I nastri di Jon Zegel – Terza Parte

Contro Ron e il Management Fino alla Fine

Nella seconda parte del quarto nastro di Zegel, vi abbiamo lasciato con la promessa di darvi più dati sulle attività degli squirrel contro Ron e la Chiesa. Jon Zegel ne parla in quest’ultima parte del suo nastro, continuando il filone sull’origine delle falsità diffuse dai predecessori degli odierni squirrel.

Ad inizio giugno di quest’anno, nel presentare sul blog squirrel uno dei suoi post sui nastri di  Zegel, il solito Camillo Benz, scriveva che i dati in esso contenuti avrebbero chiarito “come i Broeker e David Miscavige siano riusciti a tagliare le linee a LRH ed acquistire il potere”.

Si trattava dell’ennesimo pacchetto di bugie propinate ad un’audience che voleva crederci. Infatti una decina di scandalizzati creduloni ha commentato l’articolo con espressioni poco lusinghiere su Miscavige e sulla Chiesa, che spaziavano dalla “frode intenzionale” al  “criminali”, “traditori”.

Beh, erano tutte menzogne!  Le dichiarazioni di Zegel in merito, sbugiardano le fonti di tali vergognose bugie che sono state sparse per anni su Ron, Miscavige, RTC, la Chiesa e il Management e che ora stanno venendo ripetute dalla “banda Rathbun”.

NOTA: Quando Zegel parla di “campo” o “campo indipendente” nella sua conferenza si riferisce al  movimento degli squirrel di David Mayo.

La registrazione audio in inglese dalla voce di Zegel, si trova in fondo al post.

Buona lettura.

Trascrizione del nastro n. 4 – Terza e Ultima Parte
Primavera 1987

Quando uscì il Nastro Tre, nell’estate del 1984, il destino del campo era già stato scritto.

Questo succedeva all’incirca sei mesi prima che la chiesa presentasse la sua denuncia. La chiesa aveva mandato un certo numero di missioni per ripulire il campo, che stavano recuperando molte persone e i tempi si stavano facendo difficili per noi.

Il Nastro Tre doveva rivitalizzare il campo un’ultima volta. C’era la speranza che questo avrebbe creato entrate aggiuntive e un nemico comune: la chiesa e LRH. Il morale aveva bisogno di uno stimolo e mi prestai a fare questo. Asserivo, falsamente, che c’erano alcune migliaia di persone che se n’erano andate. Stavo semplicemente gonfiando le cifre, poiché in realtà, il numero era di molto inferiore.

Per quanto riguarda la storia dell’assegnazione dei marchi a RTC da parte di LRH, vi ricordate quel documento che David Miscavige fece autenticare da un notaio e tutta quella faccenda? Bene, io avevo detto che quel documento pareva essere stato contraffatto, il che avrebbe reso RTC un truffatore e messo in dubbio tutto il management della chiesa. Beh, non era una contraffazione e, da allora, è stato depositato in vari tribunali, locali e federali e, anche, nello stato di New York e l’accordo è stato confermato essere valido.

Avevo anche parlato della carriera militare di LRH dicendo che ogni singola cosa da lui detta era falsa. Ovviamente, se riuscivamo a screditare LRH, anche la chiesa, lo sarebbe stata di conseguenza.

OK, facciamo chiarezza su questo punto. Da quando feci quelle affermazioni, ho poi trovato un sacco di documentazione aggiuntiva e avevo torto. LRH era stato ferito gravemente ed era stato dichiarato clinicamente cieco alla fine della guerra. Fu decorato con alte onorificenze. E’ stato in battaglia, e così via.

Le accuse su cui avevo basato le mie affermazioni, provenivano da Armstrong. E ho avuto modo in seguito di vedere documentazione e prove molto chiare che smentivano completamente tutte quelle accuse. I documenti riguardanti la carriera militare di LRH, sono veri.

Avevo anche indicato, sulla scorta d’informazioni fornitemi da Robin Scott, che una sentenza del luglio 1984 sanciva la libera duplicazione e distribuzione dei pacchi di NOTS. Ho poi letto la sentenza vera a propria e dice totalmente l’opposto. Le copie, quindi, sono illegali. Un’altra bugia.

Dovete rendervi conto che per un manager di uno di quei gruppi del campo (preferivamo chiamarli così, non gruppi squirrel) nel 1984 i tempi si stavano facendo difficili. Le entrate erano in calo, la tech diventava sempre peggiore. Sapevo, mentre registravo il mio ultimo nastro, che era importante porre l’accento su quanto la chiesa stesse andando male e fosse sull’orlo del collasso. Mi sento un idiota mentre vi sto parlando.

Tutto ciò che dovete fare, è accendere la TV o passare davanti al Complex, e vedere che la chiesa è ancora viva e sta crescendo. Ho anche verificato le affermazioni della chiesa che Dianetics era di nuovo sulla lista dei libri più venduti. Beh, anche questo si è dimostrato essere vero.

Dianetics è stato sulla lista dei libri più venduti del New York Times per almeno 29 settimane. Nel Publisher’s Weekly, che è tra parentesi la pubblicazione più rispettata nel campo dell’editoria, per 30 settimane, in quella di B. Dalton Bookstore per 35 settimane e in quella di Waldenbook per 35 settimane.

E poiché il flusso di pubblico dalla chiesa al campo, a tutti gli effetti, si è interrotto, non ci vuole un genio per capire che il pubblico ora è con la chiesa e rimane sulle sue linee.

Quindi, qual è la conclusione che possiamo trarre da questa storia ora che l’abbiamo tracciata? Beh, tanto per cominciare che il movimento del campo è finito. Era destinato a esserlo fin dall’inizio ed ha seguito il corso naturale di tutti gli altri gruppi simili.

Era formato da persone malcontente, primedonne, squirrel e gente che la “sapeva lunga”. Non ci potrà mai essere niente di standard in quei gruppi di persone. Lasciate che vi dica una cosa: il campo ha fallito e non potrà mai avere successo, perché è costruito su una bugia e un overt. Non perché lo dico io, ma perché è un fatto.

Il “campo indipendente” dal 1982 fino al tempo presente ha, che lo sappiate o no, vari precedenti storici. Jack Horner, per esempio, o Bernie Green, o gli Anachronistics, o il Process inglese della metà degli anni ’60.

Che cos’hanno in comune questi tentativi precedenti e la scena attuale? Beh, primo, erano guidati da persone che avevano lasciato la chiesa o ne erano state espulse, persone che si lamentavano di come tutto fosse negativo. Secondo, avendo lasciato la chiesa, cercavano di crearsi una posizione all’esterno della chiesa e di vivere alle spalle della chiesa togliendo dalle linee le persone e terzo, sono tutti falliti a causa di fuori etica e out tech.

Se quelle storie vi suonano familiari, lo sono. Perché quella storia si è tristemente ripetuta nel 1982, ’83 e ’84. Si supponeva che questa volta sarebbe stato differente, ma non lo è stato. Quindi se cercate la tech standard nel campo, risparmiate il vostro tempo. Non esiste e non esisterà mai.

Se parlate della Tech Standard per definizione, allora tutti i gruppi nel campo erano gruppi squirrel e niente più di questo. Ora lo posso dire, visto che non sono più coinvolto né con la chiesa né con il campo e non ho interessi personali né in una direzione né nell’altra.

Semplicemente non ci sono scorciatoie per ottenere delle cose in questo mondo e mi dispiace dire che la stessa cosa vale anche per la Tech Standard.

E per quanto riguarda il campo oggi, alcuni si sono lanciati in altre pratiche con cure del corpo e massaggi terapeutici, tavolette per sedute spiritiche e ipnotismo e Dio sa cos’altro.

Questa non è la strada verso la vera libertà personale che mi è stata insegnata, che io ho insegnato ad altri e che ho compreso essere la buona Standard Tech. Il gioco era semplicemente diventato fare soldi.

L’AAC, dall’inizio del 1983, era connesso e più tardi ha legalizzato ufficialmente l’affiliazione con noti criminali. Squirrel o scismi sono nati da persone che avevano dei rancori da sfogare. Fingevano di consegnare la tech, arraffando i soldi che riuscivano ad arraffare prima che l’out-tech e l’out-ethics rovinasse i loro piani e alla fine li mettesse fuori gioco.

David e John Nelson e DeDe Reisdorf, il management con cui eravamo così arrabbiati, ora ci hanno lasciato nei guai fino al collo. Mi tornano alla mente vecchie pubblicazioni della chiesa che dicono che Mayo, Nelson e Reisdorf avevano lasciato guai alle loro spalle nella Chiesa di Scientology. Il mio pensiero? Che hanno creato guai in entrambe le occasioni.

Completiamo il quadro. David Mayo, John Nelson e DeDe Reisdorf hanno piantato i semi che alla fine hanno portato alle disaffezioni del 1983 e 1984. Evidentemente, e non a livello marginale, erano proprio le persone nel management con cui ce la stavamo prendendo. Poi, ecco che arriva David Mayo per “guidarci tutti verso livelli più alti”.

Ci dovrebbe essere una Tech Standard, un ponte completo, un ambiente con alto ARC, loro la sapevano più lunga di noi e noi li abbiamo seguiti spensieratamente. Nessuno di noi, me incluso, conosceva la storia segreta.  Quindi con cosa ci siamo ritrovati? Senza ponte, senza un ambiente con alto ARC e senza alcun campo, in realtà. Ci siamo ritrovati con molte persone totalmente inattive o dedite ad altre pratiche. Ci siamo ritrovati con David Mayo e soci che chiudevano l’AAC.

Un’altra domanda assillante: perché questi massimi esperti, queste persone di livello superiore, non sono state in grado di mantenere in vita l’AAC? Noi credevamo in loro, sostenevamo il potere che rappresentavano e mandavamo loro denaro, ma ci hanno scaricato, me e voi.

All’arrivo dei guai, si sono defilate. Considerate questo solo per un momento e lo capirete. David e soci crearono l’immagine di un campo “legittimo”, dando credibilità all’idea che era uno scisma e non l’impopolare concetto di gruppo squirrel.  E’ troppo grande come out point per non notarlo, mi dispiace se la metto in questi termini, ma eccoci qui, senza Tech Standard, senza ponte, senza futuro. Se non mi credete, andate a Santa Barbara e guardate voi stessi se riuscite a trovare l’AAC, quello è il prodotto.

Se nella chiesa quelli svolgevano le loro funzioni come hanno fatto nel campo, questo risponde alla domanda del perché si trovassero nel campo in primo luogo. Ma questo non dovrebbe essere una sorpresa. Fin dagli anni ’50 LRH ci aveva messo in guardia riguardo al fare squirrel, su che cosa questo causava e su quali sarebbero state le inevitabili conseguenza e lo ripeté nuovamente nel Ron Journal 38.

La storia che racconto qui, relativa ai momenti difficili che la chiesa ha risolto espellendo chi stava corrompendo la tech e distruggendo le linee nella chiesa, è corretta. E questi staff espulsi se ne erano usciti biasimando il nuovo management per le condizioni che LORO stessi avevano creato, cercando allo stesso tempo di trarre profitto dalla chiesa dall’esterno.

Non è una storia nuova, è già successa prima. Ma la chiesa sembra aver avuto benefici da quando questi tipi se ne sono andati. Il tasso di defezione, o meglio, la mancanza di defezione, lo prova.

Lasciate che vi dica qualcosa riguardo all’attuale causa e processo con la Chiesa di Scientology in generale. Essendomi fatto un’esperienza di più di due anni nel processo intentato dalla Chiesa, ve ne sto parlando con considerevole cognizione di causa. E’ dura avere come avversario la Chiesa di Scientology in una battaglia legale. Primo, hanno un sacco di esperienza e le risorse per assumere eccellenti avvocati. Secondo, combattono duramente e in modo efficace e terzo nel caso di RTC contro di me e David Mayo e altri, predico che non finirà bene per noi.

Penso di aver trattato in modo adeguato le varie argomentazioni.  La mia disquisizione sulla causa legale sarebbe carente se come minimo non vi menzionassi il fatto dell’azione di classe che “il campo indipendente” vuole fare contro la chiesa. Il consiglio che vi do, per come stanno le cose, è di non farvi coinvolgere in quest’azione legale. A parte il tempo e i soldi che spenderete, per non parlare dello stress mentale e animosità, per come la vedo io, oggi, le possibilità di successo sono scarse, e le uniche persone che vedranno mai del denaro da questa causa, forse tra dieci anni, saranno gli avvocati.

Questa è la mia opinione e, dopo più di due anni passati in trincea e l’analisi di quindici cause legali della chiesa, sto parlando per conoscenza diretta.

Non si raggiunge libertà, integrità e verità facendo squirrel o rubando o facendo battaglie legali. Quindi, mentre mi rendo conto che questo potrebbe sbalordire alcuni di voi, ho iniziato delle trattative per fare una transazione con la chiesa in questa causa. Non vedo come mi potrei difendere contro una denuncia in cui i fatti provano che noi ERAVAMO in possesso dei documenti rubati.

Penso proprio che David sia colpevole e sono stanco di dover affrontare i problemi al posto suo. Lui ha appreso dai suoi informatori che stavo facendo una transazione con la Chiesa di Scientology ed era preoccupato. E’ la prima volta che lo sento da prima che l’AAC chiudesse. Era preoccupato che lo stessi facendo per paura e per il fatto di non riuscire più a sostenere i costi legali.

Ha cercato di rassicurarmi in mille modi sul fatto che avrebbe provveduto alle mie spese legali e me l’ha ripetuto molte volte: tutto quello di cui riusciva a parlarmi era di dollari. Ma la mia preoccupazione non erano i dollari, mi stavo preoccupando della mia onestà e integrità e, sfortunatamente, i dollari non ne rappresentano un adeguato sostituto.

Naturalmente David Mayo si aspetta che io dia una mano a raccogliere fondi per “Gli Amici del Primo Emendamento” che è il fondo per la sua difesa legale. Ma certo, ho pensato, ci risiamo, vai là fuori e influenza il campo. Mi dispiace David, non lo farò.

Fino ad ora la chiesa mi ha trattato con gentilezza, rispetto e cortesia, nonostante le azioni orribili che ho fatto contro di lei in passato e nonostante la mia affermazione di non volermi riunire alla chiesa. Non sono stato pagato e non mi sarà dato “un penny bucato”, per citare Heber Jentzsch, per la mia transazione con la chiesa. E’ doloroso rendersi conto di avere perso la propria integrità. Una grossa parte del problema si risolve diventando onesti e retti nei confronti della chiesa. Questo non significa che tornerò sul Ponte, ma significa che le mie mani sono più pulite e la mia vita più felice mentre vado attraverso a questo procedimento.

I miei tempi più felici sono stati quelli in cui ero sul Briefing Course nel ’74 e poi sul corso di Classe VIII nel ’78, quando ricevevo e davo tech di buona qualità, rispettando i miei accordi e cosi via. Mi sentivo molto bene.

Dalla mia decisione di lasciare la chiesa in poi, non è più stato così. Con questo non voglio dire che non ci sono più stati momenti felici, ma voglio dire che, come un tarlo, c’era la presenza in sottofondo della verità che non potevo negare, il fatto di essere in possesso dei materiali che avevo ottenuto illegalmente. Magari non era illegale agli occhi della legge ma lo era per il mio senso morale di cosa fosse giusto. Non mi sono mai considerato un SP e la maggior parte della gente non mi considera tale, ma io mi stavo comportando esattamente come descritto negli HCOB sulle persone soppressive, spacciando voci di corridoio per fatti, facendo circolare solo cattive notizie riguardo alla chiesa, e chi più ne ha più ne metta.

Mi trovavo in un dilemma morale e se vi sentite spaesati, tristi o confusi, significa che c’è qualcosa che vi tormenta. E vi dirò che cosa è probabilmente: non siete stati onesti e retti per quanto riguarda gli accordi che avevate preso con il vostro gruppo. Non vi sto dicendo di tornare nella chiesa, sta a voi prendere questa decisione.

Quello che vi sto dicendo è che la vostra integrità è più importante che dipendere da dei materiali rubati. Tutti noi abbiamo promesso di rispettare la confidenzialità di quei materiali e abbiamo violato quegli accordi.

E se voi dite, beh, la chiesa non ha mantenuto i suoi accordi con me, mi dispiace ma queste sono solo un sacco di chiacchiere, è la vostra mente reattiva al lavoro.

Inoltre, questo non è importante, quello che importa è che la vostra onestà e correttezza fondamentali sono state corrotte, come lo è stata la mia. Ma potete porvi rimedio.

Biasimare la Chiesa di Scientology per tutti i miei guai non mi ha aiutato e, credetemi, potrei mugugnare per ore e ore su quanto la chiesa ha fatto questo e quest’altro, mio Dio, tirar fuori un sacco di carica.

E sapete una cosa? Dopo quelle sedute che erano vere e proprie maratone di lamentele (e penso che nessuno di voi ne abbia fatte tante quanto me), non mi sono sentito meglio di un grammo. Sono un SP dichiarato e, per quanto duro sia doverlo ammettere, quella dichiarazione è corretta.

Quindi eccomi qui, di fronte a voi, nudo, un SP e uno squirrel. Per quelli di voi che ora mi vedranno come un traditore, mi dispiace, ma questa è la mia scelta.

Ho fatto la mia ricerca, ho fatto l’analisi dei fatti e queste sono le conclusioni alle quali sono arrivato. A coloro di voi che si sono incuriositi o che ora si stanno ponendo delle domande, dico: cercate le vostre risposte con lo stesso vigore che usereste per ritrovare un bambino scomparso. Chiamate qualcuno, fategli sentire questo nastro. Chiamate l’org che avete abbandonato e trovate un modo di appianare le divergenze.

Ci sono già state troppe lotte e troppa animosità.

Vi voglio suggerire un’altra idea: se possedete materiali rubati, restituiteli alla chiesa e allo stesso tempo togliete il vostro nome dalla lista di chi vuole dare inizio alla causa legale contro la chiesa. E se state ancora facendo squirrel, smettetela.

Con il mio più profondo affetto, chiudo questo nastro con questi pensieri. Spero che la verità sia più importante per voi che la battaglia di “voler aver ragione”.

 A tutti i miei amici, a chi mi ha sostenuto nel corso degli anni, un enorme grazie per l’affetto e l’aiuto. E’ importante per me, ora, aver sistemato questa faccenda con la chiesa e con voi, proprio per poter ripristinare la mia integrità. Se avete qualcosa da sistemare, fatelo. Mi sento meglio ogni giorno che passa, e anche a voi potrebbe succedere lo stesso.

Jon Zegel

Fine della terza e ultima parte

Registrazione audio originale: Zegel tape 4 – Parte 1 

Registrazione audio originale: Zegel tape 4 – Parte 2 


©1987 John Zegel. Redistribution rights granted for non-commercial purposes.
Questa voce è stata pubblicata in David Mayo, Jon Zegel, Squirrel Auditing e Training, Squirrel contro Ron, Squirrel: Strategie, Testimonianze. Contrassegna il permalink.

7 risposte a I nastri di Jon Zegel – Terza Parte

  1. uno staff leale ha detto:

    WOW, sono senza parole!!! Spero che più persone possibili li leggano e lo usino, è uno strumento di dead agent favoloso, checché ne dica “Camillo Benz” (incrocio fra un uomo politico del passato ed un’automobile di lusso…..non sequitur e squirrel).

    Ciao da Elena

  2. athena ha detto:

    Me lo sono letto tutto d’un fiato. Ora il quadro è completo.
    Spero che qualcuno segua l’esempio di Zegel e la smetta di seguire la Rattology propinata da Marty che spaccia come Scientology e cominci davvero a pensare con la sua testa.
    E al contrario di quanto dice Camillo Benz, Zegel stesso dichiara di non avere preso un penny dalla Chiesa: questi rattology non riescono proprio a concepire che una persona possieda l’autocritica e decida, in base a nuovi dati, di rivedere le sue posizioni.
    Chiaro, un SP non ha il dono dell’autocritica, e neanche il concettto di proprietà privata, quindi va benissimo usare materiali rubati che sono il frutto del lavoro di 50 anni di LRH.
    Noi continuamo a lavorare e fiorire e prosperare.

    • Luigi ha detto:

      Doppio WOW ! . Davvero la scena ora è completa. Impressionante. Da brivido.
      Letto anche io tutto di un fiato ed il cerchio è chiuso , tutto ha un senso.
      Ogni squirell dovrebbe fare in plastilina questi nastri , ammesso che abbiano la capacita di stare di fronte . E sarebbe molto dura.
      Quando LRH dice ” stare di fronte al male….” ma uno normale non si aspetta una tale bassezza, una tale determinazione a distruggere… per soldi… e per psicosi… non ci avrei creduto prima …

      Questi hanno progettatato tutto . come ora lo sta facendo RAT( De fogna )Burn.

      “Completiamo il quadro. David Mayo, John Nelson e DeDe Reisdorf hanno piantato i semi che alla fine hanno portato alle disaffezioni del 1983 e 1984. Evidentemente, e non a livello marginale, erano proprio le persone nel management con cui ce la stavamo prendendo. Poi, ecco che arriva David Mayo per “guidarci tutti verso livelli più alti”.
      “Sono un SP dichiarato e, per quanto duro sia doverlo ammettere, quella dichiarazione è corretta.Quindi eccomi qui, di fronte a voi, nudo, un SP e uno squirrel. Per quelli di voi che ora mi vedranno come un traditore, mi dispiace, ma questa è la mia scelta.”

      E RAT( De fogna )Burn ora incarna sia la parte degli exec che hanno fatto danno e casino a non finire creando disaffection cosi da coltivare gli scontenti e poi incarna anche Mayo proponendosi come il salvatore di quelli che ha soppresso in primo luogo…

      Che schifo e che ribrezzo !

  3. massimo franceschini ha detto:

    Per pura curiosità: qual è la posizione di Zegel nei confronti della Chiesa attualmente?
    E’ su un programma per rientrare o è dichiarato definitivamente?

    • Etica e Verità ha detto:

      Per i dati che ho, lui e la moglie Vivian sono ancora SP dichiarati.
      Gli stessi squirrel li elencano tra quelli che hanno lasciato Scientology in un articolo di ottobre 2010. Non so come facciano a considerarlo un punto a loro favore.

      • uno staff leale ha detto:

        Probabilmente applicano il famoso Service Fac “mal comune mezzo gaudio” e non osservano quello che hanno davanti

  4. anvedio ha detto:

    Vediamo di capire: i primi tre nastri di Zegel vanno bene agli squirrel perchè parlano male della Chiesa, del Management e di Ron.
    Il quarto nastro invece non va bene perché Zegel dice cose che a loro non piacciono e non è affidabile perché smentisce quello che ha detto prima.
    Però Zegel gli va abbastanza bene da includerlo in una articolo (dal titolo “pensavate di essere soli?”) che fa un elenco di persone che se ne sono andate, perchè comunque fa numero.

    Includerebbero anche Rockfeller e il suo psichiatra nella lista dei loro amici se servisse per dare addosso a COB e alla Chiesa.

    La loro incoerenza è pari solo alla loro disonestà.

I commenti sono chiusi.