Sopravvivere all’Uragano ….

“…sentivo che eravamo stati traditi da coloro che pensavo essere i miei amici. Mi sentivo triste, solo e avevo tagliato la comunicazione perché non volevo turbare chi non era a conoscenza della cosa, perché io ora avevo una “verità” che non tutti osavano vedere.” _ JD

Sono una persona fortunata!

Sono andato all’inferno e sono tornato in paradiso!

Scientology è un paradiso!

A causa di una situazione capitatami in un’org, ero insoddisfatto e ho scritto un Rapporto per Conoscenza su questo.

Dal momento che vivo in un paese lontano dall’org, ho iniziato a comunicare con altre persone, anche loro scontente. Sono entrato in un accordo di gruppo invece che aspettare (e leggere) la risposta al mio KR, che è arrivata successivamente … ma io ero già caduto in condizioni sempre più basse nei confronti della  mia religione.

Non ho detto molto ai miei amici Scientologist di quello che stavo facendo. Pensavo di fare la cosa corretta: aiutare LRH a liberarsi dalla falsa tech. Ed io ero un “thetan coraggioso”, disposto a essere dichiarato perché pensavo di aver trovato la verità che nessun altro Scientologist aveva visto prima …

Non mi rendevo conto che stavo, in modo molto “abile”, isolandomi dalla mia vita, dalla mia famiglia, dai miei amici e dalla mia vita in Scientology in generale.

Ho quasi perso la mia famiglia, composta da Scientologist in buoni rapporti con la Chiesa.  E sentivo che eravamo stati traditi da coloro che pensavo essere i miei amici. Mi sentivo triste, solo e avevo tagliato la comunicazione perché non volevo turbare chi non era a conoscenza della cosa, perché io ora avevo una “verità” che non tutti osavano vedere.

E la mia vita iniziò ad essere triste. I miei figli cominciarono a chiedersi cosa mi stesse succedendo e cosa ne sarebbe stato del nostro futuro in Scientology: che cosa sarebbe successo a loro? Sarebbero stati auditi? Sarebbero stati in grado di progredire sul Ponte? Che cosa sarebbe successo ai miei migliori amici in Scientology? Li amavo troppo, erano persone splendide …. Non riuscivo a dormire bene ….

Poi un giorno un amico mi chiamò e mi chiese che cosa mi stesse succedendo. Stava andando avanti sul Ponte a Flag e non volevo essere io a parlargli di tutte le cose che “avevo scoperto” …

Mi disse che non avrebbe riappeso il telefono fino a che non gli avessi detto che cosa mi stava succedendo e che se non glielo dicevo, sarebbe venuto da me, a casa mia, mi avrebbe afferrato per i capelli e portato dal MAA per risolvere questa situazione velocemente. Lui fece 8C. Si mise in comunicazione con l’MAA della Nave, che guarda caso si trovava a Los Angeles. Io volai a Los Angeles, per fare cosa non lo sapevo esattamente, perché avevo già preso una decisione: che non avrei cercato di aprire gli occhi a chi credevo li avesse chiusi.

Come mi sbagliavo e come si sono sentito miserabile dopo aver parlato per un giorno con un terminale senior che è in Scientology da più di 50 anni.  Lei mi disse che i tipi ai quali avevo creduto, erano così fuori etica che stavano cercando di distruggere Scientology. Mi disse che non ci riusciranno mai, ma che questa è la loro vera intenzione.

Poi ho letto tutta la verità riguardo ad ognuno di loro e mi sono reso conto che non erano innocenti, come mi avevano fatto credere. Erano talmente colpevoli, talmente malvagi. Non avevano prodotti, solo natter, natter, natter, natter e ancora natter …

_ JD

Questa voce è stata pubblicata in La voce degli ex-squirrel. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Sopravvivere all’Uragano ….

  1. Luigi ha detto:

    Bentornato. Spero che molte persone possano depurarsi dalle drammatizzazioni che questo minuscolo gruppetto vuole diffondere con un solo scopo . Turbare e distruggere .
    Voglio fare i mie ringraziamenti a gli autori di questo blog , molto professionale e molto ben tenuto. Grazie per il lavoro che fate. Lo apprezzo molto.
    Sono sbalordito e quasi incredulo dalla stupidità di questi squirell Italiani.
    Forse stupidità non è la parola giusta , forse è meglio dire psicosi e scopi malvagi.
    Posso capire che possono esserci stati momenti duri.
    Che delle ingisutizie possono essere capitate (ricordandosi sempre però che uno è sempre parte in causa ..) . In 20 anni che sono in Scn qualcosina è successa anche a me. Però mai e poi mai potrei pensare di schierarmi apertamente contro LRH , allearmi e sostenere persone che da anni attaccano pubblicamente LRH e Scientology con menzogne e con il solo scopo apertamente dichiarato di distruggerla.
    Andare in tribunale a testimoniare contro Scientology , fornendo natter .
    Fare natter pubblicamente con giornalisti riconosciuti come di parte ed apertamente anti scientologist che altro non cercano che caos e turbamento nella migliore delle ipotesi.
    No , personalmente oramai credo che non c’è stupidità ma solo profonda follia con l ‘ increbidile assurda giustificazione di “volere il bene di Scientology e difendere LRH”
    Pazzesco ! Non avevo mai avuto piena realtà su cosa è la pazzia e su come si può distorcere la realtà in una mente psicotica. Ora si . Almeno a questo sono serviti…

    • Etica e Verità ha detto:

      Grazie Luigi per i complimenti, fan sempre piacere.
      Quanto agli squirrel, beh c’è poco da dire, ha scritto tutto Ron in varie policy.

      Errori se ne possono commettere anche nelle Org, lo abbiamo già detto. Sono sicuro che errori ne commetteno tutti, anche gli Scientologist più dedicati e bene intenzionati.

      Ma nessun motivatore può giustificare ciò che fanno costoro: partendo dalle accuse di gente che non ha nessuna credibilità, cooperano con soppressivi con lo scopo di danneggiare e, loro sperano vanamente, di distruggere la Chiesa.

      I loro leader stessi hanno confessato le loro nefandezze, ma agli squirrel non interessa, non voglioni vedere, vogliono solo continuare a drammatizzare i loro overt.

      Continuare la nostra opera e fiorire e prosperare è la nostra risposta.

      Etica e Verità

  2. Antonello Fanti ha detto:

    Sono assurdi. Ho letto il loro blog oggi e scrivono cose che non stanno nè in cielo nè in terra. Da quel che scrivono si capisce che leggono questo blog (anche se alcuni di loro lo negano), ma ripetono cose a difesa del loro Marty Rathbun che sono già state ampiamente smentite. Non duplicano, sono immersi nella loro psicosi.
    Se che devo applicare grandezza, ma se qualcuno di loro causa qualche problema a qualcuno dei miei amici o perenti li vado a stanare a calci uno per uno.

    Anto

    • Salvo ha detto:

      Anto, io un po’ ci credo che non vengano a leggere questo blog. Mi spiego: magari qualcuno di loro entra e legge, ma poi scappa. La maggioranza credo che lo eviti. Oppure lo leggono brevemente per cercare dei presunti difetti o sbagli da criticare, ma poi scappano a gambe levate. Non credo che, nelle loro condizioni, possano stare di fronte a quello che c’è scritto qui. Se lo facessero veramente, dovrebbero avere dell’autocritica. Non credo possano farlo.

I commenti sono chiusi.