Il Canto del Ratto-Sirena

“Sono falsificatori patologici del passato e il loro scopo è usare chiunque e qualunque cosa possa servire a raggiungere i loro scopi. Non rappresentano niente di buono. Il loro non è un gruppo onesto. Non c’è lealtà. Non esiste alcuno scopo di valore.”

Uno degli scopi di questo blog è far sapere alle persone con chi avranno veramente a che fare se decidono di unirsi alla corte di Mark Marty Rathbun.

Come SP l’unico potere che Marty ha è quello di turbare e dobbiamo riconoscere che lo fa molto bene.

Catalizzando l’attenzione dei suoi seguaci con ogni tipo di presunta conoscenza da “addetto ai lavori”, Marty alletta e risucchia in un buco nero i suoi sprovveduti lettori, proprio come le Sirene, che con il loro canto illudevano i naviganti facendoli finire sugli scogli, dove trovavano inevitabilmente la  morte.

Uno dei problemi principali che s’incontra nello spiegare chi sono Mark Rathbun e il suo coro, è quello di trovare una definizione che calzi, così da mettere in guardia i moderni naviganti dalle dolci canzoni di queste moderne sirene: la musica di Marty è falsa e copre le vere intenzioni di questo Mercante di Caos, quella di spogliarli dei loro beni e di nutrirsi delle loro anime.

La Chiesa ha etichettato Marty con i termini peggiori: quelli di Persona Soppressiva e Squirrel.  A volte l’ha definito un’Apostata.

Quando si dice che Marty è un SP, gli Scientologist che hanno un addestramento adeguato, sanno cosa significa. Ma per i “Naviganti Illusi”, per quelle persone che devono soddisfare delle necessità, questo non significa niente.

E’ un po’ come se la Chiesa Cattolica dicesse ai suoi fedeli di non ascoltare le farneticazioni di un anti-Cristo poiché un “peccatore”. Se questo “peccatore” racconta storie intriganti, la maggior parte delle persone lo ascolterà lo stesso.

Se gli ascoltatori sapessero però che questo predicatore è un malato mentale scappato da un manicomio, dove era stato internato per reati di pedofilia, gli ascoltatori sparirebbero in un baleno.

E’ interessante notare che anche persone non Scientologist sono state in grado di riconoscere che tipo di persona sia Marty e di fornire un’adeguata descrizione di lui e del suo coro, che comunica il concetto piuttosto bene.

Tutti noi ci siamo divertiti leggendo i fantasiosi “disturbi mentali” contenuti nel Manuale Diagnostico e Statistico, la Bibbia psichiatrica, ma ne abbiamo trovata una che fa veramente al caso di Marty e vorremmo conoscere il vostro parere:

Mitomania: la propensione abnorme a mentire, esagerare o riferire avventure immaginarie come se fossero accadute veramente.

Le caratteristiche che descrivono la mitomania, conosciuta anche come pseudologia fantastica, o menzogna patologica, sono:

  • Prima: le storie raccontate non sono del tutto inverosimili e spesso contengono qualche traccia di verità. Inizialmente, se affrontato in modo diretto, il narratore potrebbe ammettere, controvoglia, di aver esagerato i fatti fino al punto di pervertirli o di aver distorto la verità. Dopo aver raccontato la storia svariate volte, lui si sarà fermamente immedesimato nella storia e non sarà più possibile ottenere da lui ammissioni del contrario, perché per il narratore, ora, quella è la verità.
  • Seconda: la tendenza a inventare episodi è una condizione duratura, non un qualche tipo di “bugia sociale” estemporanea detta a causa di una situazione momentanea o di una pressione sociale: un esame più attento rivela una spinta innata nel soggetto a inventare, come se la verità, per se stessa, fosse qualcosa di pericoloso. Esiste un motivo interno, piuttosto che uno esterno, per questo loro comportamento, che rappresenta la motivazione primaria. Le loro invenzioni non sono il risultato di fattori esterni, di pressioni o cause scatenanti ma un metodo intrinseco, innato che usano per risolvere problemi connessi al vivere.
  • Terza: le storie danno inevitabilmente un’immagine favorevole del bugiardo, sia in modo diretto sia implicito. Il fatto di conoscere o posizionarsi a gente famosa è una delle asserzioni più comuni, come lo sono quelle di altruismo e coraggio.
  • Quarta: la mitomania sfocia di routine nella sindrome della falsa memoria, poiché chi ne soffre, crede sinceramente che gli eventi fittizi siano accaduti veramente, indipendentemente dal fatto che siano in realtà pura fantasia. Può credere di aver compiuto azioni sovrumane di altruismo e amore e cercherà di persuadere gli altri in tal senso.

Questa è una descrizione accurata di Marty e come minimo dell’80% delle persone a lui connesse. Dice di più che una semplice etichetta di “SP”:

Queste sono persone le cui storie si arricchiscono di particolari ogni volta che vengono ripetute, diciamo che il “pesce che hanno pescato” continua a crescere man mano che raccontano la storia, fino ad assumere proporzioni spropositate.

Chiunque può esagerare per divertirsi, ma in questo caso non c’è niente di divertente, perché il narratore finisce per credere alle sue favole. Stiamo parlando di persone che sentono raccontare cose interessanti successe ad altri e che senti poi ripetere la stessa storia con se stesse come protagoniste di quello stesso episodio e fermamente convinte che sia davvero successo a loro. Sono le persone che magari erano davvero presenti a qualche importante avvenimento e che poi si vantano di essere state la causa principale del successo di una certa operazione: il corrispondente di guerra che entra in una città sotto assedio con gli esploratori e che poi, per sempre, racconterà di come è stato grazie alla sua conoscenza e perspicacia, che quella città è stata liberata nel giro di poche ore.

Marty e il suo coro non sono dei semplici “peccatori”. Non sono dei semplici “SP” o semplicemente dei personaggi “fuori etica”.

Sono falsificatori patologici del passato e il loro scopo è usare chiunque e qualunque cosa possa servire a raggiungere i loro scopi. Non rappresentano niente di buono. Il loro non è un gruppo onesto. Non c’è lealtà. Non esiste alcuno scopo di valore.

Navigante, non farti incantare dalla Sirena Marty.

Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il Canto del Ratto-Sirena

  1. Antonello Fanti ha detto:

    E’ chiaro che, oltre ad essere dei singoli SP, sono un gruppo soppressivo, perchè minano la speranza dell’uomo. La loro è un’attività organizzata per distruggere tale speranza. La Chiesa sta lavorando per creare un futuro migliore per l’umanità e per portare l’immortalità spirituale per l’uomo. Loro operano per distruggere tutto questo.
    Alcune delle cose che scrivono, ad esempio la pubblicazione della storia della persecuzione dell’FBI contro LRH e Scientology, ha il solo scopo di seminare dubbi ed entheta. Tanto più che quei fatti non hanno niente a che vedere col loro target preferito: Miscavige.
    Non è solo il fatto che fanno squirrel, la loro è un’opera sitematica e organizzata per causare turbamento e sgomento. Posso puntare il dito contro contro altri, ma quel che fanno è veramente squallido.

  2. Sergio-08 ha detto:

    Basta guardare le testimonianze dei disastri causati da Rathbun e l’immagine di salvatore che invece cercare di dare di sé, ed è chiaro che costui vive di dub-in. Ha falsificato così tanto i fatti che si è convinto che sono veri, è un povero psicopatico.
    I suoi complici italiani sono patetici perché non si rendono nemmenhjo conto di essere dei comprimari, anzo delle comparse. Per dirla in modo più crudo: utili idioti. Ovviamente “utili” agli SP.

I commenti sono chiusi.