Marty Rathbun: “Non so Quanti Casi ho Rovinato”

Questo articolo contiene alcune delle out tech più disgustose e pesanti e azioni squirrel che possiate immaginare.

Vi farà rizzare i capelli. Marty Rathbun l’ha fatta franca per un lungo periodo perché si rifiutava di consegnare i fogli di lavoro delle “interviste di etica” e “sedute di auditing” da lui fatte su svariate persone.

Ha intimidito sfacciatamente e denigrato qualsiasi Supervisore del Caso o Cramming Officer che anche solo si azzardava a mettere le mani sulla faccenda. Ha anche istigato, attraverso rapporti falsi, la rimozione di coloro che sospettavano le sue out-tech.

Eccone alcune:

Rathbun ha detto ad un preclear di posare le lattine e poi, in uno scoppio d’ira, l’ha preso per la camicia trascinandolo giù dalla sua sedia e sbattendolo contro il muro e gli ha chiesto di iniziare a confessare.

Rathbun aveva un preclear alle lattine, ha fatto una “pausa” e l’ha portato fuori, dove l’ha schiaffeggiato un po’ perché “non stava cooperando” così da “ammorbidirlo un poco”, per citare le sue parole.

Rathbun è entrato in una stanza dove una persona stava intervistandone un’altra; ha preso la persona che stava venendo intervistata e l’ha appiccicata al muro intimandole di confessare. La persona, sotto shock, non riusciva a parlare e allora Rathbun l’ha presa per il collo intimandole di “confessare”! Quando l’intervistatrice si è alzata per fermare Rathbun, lui si è messo ad urlarle addosso fino a farla indietreggiare contro il muro. Quando lei ha successivamente fatto rapporto della cosa, Rathbun ha preso il rapporto e, dopo averglielo stracciato in faccia, ha continuato nella sua opera fino a farle fare cave-in.

Rathbun ha urlato addosso a una persona che aveva all’E-meter, chiedendole di “Sputare i suoi crimini,” e urlandole “Sarà meglio che inizi a parlare, altrimenti “sei fritta” e poi, per 5 minuti, ha continuato a a urlare “Quale è il withhold?!”!

Rathbun ha preso una persona a cui stava facendo una “intervista di etica” e l’ha spinta giù dalla sedia e fatta finire contro il muro, gridando che doveva confessare i crimini che lui “sapeva” essere stati commessi.

Forse uno dei più incredibili alti crimini tecnici commessi da Rathbun è stato quando ha fatto irruzione in una seduta di co-auditing, ha preso il preclear per la camicia, l’ha trascinato giù dalla sedia, sopra il tavolo e poi sopra altri due altri tavoli, buttando all’aria ogni cosa. Ma non si è limitato a fare questo. Ha poi sbattuto la persona contro il muro e ha iniziato ad urlagli addosso “Sputa il rospo, figlio di puttana” spingendolo contro un altro muro e infine, attraversando due porte, l’ha lanciato giù per le scale.

Rathbun ha tirato un pugno in un occhio a una persona perché questa non stava confessando ciò che Rathbun voleva che lei confessasse.

Rathbun stesso ha ammesso: “Non so quanti casi ho rovinato. Probabilmente dozzine e dozzine. Ho fatto tutto questo senza nessun OK di nessun Supervisore del Caso (l’ho fatto e basta).” – Marty Rathbun

Ecco cosa dice LRH riguardo a questo tipo di individui nell’HCO PL 5 aprile 1965 “Lo studente dal caso che non migliora”:

“Ecco la persona che si prepara a “fare squirrel” e ad “arraffare Scientology”. Ecco il tipo. O la tipa.

Ma è anche un thetan sepolto nel fango. E se lo lasciate andare senza prestargli attenzione, presto si ammalerà o morirà, o, peggio ancora, rovinerà o ucciderà altri.

Questo individuo è l’unico vero psicotico.

E se lo lasciate vagare senza meta, finirà presto nelle mani soppressive del neuropsichiatra. Perciò, non è qualcosa da trascurare. Le persone che per risolvere i loro problemi devono sparare a tutti gli altri ammazzandoli, sono coloro che hanno reso la vita un inferno in questo universo. Avete tra le mani colui che fa gli implant, il guerrafondaio, il distruttore.”

(Grazie a Sophie per l’ottimo lavoro di traduzione)

Questa voce è stata pubblicata in Marty Rathbun: Crimini Tecnici, Marty Rathbun: Violento. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Marty Rathbun: “Non so Quanti Casi ho Rovinato”

  1. Il Paolo ha detto:

    Sono cose gravissime.
    Ho capito che lui era furbo, sapeva mentire e generalizzava. Vero anche che era in una posizione di potere ed eliminava chi gli poteva nuocere. Ma ci è arrivato in una posizione di potere e qualcuno l’ha promosso. Com’è possibile?
    Prima era sano ed è salito sull’org board, poi è diventato matto e ha iniziato a sopprimere?
    Come fa uno a commettere cose simili e passarla liscia? E se è diventato SP dopo che è stato promosso, com’è potuto succedere?
    Scusate, ma le risposte a queste domande risolverebbero molti dubbi e potrebbero far aprire gli occhi anche a chi si ostina a seguirlo.

    • Etica e Verità ha detto:

      Caro Paolo,
      le risposte che abbiamo le forniamo man mano.
      Se leggi l’articoilo “gli Amici che Ron non ha mai Voluto”, dove ci sono citazioni di Ron riguardo David Mayo e scrive: “Mayo è un tipo moilto furbo. Anche se, a lungo andare, non è riuscito a prendersi gioco di me e senza dubbio riuscito a mettere in piedi una performance nienbte male. Ciò rivela che è un tipo molto sveglio. Mostrava un volto da un lato e un volto del tutto diverso dall’altro.”
      Se Mayo, che ha anche audito LRH e che è stato a contatto con lui per parecchio tempo, è riuscito a ingannare perfino Ron, non sto qui a chidermi “come ha fatto Rathbun a rimanere in giro a lungo a fare danni”.
      Semplicemente è così. Magari qualcuno ha anche visto delle cose, sicuramente quelli che hanno preso pugni da lui, e non ha fatto in modo che venisse fermato. Ma ora quel che è importante e rimanere in PT e risolvere la situazione attuale. Certamente se ci sono delle cose da correggere internamente, lo si deve fare, ma non si possono usiamo queste motivazioni per prendersella col Management.
      Etica e Verità

    • Sophie ha detto:

      Ciao,
      ti invito anche a vedere l’HCOPL 27 Settembre 1966, ti trascrivo una parte, dove dice:

      “Nelle caratteristiche della personalità antisociale avrete notato che l’intelligenza non è un indizio che ne permetta lo smascheramento. Può essere intelligente, stupida oppure normale. Perciò quelle estremamente intelligenti possono raggiungere altezze considerevoli, fino a diventare addirittura capi di stato.”

      Spero ti possa aiutare a chiarificare i dubbi di cui parlavo.

      • anvedio ha detto:

        Ben detto Sophie, sottoscrivo tutto quanto.
        Spesso ho sentito o letto domande tipo quella che ha fatto Paolo: “Come ha fatto a passarla liscia? Chi è che l’ha messo sul posto? Perché non è stato buttato fuori prima?, eccetera eccetera. La risposta di Ron, manco a dirla, è sempre la più chiara..
        Eppure ci sono persone a cui non basta nemmeno la risposta più chiara. Un paio di settimane fa un “amico”, nonostanbte gli avessi mostrato varie pagine del blog, reference di Ron e documenti, continuava a raschiarmi i nervi e a reagire come se dovesse a tutti i costi trovare qualcosa di sbagliato nella Chiesa, tipo: Ammettendo che Rathbun sia SP come scrivete sul blog, qualcuno gli deve aver dato power. Come mai? Troppo comodo ora dare tutta la colpa a lui, e le responsabilità della Chiesa? Se è uno psicotico, come mai Miscavige non se n’è accorto?
        Insomma, doveva esserci per forza qualcosa di sbagliato nella Chiesa. A parte il fatto che di sicuro ci sono delle responsabilità anche interne, e la Chiesa di certo se le assumerà e correggerà qual che c’è da correggere, ma perchè continuare a puntare il dito sulla Chiesa a tutti i costi, quasi come se gli atti soppressivi commessi da Rathbun fossero anche quelli una colpa del Management.
        Un po’ come dire: “Sì, l’assassino è il maggiordomo, ma perchè l’hanno assunto?”
        Quando gli ho fatto questo preciso esempio, mi ha risposto: Sì, ma noi abbiamo la tech PTS/SP, i TRs, l’obnosis.”
        A quel punto ho capito qual era il problema: overt e withhold. Quindi, visto che è un veterano che ha fatto anche lo staff per anni, gli ho risposto: Ma se era così facile, perchè non l’hai fatto tu? Quante out tech hai lasciato correre senza fare rapporto o risolverle in prima persona? Non pensi che se ogni scientologist facesse la sua parte applicando i punti da 7 a 10 di KSW, senza aspettare che siano sempre il Management o Miscavige a cambiarci i pannolini, gli SP avrebbero molto meno possibilità di nuocere?
        Lì il discorso è finito e ha cominciato a cambiare punto di vista. Non so se risolverà i suoi disaccordi, ma un rapporto a etica gliel’ho fatto. Vedremo.

  2. Enrico Marchesini ha detto:

    Mi chiamo Enrico, la mia vita ha incrociato Scientology quando ormai a 17 anni avevo oltrepassato il limite della decenza da un pezzo, vale a dire droghe da strada e varie esperienze connesse!
    Osservando da dove sono partito e la mia condizione attuale e’ decisamente evidente che Scientology e’ un percorso spirituale fenomenale, sicuramente non e’ sempre una strada in discesa, occasionalmente ci si scontra sia con i propri limiti, sia con le difficolta’ insite nel vivere un grande gruppo di lavoro, ma e’ senza dubbio funzionale e personalmente la ritengo meravigliosa!
    Oggi sono un OT7, mia moglie e’ OT8 siamo entrambi FSM a tempo pieno, ho degli amici veri e importanti e guardo al futuro consapevole di quanto e’ necessario migliorare le altre persone affinche questo pianeta possa anche solo durare, ma anche certo di poter causare un effetto importante al riguardo cosi che gli esseri possano vivere in continua creazione attraverso un sano codice d’onore!
    Queste persone che si gonfiano di azioni nefande non sono niente, e il solo fiorire e prosperare sara’ sufficente ad assegnargli la condizione che si meritano. Certo..
    che pensando al mio passato quando sguazzavo nei tombini…sorrido e penso che uno cosi lo avrei incontrato volentieri! Sono certo che il vizietto di alzare le mani gli passava!!

    • Etica e Verità ha detto:

      Ciao Enrico.
      Grazie per la tua testimonianza e complimenti per la strada che hai fatto.
      So di cosa parli, perchè anch’io ho avuto a che fare con la tossicodipendenza. Non ho usato droghe ma ho lavorato al Narconon più di 25 anni fa e ho visto con i miei occhi il percorso che si deve fare per rimattere in carreggiata la propria vita partendo da quel punto. I traguardi che hai raggiunto con e in Scientology ti fanno onore e sono la testimonianza di cosa si può raggiungere impegnandosi onestamente. Alla faccia degli squirrel che criticano e distruggono senza costruire alcunchè.
      Ancora complimenti.
      Etica e Verità

    • anvedio ha detto:

      Enrico, non saresti riuscito a fargli passare il vizietto, perchè quel codardo se la prendeva solo con quelli che non erano in grado di difendersi dalle sue azioni violente.
      Comunque, la via corretta è quella che menzioni tu: fiorire e prosperare.
      Non c’è bisogno di molto sforzo con questi squirrel. Non costruiscono nulla. Passano il tempo a fare natter, spargere entheta e si riuniscono ogni tanto a sbafare e sbevazzare, mentre continuano a fare natter.
      Non vanno da nessuna parte. E se guardi quelli che si uniscono a loro noterai che sono sempre persone out ethics e, quasi sempre, già ai margioni di Scientology se non già fuori del tutto. Profeti del fallimento.

  3. Armando ha detto:

    E’ illuminante che nessuno di questi bacarozzi abbia minimamente smentito le cose che avete pubblicato su Rathbun e i suoi gaglioffi. Questo fatto da solo dovrebbe rendere chiaro anche ad un dromedario con la sindrome di down che questi squirrel sono da mandare a farsi friggere.
    Io sono più soddifatto di quanto ho appreso qui e vi ringrazio per tutto questo. Alzo il calice e continuo la mia avventiura scientologica rinfrancato nell’animo.

  4. Gianfranco ha detto:

    Come vedi Stefania, tu che hai lasciato la chiesa e hai fatto 1500 km per essere audita da una persona dichiarata auditor pericoloso, faresti bene a leggere queste cose, tornare in pt e fare le azioni per tornare in buoni rapporti con la chiesa.
    In mano a queste persone sei in pericolo.
    Di piu non posso dirti, la scelta è tua e la tua scelta vale l’eternità.

I commenti sono chiusi.