e lo aiuta a convincersi di non essere solo.

Anche se quella dei “cloni” non è un’invenzione di Marty, di certo lui l’ha portata a livelli nuovi e bizzarri, reclutando uno strano assortimento di personaggi noti per le loro tendenze criminali, le loro psicosi, i loro sentimenti anti-religiosi, le loro discutibili attività di 2D, l’uso di droga e di violenza e altre disgustose caratteristiche. Proprio il tipo di persone che si accompagnano bene a Marty.

Di Mark Fisher e della sua passione per il “turismo sessuale” abbiamo già parlato in questo articolo, contestualmente alle note sullo “Scientologo anti-Scientology” Jeff Hawkins. Abbiamo speso qualche parola anche sul “divino” Steve Hall, sullo sprecone Tom DeVocht, sull’auditor “virtuale” Dan Koon e sulla “spregiudicata” Amy Scobee.

Vediamo ora qualche altro membro della squadra di Marty Markus Brutus.

Nome: Tony De Phillips

Alias: Alex Metheny

Nella cerchia di Marty c’è un po’ di imbarazzo riguardo a Tony: Tony è Alex e Alex ha un problemino con la pornografia.

A sentire Tony, per lui la pornografia è solo un hobby, ma alcuni tra gli addetti ai lavori di Marty sanno che lui è pesantemente ossessionato dall’argomento.

Tony parla troppo, pensando che il gruppo di Marty sia formato da persone corrette e riservate, che tengono per sé le confidenze che una persona fa loro …. non è così, Tony, loro conoscono ogni cosa riguardo alla tua porno dipendenza, ogni tuo segreto e ne hanno discusso. Marty è ben consapevole del problema di Tony (porno-dipendenza) ma a Marty sta bene, basta che Tony lo sostenga nella sua campagna.

Altre voci che circolano nel club di Marty riguardo a Tony sono che abbia un’altra situazione, quella dell’alcolismo, ma questo non sembra essere importante perché il fatto di bere alcolici, tra gli accoliti di Marty, non è considerato qualcosa di negativo.

E la droga? Tra i sudditi del regno di Re Marty c’è un dibattito riguardo a cosa rientra nella definizione di droga e cosa no: secondo alcuni di loro, ad esempio, la marijuana non lo è, ovvero, non rappresenta un serio problema e infatti, una delle luogotenenti di Marty ne fa uso, cosa che è risaputa tra gli addetti ai lavori di Rathbun.

Nome: Haydn James

Professione: Guardia del Corpo, fotografo, assistente e ombra di Mike Rinder, gioco d’azzardo-dipendente.

Haydn James è un seguace di Marty Rathbun e Mike Rinder.

I crimini che ha commesso ai danni di membri dello staff di Scientology sono un peso enorme. Piuttosto che stare di fronte alle sue malefatte, Haydn ha preferito fare blow e attaccare chi ha cercato di aiutarlo.

Si crede un “Thomas Paine” (Thomas Paine: Thetford, 29 gennaio 1737 – New York, 8 giugno 1809. E’ stato un rivoluzionario, politico, intellettuale, idealista e studioso inglese, considerato uno dei padri fondatori degli Stati Uniti d’America) e pubblica commenti asinini che farebbero rabbrividire Thomas Paine.

Per dire pane al pane, Haydn è gioco d’azzardo-dipendente. Se vuole giocare d’azzardo, sono fatti suoi e una sua scelta, ma farlo con i soldi altrui è un altro conto, specialmente con quelli dei membri dello staff di Scientology. Che persona è una che prende tutti i fondi destinati alla paga dello staff e se li gioca perdendoli tutti e lasciando lo staff senza retribuzione? Ecco che tipo di persona è Haydn. E’ anche il tipo di persona che durante gli orari in cui doveva svolgere le sue funzioni sgattaiolava e andava in negozi di scommesse, questo è Haydn James.

Quale mente perversa deruberebbe gli altri staff manipolando il sistema finanziario per assegnare a se stesso e alla moglie gratifiche immeritate a danno di chi se le era invece guadagnate per davvero, per poi giocarsi tutto il denaro in scommesse? Haydn James.

Dopo aver quasi distrutto un’organizzazione, grazie all’investigazione fatta in base a rapporti ricevuti, si è scoperto quanto stava succedendo: tormentava gli staff e valutava il loro caso introvertendoli come suo “metodo” per ottenere produzione. Quando qualcuno gli chiese perché lo stesse facendo, lui rispose che “Lo faccio perché tu mi costringi a farlo”.

Haydn sapeva come propinare una dieta quotidiana a base di violenza fisica o minacciata, di urla e invalidazioni volgari, imponendo condizioni di lavoro intollerabili, gridando come un gorilla. E mentre questo succedeva, sua moglie Lucy lo incoraggiava a farlo. Che coppia deliziosa!

Il motivo per cui Haydn si trova così bene con Marty Rathbun e Mike Rinder è che è uno psicopatico completamente qualificato e loro lo sanno. Uno dei suoi modi operandi per controllare le persone era di terrorizzarle, cosa che ha fatto centinaia di volte. Aveva un grande talento in questo. Le azioni criminali che Haydn ha conmesso nei confronti dello staff sono così incredibili che non è in grado di starci di fronte e quindi si ritrova a “dover essere” uno psicotico.

Haydn James non vuole che sappiate il vero motivo per cui sta attaccando e cercando di sopprimere Scientology, perché ciò significherebbe che siete a conoscenza dei suoi maltrattamenti disgustosi nei confronti delle donne. Lasceremo che sia Haydn a decidere di ripulirsi e a dire a tutti quante donne ha cercato di strangolare, quante ne ha aggredito e minacciato.

La cosa più deplorevole riguardo a Haydn è che ha minacciato e impaurito le persone in modo che esse non facessero rapporto sull’accaduto. Si è spinto fino al punto di minacciare di uccidere qualcuno se avesse osato farne parola al management.

Questo è Haydn James: un insulto vivente a Thomas Paine.

Nome: Jim Logan

Professione: batterista critico della band

Il più prolifico commentatore del blog di Rathbun è Jim Logan. Secondo l’ultimo conteggio fatto ha pubblicato più di 1.500 commenti, ma abbiamo smesso di tenere il conto. Ha pubblicato una media di 50 commenti a ogni singola declamazione fatta da Rathbun sul suo blog.

La sua storia personale e come staff è di aver causato infinito turbamento e conflitti. Quelli che lo conoscevano sono ben consapevoli della sua doppiezza, delle sue intimidazioni e minacce di violenza fisica. Solo nell’arco di tre mesi, ha ricevuto 113 rapporti da parte di studenti che lui supervedeva usando invalidazioni, valutazioni e turbolenza. Logan è stato espulso da ogni unità, sezione o organizzazione di cui ha fatto parte.

Recita “solo” un dramma, la parte della persona distaccata e accondiscendente. Se non sei una persona che ha qualcosa di cui lamentarsi, che sta cercando di incolpare qualcuno o qualcuno di viscido, allora non sei abbastanza “drammatico” per far parte della sua cerchia. Logan è stato ripreso per 650 episodi d’insubordinazione, incriminato ed espulso.

Lo strumento da lui usato per trattare con gli altri, secondo quanto lui stesso dice è: “Introvertire e turbare”. Adora fare a pezzi le persone così da validare la sua cosiddetta “virilità”. Ha proclamato che il suo segno distintivo è sempre stato quello di “dire pane al pane” e se questo non corrispondeva a quello che lui voleva, allora ti segava. Questo è “dire pane al pane” nella visione demente di Jim Logan. E’ capace di pontificare e citare frasi meglio della maggior parte di loro, e lo fa ogni giorno, per molte ore il giorno.

Come scrittore “top” di Marty Rathbun, Logan sostiene e diffonde la linea psicotica di Marty. E’ riconosciuto essere la docile mano destra di Marty. Quel maneggione di Logan si assicura di tenere attivi i commentatori e che i loro commenti siano sintonizzati e di sostegno alle cose che Marty pubblica. Rathbun è molto riconoscente a Logan per i suoi “astuti” commenti. Non siamo sicuri chi sia dei due, in questo caso, il ruffiano, probabilmente la cosa è reciproca.

Sin da piccolo Logan non sopportava la giustizia. E’ un fatto noto che lui ha minacciato, intimidito e aggredito chiunque abbia cercato di rimetterlo in etica e le minacce in alcuni casi sono state di natura fisica, quando gli fu detto di porre fine alle sue drammatizzazioni psicotiche.

Un rinnegato degli indipendenti ha fatto questa acuta osservazione: “Sotto un’altra identità ho pubblicato dei commenti chiedendogli delle cose per vedere se si contraddiceva e che io sia dannato se non si è contraddetto. Ho capito allora che tutto quello che fa colpisce Marty. Ci scommetto che Marty è intervenuto e ha sistemato per le feste Jimmy il Grillo Logan e ho pensato, ecco due persone quasi anziane che si colpiscono l’una l’altra”.

Questa voce è stata pubblicata in Haydn James, Jim Logan, Squirrel: Droga, Porno, eccetera, Tony de Phillips. Contrassegna il permalink.

7 risposte a La Corte dei Miracoli di Marty Rathbun e Mike Rinder

  1. Armando ha detto:

    Che banda di gaglioffi. No, troppo delicato il termine: che banda di stronzi!
    Sono proprio ben assortiti, non stupisce che se la intendano con Rathbun.

  2. Leonida ha detto:

    In fondo quel che dice Rathbun riguardo il fatto che nella Chiesa ci sono stati episodi di violenza fisica è vero. Come minimo sono accaduti fino a che c’erano personaggi come lui, Hawkins, Jim Logan e compagnia.
    Se è rimasto qualcun altro in giro che ha lo stesso vizio, sarà bene buttarlo fuori a pedate nel deretano. A me in Italia non è mai successo di vedere cose simili.

  3. luigi ha detto:

    Gli indipendenti sono solo da compatire. Non sanno nemmeno che Garibaldi era un massone, quindi per sillogismo loro sono dei potenziali massoni.
    Vorrei dire a Luana di brescia e al suo ennesimo marito e/o compagno Francesco: rimettetevi in etica! Per voi è un target + che impegnativo lo so, ma è il primo passo.
    Luana, se vai avanti cosi finirai in tv a fare le carte.
    Ciao a tutti e io sono Luigi che vuole tornare sulla strada della verità.
    Mi sono fatto fregare anche io dagli indipendenti, ma solo per qualche giorno, poi la verità e l’intenzione di trovarla, hanno fatto il resto. Saluti a tutti !

    • Etica e Verità ha detto:

      Ciao Luigi.
      Complimenti per la tua decisione. Ci puoi dire qualcosa di più sulla tua vicenda?
      Davide

    • Giuseppe Accaro ha detto:

      Io non me la sento di compatirli. La compassione è aberrante.
      Il modo migliore per aiutarli e di dichiararli SP e fargli fare i gradini se mai tornano in senno.
      Nel frattempo la cosa migliore è fiorire e prosperare mentre si denuncia chi sono realmente costoro.
      Il “volemose ben” non risolve nulla. Se loro sono 1.1 il tono corretto da usare è 1.5 o 2.0, sempre che li si voglia tirare su di tono. Altrimenti si lavora per renderli inoffensivi e impedirgli di fare troppi danni.

    • anvedio ha detto:

      Caro Luigi,
      le persone che menzioni non se la caverebbero con l’etica. La loro è una materia di giustizia.
      Comunque, ben tornato. Se hai bisogno di aiuto chiedi pure.

  4. uno staff leale ha detto:

    wow sesso, droga e rock’n roll, bel covo di serpi.

I commenti sono chiusi.