Marty Rathbun, una Mente Criminale all’Opera

 “Sono entrato in Scientology al solo scopo di aiutare mio fratello Bruce, che era [mentalmente] disturbato”. – Rathbun

Quando si leggono le cose che Marty Rathbun scrive, bisogna sempre applicare i principi contenuti nell’HCOB di LRH La Mente Criminale, con la certezza che Marty accusa altri proprio delle cose di cui lui stesso è colpevole. Su Etica è Verità abbiamo già evidenziato il meccanismo di questa mente criminale all’opera (vedere articolo Dannati per Loro Stessa Ammissione), ma c’è una situazione che ancora persiste nel presente che riguarda Marty e che vogliamo portare alla vostra attenzione.

Nel suo blog Marty ha dichiarato: “Sono entrato in Scientology al solo scopo di aiutare mio fratello Bruce, che era [mentalmente] disturbato”.

Questa è un’affermazione alquanto enfatica. “Al solo scopo di aiutare mio fratello mentalmente disturbato …”.

Bruce era mentalmente disturbato, era un caso psichiatrico. E’ stato assassinato.

Marty ha un altro fratello, Scott Rathbun.

Nonostante i trattamenti psichiatrici cui Scott è sottoposto, è una persona dolce, lucida, interessata, intelligente, educata e amorevole, con un grande senso dell’umorismo. Smania di avere notizie da suo fratello Marty, che ricorda con affetto.

L’unico parente in vita di Scott è Marty. Vive da solo con due uccellini che gli fanno compagnia.

Non vuole niente da Marty se non una parola amichevole, potersi abbandonare per un po’ ai ricordi e sapere che suo fratello gli vuole ancora bene. Non sta chiedendo denaro. Non vuole ricevere auditing, vorrebbe solo non essere ignorato dal suo unico parente ancora vivo.

Scott vive a Los Angeles, a 20 minuti dalla lussuosa residenza di Tiziano Lugli e di sua moglie Jamie Sorrentino, dove Marty soggiorna quando si trova in quella città. Può Marty, il grande umanitario, degnarsi di fare questo sforzo per suo fratello?

Da quanto Marty è entrato in Scientology NON HA MAI trovato il tempo una volta per andare a far visita a suo fratello, né quando era nella Chiesa e viveva per la maggior parte del tempo a Los Angeles, né da quando ha lasciato la Chiesa. Marty non l’ha mai neanche chiamato e l’ultima volta che Scott l’ha sentito è stato nel 1994, in occasione della morte di loro padre.

Per giustificare questo comportamento tutt’altro che umano, naturalmente, Marty biasima la Chiesa per questo, dicendo che non ha mai potuto, nei 28 anni in cui era staff, prendersi del tempo per andare a visitare il fratello (che sarebbe la sola ragione per cui Marty è entrato in Scientology, secondo le sue parole), ma sembra che anche ora ci sia qualcun altro che gli impedisce di farlo, visto che anche dopo che Marty ha lasciato la Chiesa non gli ha mai fatto visita.

Chi è Marty per accusare qualcuno di negligenza, di mancanza di compassione, di comportamenti atroci? Come giustifica il suo comportamento con il fratello Scott?

A Marty non importa un fico secco di suo fratello. In realtà, a Marty non importa veramente di nessuno, se non di Marty stesso.

Scott ha detto qualcosa di molto perspicace. Ha raccontato che sua madre, suo fratello Bruce e, in effetti, tutti i membri della sua famiglia soffrivano di schizofrenia. Questo spiega molti dei comportamenti di Marty e del perché stia cominciando a perdere colpi.

Forse ora che è stato svergognato pubblicamente riguardo al fratello Scott, Marty andrà a trovarlo. Se questo succede e se il fratello sopravvive alla sua visita, siamo contenti per Scott che realizzerebbe così il suo desiderio, anche se siamo consapevoli che l’unico motivo per cui Marty lo farebbe sarebbe per usarlo per qualche suo fine recondito, come fa con tutti quelli che abbindola, del resto.

Questa voce è stata pubblicata in Mark “Marty” Rathbun, Varie. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Marty Rathbun, una Mente Criminale all’Opera

  1. camillo benso ha detto:

    Predicano ARC e seminano disastri.
    Ho giò detto la mia sul blog americano riguardo a Tiziano Lugli. In America vive nel lusso, ma a Brescia ha lasciato parecchie situazioni non risolte ….. forse per questo che gira alla larga.
    Quello che non sapevo era che è il braccio destro per l’Italia di Marty.
    Chi si somiglia si piglia.
    Ecco il post dove spiegavo un po’ di retroscena di questo personaggio locale, è in inglese:

    http://martyrathbunblog.com/tiziano-lugli/tiziano-lugli-another-of-marty-rathbuns-sirens/

  2. humptydumpty ha detto:

    Marty- pinocchio, ma veramente la tua faccia tosta non ha limiti.
    Ma per favore, vuoi fare credere che in 28 anni non ti sei mai preso del tempo per tuo fratello perchè qualcuno te lo impediva? Dicci in che altro modo l’hai giustificato, perchè questo non ci ha convinto.
    Già il fatto di permettere che un familiare sia in mano psichiatrica è un atto soppressivo in sé che si unisce agli altri e continui atti soppressivi che stai facendo.

  3. uno staff leale ha detto:

    Wow due fratelli nelle mani degli psichiatri? Una famiglia che ha ed ha avuto problemi di schizofrenia? Non stento a crederci, guardavo la faccia di Marty nel video pubblicato ieri…..a l’è propri mat!

    Quindi grazie al contagio dell’aberrazione (Riferimento Dianetics La forza del Pensiero sul Corpo pag 163) lui adesso è matto, abbiamo un dato stabile!

    Messaggio ai suoi “fans” tornate indietro finché siete in tempo, lui è andato!!! E così i suoi più vicini “collaboratori” (ma avete visto quanto è solido Rinder?) qualcuno di voi invece può ancora rendersi conto che ha preso una cantonata e torna in PT. Sentite qui che cosa dice LRH a pagina 12 del libro “Scientology 0-8”

    “Naturalmente un essere può fuggire dalla vita (fare blow) e andare a rifugiarsi sulla faccia nascosta della luna, senza fare niente e pensare a niente. In tal caso non avrebbe bisogno di conoscere alcunché, di essere responsabile di alcunché e di controllare alcunché. Sarebbe anche infelice e sarebbe decisamente morto per quanto riguarda se stesso e tutti gli altri. Ma dato che non si può uccidere un thetan, è impossibile mantenere tale stato e la via del ritorno può essere terribile.”

    Ciao a tutti da Elena

  4. carletto ha detto:

    Strano che l’unico della famiglia che “sta bene” sia Marty … vi ricorda qualcosa?

  5. black swan ha detto:

    Aspetta che indovino …. è un SP? 🙂

    LRH dice parlando delle carateristich della personalità anti-sociale: “Intorno a tale personalità troviamo compagni o amici intimiditi o malati che, anche quando non vengono portati effettivamente alla pazzia, si comportano comunque da incapaci nella vita, incontreranno fallimenti e insuccessi”.

    E non mi sto riferendo semplicemente alla questione “familiare” ma di tutto quello che ho letto che Marty ha fatto durante la sua (purtroppo) lunga permanenza sulle linee.

    Chissà quanti bravi staff ha affossato. Spero solo che leggano e capiscano da dove arrivava la soppressione e si possano riabilitare.

I commenti sono chiusi.