Com’è Potuto Accadere?

Com’è Potuto Accadere?

Di tanto in tanto alcuni lettori chiedono: com’è stato possibile che SP come Marty Rathbun e Mike Rinder siano rimasti in circolazione per così tanto tempo, senza che nessuno prendesse adeguate misure per rimuoverli dalle loro posizioni autorevoli, impedendo così che commettessero ulteriori danni?

E’ una domanda logica, che ha una precisa risposta nei materiali di L. Ron Hubbard del Corso PTS/SP, che consigliamo veramente a tutti. In questo articolo diamo alcune delle risposte tecniche a queste domande dei lettori.

Etica e Verità

Chi Ha Fatto La Frittata?

Da un punto di vista “operativo” Rathbun e Rinder hanno dato inizio alla loro campagna di menzogne contro Miscavige e la Chiesa per un motivo meschino: il potere.

Miscavige ha rimosso dalla loro posizione di potere questi due e alcuni loro complici, quando sono venuti alle luce i disastri e le tremende irregolarità che avevano commesso. Questo è stato il loro vero movente per dare inizio alla loro “crociata” di odio e diffamazione (per maggiori dettagli vedere l’articolo “Cos’è Accaduto Veramente”).

Ovviamente, la rimozione di Rathbun e Rinder da posizioni di rilievo non è stato l’inizio della storia. Per loro è stato il movente, il motivatore, ma la loro rimozione è stato il rimedio estremo per proteggere il gruppo da una lunga serie di errori disastrosi e crimini ecclesiastici commessi più o meno nascostamente da Rathbun e dalla sua banda.

Ma quali sono i motivi tecnici che stanno alla base del comportamento che costoro hanno tenuto ANCHE quando erano nella Chiesa per lunghi anni? Prima di proseguire nella lettura di questo post, vi consigliano di leggere l’articolo “Dannati per Loro Stessa Ammissione”. Troverete dettagli di come costoro facessero finta di produrre e coprissero furbescamente i loro atti soppressivi con bugie proteggendosi a vicenda.

Erano bacati, si nascondevano scaltramente dietro menzogne e generalizzazioni, eliminando brutalmente dal loro cammino coloro che potevano denunciarli o fargli rapporto.

LRH se n’era accorto, almeno per quanto riguarda Rinder (vedere gli articoli “Mike Rinder: Eminenza Grigia e Studente Fallito Parte 1” e “Parte 2), ma anche quando LRH era in giro, sono riusciti a mantenersi a galla creando il loro piccolo lager blindato dove poter sopravvivere. Mostravano una faccia quando c’era in giro Miscavige o qualche executive che poteva metterli nei guai, e una faccia completamente diversa quando non c’erano.

Percorrendo questo sentiero aberrato e aberrante sono diventati quelli che sono ora.

Nell’HCO PL 7 agosto ’65 intitolata “Le Principali Caratteristiche delle Persone Soppressive”, elencando le caratteristiche della Persona Soppressiva, LRH dice:

 “Un SP può solo restimolare un altro, di per sé non ha potere”….

“Un  SP ha a che vedere solo con il restimolare, mai con l’alleviare o con il cancellare”….

“Le persone intorno a un SP si restimolano a tal punto che non riescono a individuare il vero SP”.

Inoltre, nell’HCO PL del 15 agosto 1967, Pubblicazione I, “Disciplina – Gli SP e l’amministrazione – In che modo crollano le statistiche”, LRH dice:

“ Uno dei modi in cui un SP opera per arrestare un’attività o per fermare un’abbondanza è di scegliere membri importanti del personale per diffondere storie pazzesche, false e allarmanti su di loro.”

“Un altro modo, usato spesso in combinazione con quello sopra, è di martellare un executive importante con entheta allarmante sullo staff, sulle divisioni o sulle attività. Questo spinge l’executive a intraprendere azioni fuori luogo, che scompigliano le cose e che potrebbero portare al licenziamento di validi membri dello staff”.

E, ancora, nell’HCO PL del 5 aprile 1965, Pubblicazione I, LRH spiega il motivo tecnico per cui un SP si comporta in questo modo:

“Il fatto tecnico è che essi hanno un problema enorme, da lungo tempo scomparso e non più conosciuto neppure a loro, per “risolvere” il quale usano continuamente atti perfidi celati o palesi. Essi non agiscono per risolvere l’ambiente in cui si trovano. Stanno risolvendo un solo ambiente, quello del passato, in cui sono bloccati.”

Uno dei principi fondamentali dell’insanità di Marty Rathbun è la sua convinzione che la vita sia una continua guerra. Insegna al suo drappello di seguaci che c’è un nemico da combattere strenuamente. Li condiziona a credere che ci siano nemici e spie ovunque.

Rathbun ha ammesso di essere un mercante di caos e di provare piacere nel creare caos e istigare turbamenti. Il suo punto di vista è quello di combattere fino alla fine! Sconfiggere il “nemico” che ha individuato, vero o immaginario che sia, con ogni mezzo necessario.

Rathbun è quindi diventato un triste esempio di ciò che lui ha fallito di risolvere. Chi conosce o ha conosciuto Marty personalmente, vi dirà che litigi, battibecchi, scaramucce e cose simili sono i suoi giochi preferiti. E’ ossessionato dal dover dominare e dover sopraffare i suoi oppositori, ancora una volta reali o immaginari che siano, che pensa lo stiano perseguitando.

L’ossessione di dover continuamente combattere tali oppositori, reali o immaginari, a qualsiasi costo è esattamente il punto di insanità di Marty Rathbun.

Poi, restimolando coloro che cadono nella sua trappola, trasmette il suo odio e li coinvolge nella battaglia, al punto che si credono dei crociati, dei liberatori, dei guerriglieri che devono fare giustizia (vedere l’articolo “Il Contagio dell’Odio”)

Se avete delle riserve nel credere a ciò, leggete voi stessi cosa ha scritto Marty riguardo a se stesso e al suo modus operandi.

“Le motivazioni di tali atti sono un computo psicotico di auto-conservazione: mantenere un livello sufficiente di caos e minaccia nell’ambiente, farmi passare come una soluzione a ciò, invece che il suo istigatore e ottenere che un sacco di persone si demoralizzino e rimangano turbate mentre io, non individuato come causa di tutto ciò, sopravvivo.” – Marty Rathbun

“Ho usato questa base operativa soppressiva per cercare di conservare la falsa impressione di avere un background di buona produzione all’esterno che mi garantisca di mantenere una posizione autorevole. Di fatto, questa è una frode che io ho commesso. Sulle linee esterne il mio modo di operare è lo stesso: consiste nelle caratteristiche dell’SP di restimolare solamente senza mai destimolare.” Marty Rathbun

 “Ho sviluppato una ben congeniata falsa tecnica di PR di posizionare me stesso come parte vitale nella risoluzione delle minacce durante e dopo il fatto …” Marty Rathbun

E a quel gruppetto di sostenitori di Marty che si mostrano compassionevoli nei suoi confronti, che incolpano “la Chiesa” di perseguitare Marty Rathbun, vorremo fare presente che è stato Marty ad abbandonare la Chiesa dopo che gli era stato offerto aiuto più volte. Era stato rimosso da posti di responsabilità per impedirgli di fare ulteriori danni, ma è lui che se n’è andato.

E’ sempre Marty Rathbun che ha attaccato Scientology e il suo leader sui mass media facendosi pagare per questo. E’ Marty che ha stretto alleanza con nemici storici di Scientology e di LRH, ed è sempre Rathbun che sta illecitamente usando in modo squirrel la tecnologia di LRH per denaro e potere, incurante degli effetti che sta causando a persone che ha confuso, restimolato e che continua a restimolare.

Se non fosse per la necessità di dover fornire i fatti veri e smentire le bugie che Marty Rathbun e amici stanno facendo circolare, di sicuro la Chiesa, non se ne occuperebbe, come non si occupa di chi, per motivi personali, decide di non voler più fare Scientology. E’ necessario far conoscere le azioni soppressive che stanno facendo, altrimenti non ce ne occuperemmo nemmeno noi di Etica e Verià.

Non ci piacciono le guerre, al contrario di Marty, e preferiremmo dedicare tutte le nostre energie per creare cose positive e per realizzare le mete stabilite dal nostro Fondatore L. Ron Hubbard.

Ma Rathbun ha eletto Miscavige e la Chiesa di Scientology come suoi avversari. Eppure sa molto bene quanto è lunga la lista di chi ci ha provato e ha fallito. E’ una scelta logica: vuole il miglior Ufficiale di Etica per farsi fermare.

Per essere certo che ce ne occuperemo, cerca di impadronirsi di Scientology per farne ciò che gli pare. Quindi ce ne occupiamo, per questo il suo futuro e quello dei suoi squirrel è già scritto.

Etica e Verità

Questa voce è stata pubblicata in Articoli in evidenza, Mark “Marty” Rathbun, Marty Rathbun: Confessioni, Mike Rinder, Varie. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Com’è Potuto Accadere?

  1. Sergio-08 ha detto:

    Bellissimo post.
    Non ho mai avuto dubbi che costoro fossero bacati anche prima di scoppiare.
    Magari hanno avuto periodi meno corrotti e può darsi che il declino sia stato graduale, ma di certo si sono barcamenati fino a diventare quel che sono.
    Lasciami dire che, se uno ha dei dubbi sul “come mai gli è stato permesso”, e intendo dire dubbi sul fatto che fossero nel giusto, vuol dire che ha già ingoiato l’esca avvelenata dagli squirrel. Ovviamente anch’io mi sono chiesto “com’è possibile?”, ma un conto è porsi una domanda lecita, tutt’altro conto è cadere in dubbio sul proprio gruppo perchè “non ti sembra possibile che questi personaggi siano veramente degli SP”.

    • Armando ha detto:

      Concordo in pieno Sergio.
      Certo che è paradossale che la Chiesa venga criticata per aver protetto Scietology e gli Scientologist rimuovendo coloro che hanno causato i guasti.

  2. anvedio ha detto:

    Messaggio per lo squirrel Libero: il server mi segnala ripetuti tentativi di spedizione dal tuo indirizzo email (fasullo). Mettiti l’animo in pace, sei bannato. Le cose che spedisci vengono filtrate nello spam e cestinate direttamente.

    • Motoperpetuo ha detto:

      Continua a protestare ‘sto tizio?
      Se voleva andarsene e l’ha fatto, che altro vuole?

      • anvedio ha detto:

        Non te lo so dire, vanno nello spam in automatico.
        Nei precedenti offendeva e cose simili, ma mi sono stancato di dargli corda. Non si può discutere con chi parte dal punto di vista che hai torto marcio e offende.
        Questione chiusa.

  3. Pietro dal Pra ha detto:

    Quel che è davvereo paradossale, Armando, è che ci siano persone che danno credito a Rathbun sebbene sia evidente che:
    1) lui e compagnia hanno confessato di aver commesso valanghe di atti soppressivi prima di andarsene e non le hanno mai smentite;
    2) per sostenere i loro attacchi alla Chiesa si rivolgono a giornalisti e altri individui nemici di Scientology;
    3) per continuare a “praticare Scientology”, commettono azioni chiaramente squirrel e fanno comunella altri squirrel.
    Questo è davvero paradossale.

    • Archie Goodwin ha detto:

      Neanche troppo paradossale se osservi il tipo di “pubblico” che si attirano. A parte quelli che sono chiaramente persone che è meglio perdere che trovare, sono tutte invariabilmente persone che hanno dei rudimenti out con la Chiesa. Rathbun e soci sfruttano questo stato di cose per renderli sempre più critici e ostili alla Chiesa.
      In breve “mutual out ruds” (rudimenti out in comune) usati per creare un accordo di bank.

      Archie

      • Etica e Verità ha detto:

        E’ proprio questo il soggetto che svilupperemo in uno dei prossimi articoli: il metodo con cui Rathbun sfrutta i rudimenti out dei suoi accoliti per creare un gruppo accomunato da uno scopo distruttivo.
        Ma domani parleremo dell’ignoranza abissale che caratterizza questro sodalizio criminale.
        Si riprende il lavoro.

  4. Enrico Marchesini ha detto:

    qualche bellissima notizia dai miei selezionati in questo mese da Flag:
    Luisa ha completato L10/12
    Pasquale, L10
    Luca, Grado 2
    Antonella, Oggettivi
    Elena, Fprd
    Barbara L12
    Nadia, Grado 4
    Bula, Grado 1-2-3-4
    Roberto,Purif
    Fabio, OT preps.
    Inoltre un’altra mia selezionata è entrata sullo staff di Milano org!
    Poi, per ultima cosa, oggi ho iniziato ad audirmi on board e le mie session videate, esaminate, e con uno standard C/S sono state belle, esteriorizzanti e divertenti!
    E vi garantisco che essere seguiti da una squadra standard è bellissimo e ti senti davvero un auditor importante!
    ML

    • uno staff leale ha detto:

      Bravo Enrico, queste sono buone notizie, sono prodotti veri, gente che va ONESTAMENTE sul ponte e CONFRONTA CIO’ CHE DEVE CONFRONTARE (chi ha orecchie per intendere intenda, gli altri in roulotte) (sono sicura che c’è un sacco di squirrel in cerca di una roulotte, visto che di intendere non se ne parla proprio)

      Ciao, Elena

  5. duca di Brianza ha detto:

    Ma sto bullo di Vicenza non si è ancora inpiccato?
    Se ti manca la corda vieni a trovarmi che ti do anche l albero e ti aiuto ad impiccarti.
    Complimenti ad Enrico per il suo lavoro.
    GRANDE.

I commenti sono chiusi.