Qualcosa di più su Mark “Marty” Rathbun

MARTY RATHPUTIN

Il fatto che Rathbun cercasse di posizionare se stesso con Gandhi, Martin Luther King, Malcolm X e alcuni altri, è passato sotto silenzio, ma quando ha annunciato di essere la reincarnazione di Martin Lutero, la cosa ha causato un certo scalpore.

Ha dovuto glissare.

Marty fa sondaggi con i suoi scoiattolini per vedere se la cosa può funzionare. Il suo guru del marketing, Steve Hall, gli sta confezionando un mantello e gli ha consigliato di farsi crescere la barba.

Marty Ratputin sostiene che ci sono migliaia, decine di migliaia, miliardi e decine di miliardi di persone che si uniscono al suo gruppo.

Dobbiamo cominciare a rotolarci per terra dal ridere subito o aspettiamo?

C’è una barzelletta che circola tra gli squirrel ed è che loro sono in grado di fabbricare più generalizzazioni di quanto i media siano in grado di fare.

Rathputin ha un segreto, ha un bel numero di disertori tra le sue file. Questo è stato un flop di PR per lui e ha dovuto intraprendere delle azioni per porvi rimedio al fine di mantenere una certa stabilità nel suo entourage farneticante.

La voce che era circolata era che Rathputin pensa di essere un qualche tipo di messia con alcuni matti che gli sbavano dietro.

E’ affascinante ascoltare cosa dicono di lui alcuni dei suoi disertori: Marty adora restringere i punti di ancoraggio delle persone.

E’ un professionista nel corteggiare gli sciocchi e, una volta ottenuta la loro ammirazione, comprensione e accordo, questi sono fritti.

Tutti quelli che hanno conosciuto Marty Rathputin, possono affermare che non è mai andato a compromesso con la sua integrità personale:

“Destabilizzare nascostamente e sistematicamente chiunque lo potesse smascherare.”

Stuzzicalo appena un po’ e diventa una furia. Pensa di essere il migliore di tutti, anche di te!

Vorremo qui citare alcune sue immortali parole:

“Mantenere il caos e la minaccia a un livello sufficiente da poter apparire come la soluzione e non l’istigatore della situazione stessa, e fare in modo che le persone si abbassino (di tono) e rimangano in uno stato di turbamento, così io, non venendo individuato come causa di tutto ciò, sopravvivo indisturbato.” – Marty Rathbun

 

(Grazie ad Alice per l’ottimo lavoro di editing e traduzione)

Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Qualcosa di più su Mark “Marty” Rathbun

  1. uno staff leale ha detto:

    Vedo che Marty sta proprio scendendo la china a tutta velocità, d’altronde è fondamentalmente buono e cerca di fermarsi.

    Nel Febbraio del 1962 LRH scrisse:

    “Se un uomo saggio si dichiarasse tale, ma non scoprisse quello che una persona ha fatto, sio troverebbe contro antagonismo o altra misemozione da parte di quella persona. E’ per questo che le persone impiccano coloro che restimolano, senza scoprirli, i loro withhold.

    Questa è un’incredibile manifestazione di pazzia. Ma se si osserva, si noterà che è vera.

    Questa è la SELVAGGIA REAZIONE ANIMALESCA che rende l’uomo simile alle bestie.

    Un buon auditor riesce a capire questo dato.” LRH

    Evidentemente Marty non è circondato da buoni auditors, avrebbero da tempo osservato il suo comportamento ed avrebbero capito che è psicotico quindi inaffidabile e pericoloso. Un AUDITOR riconosce questo tipo di persone e, come minimo, non si associa con loro.

    Uno staff Leale

    • anvedio ha detto:

      E’ troppo fuso questo pazzoide. E’ talmente pieno di sé che è ridicolo. Oltre che cercare di posizionarsi con Gandhi, Martin Luther King e Malcolm X, ultimamente cerca di posizionarsi con Thomas Paine, nientemeno.
      Se lo sapessero questi quattro grandi si rivolterebbero nella tomba come
      quattro frullini.
      Nel mentre i rampolli italiani di Marty hanno assunto i nomi dei nostri Padri della Patria: Garibaldi, Cavour, Mazzini, Gioberti.
      Tra l’altro dimostrano un’ignoranza abissale della storia italiana, visto che questi personaggi non andavano proprio d’amore e d’accordo: Garibaldi repubblicano e socialista, Cavour statista monarchico, Gioberti cattolico neoguelfista papalino, Mazzini liberale e repubblicano.
      Nella sua opera “I Mille” Garibaldi scrisse contro i preti, contro i conservatori, contro la monarchia, contro Mazzini. Mazzini criticava il Risorgimento e disprezzava i Savoia e Cavour. Cavour dileggiava Garibaldi come uno zotico che non capiva nulla di politica (abbastanza vero).
      Romantico-nazionalisti, repubblicani, protosocialisti, anticlericali, neoguelfisti, liberali, monarchici filo Savoia o papalini, laici e clericali; spesso in contrasto tra loro. C’era di tutto nel crogiuolo che ha dato vita al risorgimento, ma non si può certo dire che lavorassero in gruppo come danno da intendere questi asini che scimmiottano qualcosa che non conoscono.
      Se l’opera degli squirrel indipendenti parte da questi presupposti culturali, è prevedibile che facciano la fine dei 24 volontari di Pisacane, ma bisognerà cambiare i versi commemorativi: «Eran tre gatti, eran giovan ma storti e sono morti…». Una prece.
      Ho una mezza idea di rivolgermi alla Società Mazziniana per chiedere cosa ne pensano di questi neo patrioti.

      • asfidaken ha detto:

        Vero, sono pure ignoranti, non credo siano stati delle cime a scuola.

        mi sa che si sono rivolti per consiglio allo stesso guru del marketing di Marty Rathbun, Steve Hall, che gli ha impostato la campagna di lancio.

        Sarò andata più o meno così: “In Italia, chi sono i personaggi che sono simboli di libertà, portatori di giustizia, rinnovamento, ecc…?”

        “Beh Garibaldi e soci”

        “Brillante, allora quando lanciate il blog vi posizionate con gli eroi del Risorgimento italiano … e vedrete che funzionerà”

  2. antonella ha detto:

    sara’ contenta la Caberta e il CDU
    AHAHAHAHAHA TIPO 3 SECCO

I commenti sono chiusi.