Marty Rathbun Parlerà Ai Tedeschi Dei Suoi Abusi?

Marty Rathbun Parlerà Ai Tedeschi Dei Suoi Abusi?

“NON HO MAI ALZATO LE MANI SU NESSUNO”
Marty Rathbun  (dalla sua intervista al Saint Petersburg Times)

Non si accorgono delle assurdità che scrivono? Possibile che la nebbia dei loro overt li renda così ciechi? Cos’hanno in testa?

Abbiamo appena scritto che Marty Rathbun andrà presto a visitare uno dei principali nemici di Ron e di Scientology: la tedesca Ursula Caberta (vedere articolo “La Strana Amicizia di Marty e Monique Rathbun”.

Marty lo ha confermato nei giorni scorsi al suo amico Tony Ortega. Costui è un “giornalista” di New York nemico di Ron e di Scientology che ha pubblicato tonnellate di entheta su Ron e su Scientology sul suo giornalucolo online chiamato “VillageVoice”. Già questa amicizia dovrebbe fare arrossire di vergogna chiunque segue Rathbun e si arroghi impropriamente del titolo di Scientologist.

Sul suo blog Marty ha spiegato che andrà a parlare con la Caberta degli “abusi commessi dalla Chiesa di Scientology” così che le loro azioni (ndr: del Governo tedesco) “si potessero concentrare sugli abusi… e non sulle credenze, sulla fede”.

Ovviamente i suoi cloni italiani, salvo qualche isolata voce di dubbio e dissenso (comunque indice di dissidi interni), hanno alzato al cielo i loro osanna per l’ardita mossa del loro guru.

Ci chiediamo se Marty parlerà anche degli abusi commessi da lui stesso e dal suo principale complice Mike Rinder, ampiamente documentati e che loro stessi hanno confessato con testimoni?

Cosa molto improbabile ma, anche se fosse, il punto non è questo. Il fatto è che quel che dichiara Marty è completamente falso, e lui lo sa. Sa benissimo che la Caberta e gli intolleranti del suo ufficio anti-religioso non sono interessati a discutere di presunti abusi. Almeno non solo. Infatti sono ormai vari lustri che la Caberta attacca la dottrina di Scientology, gli insegnamenti di Ron e Ron stesso! Leggete il suo libro “Schwarzbuch Scientology” (Il Libro Nero di Scientoloigy) del 2007 e vedrete quali parole “gentili” dedica a Ron e alla dottrina di Scientology.

Più o meno contemporaneamente Rathbun scrive sul suo blog riguardo il recente numero della rivista Freedom della Chiesa di Scientology, pubblicato per denunciare la faziosità e scorrettezza della rivista The New Yorker, che circa sei mesi fa ha pubblicato un lungo articolo-spazzatura a firma Lawrence Wright centrato su un’intervista al regista ex-Scientologist Paul Haggis. Rathbun si dilunga a spiegare che la funzione di Freedom dovrebbe essere quella di “ripulire il marciume della società”.

I suoi Marty-dipendenti italiani rincarano la dose dicendo che l’intervista di Haggis trattava degli “abusi fisici che David Miscavige perpetrava”.

Entrambi dimenticano di dire che i presunti “abusi fisici” Haggis non li ha mai visti e che glieli ha “rivelati Marty-criminalmind-Rathbun”.

Le bugie di Haggis, ispirate da Rathbun e pubblicate da The New Yorker, sono auto-evidenti se si pensa che da oltre vent’anni non frequentava Scientology e sono state ulteriormente evidenziate dalle dichiarazioni della sorella Kathy Haggis pubblicate nell’articolo “Paul Haggis dalle Parole della Sorella Kathy”.

Quindi, dopo aver ispirato lui stesso Haggis nel suo attacco tramite il New Yorker, Marty Rathbun, vero autore degli abusi che Haggis “denunciava”, ha la faccia tosta di criticare la Chiesa perché denuncia la verità tramite la rivista Freedom.

Non male come ipocrisia.

Non paghi di questa ributtante manfrina, Marty e i suoi disadattati transfughi lanciano un ridicolo “PIANO DI AZIONE” che, secondo i voli pindarici della loro fantasia, dovrebbe mettere nei guai Miscavige e la Chiesa. Aria fritta ma, tra le righe, parlano ancora di abusi, soprusi e violenze. Dimenticando di nuovo di dire che le violenze e gli abusi li commetteva proprio Rathbun.

Insomma, questo eroe della frottola, ha la memoria corta. Gliela rinfreschiamo subito.  Rileggiamo un breve passo di quel che aveva dichiarato in un annuncio pubblico quando nel 2003, per l’ennesima volta, stava cercando di farsi riaccettare nella Chiesa:

Ho creato un clima operativo di paura, assumendo la beingness del tipo duro, scortese, sospettoso e minaccioso ovunque andavo. Ero aggressivo con le persone in generale. Mi aggiravo con uno sguardo severo come se fossi pronto ad abbattere fisicamente chiunque faceva una mossa sbagliata, e l’ho fatto.”

A corroborare con un’ulteriore testimonianza la storia di Marty il Bugiardo, pubblichiamo la testimonianza di uno staff che ha avuto a che fare con Marty Rathbun e che spiega quali sono state per lui le conseguenze di quegli “incontri ravvicinati”.

Buona lettura.

«Giusto perché si sappia, ho conosciuto questo pazzo e quello che scrivo è basato su fatti e veritiero. Lo posso dire in quanto sono stato io l’oggetto di queste minacce e psicosi!

Ho conosciuto Rathbun nel 1991, anche se ho avuto pochi incontri diretti con lui.  Ho comunque sperimentato episodi di ira incontrollata e violenza, come pure alcuni suoi subdoli tentativi di rovinare la mia reputazione. Anche se ho sentito di altri che hanno avuto esperienze simili alla mia con Rathbun, mi limito a descrivere quanto da me direttamente e personalmente osservato e sperimentato.

Nel 1996 Rathbun mi prese in seduta per un confessional, una verifica preparatoria in quanto avrei dovuto a breve occupare un posto più alto nella gerarchia ecclesiastica. Dovevano essere accertati miei eventuali coinvolgimenti con alcune persone con cui avevo lavorato in passato e che avevano alterato la policy amministrativa di LRH.

Durante questo procedimento, Marty non si era lasciato andare a scatti d’ira incontrollati o a visibili violazioni della tecnologia standard, ma, una volta completato il confessional, prese quanto da me confessato “abbellendolo” con cose che non avevo mai né detto né fatto, cercando di farmi passare per qualcuno che aveva tentato di creare un grave scisma all’interno della Chiesa.

Mi tolse dal posto impedendomi di svolgere le mie funzioni per 4 mesi, quando, in realtà, ciò che avevo confessato erano dei disaccordi avuti con un’altra persona, a quel tempo staff della Chiesa: Tom DeVocht (ndr: vedere l’articolo “Tom DeVocht: Sprecare i Soldi della Chiesa”).  Marty Rathbun stava proteggendo Tom e non c’è stato verso di fargli ascoltare le mie spiegazioni di come Tom stesse alterando la policy della Chiesa.

Il successivo incontro che ebbi con Rathbun fu qualche mese dopo, all’inizio del 1997. A quel tempo ricoprivo una funzione all’interno della Chiesa di Scientology Internazionale che aveva a che fare con elaborare delle valutazioni sui progressi delle Chiese e altre situazioni. Avevo quindi proposto un programma da eseguire in una delle principali Chiese che, devo ammettere, non era adeguato a risolvere la situazione.

Rathbun, venuto a conoscenza di questa valutazione fatta in modo scorretto, irruppe sulla scena, ma invece di usare le procedure di correzione previste dalla policy, mi affrontò in modo molto duro per quanto avevo fatto: la mia ammissione di aver sbagliato,  fu presa da Marty solo come un tentativo di impedirgli di scoprire cosa “stavo veramente facendo”, il che diede inizio a un interrogatorio estenuante che avrebbe dovuto farmi confessare questo. Gridava e cercava di intimidirmi facendo roteare una mazza da baseball e colpendo un classificatore metallico a pochi centimetri da me, con il chiaro scopo di spaventarmi e ottenere da me un qualche tipo di confessione. Rathbun è molto più alto di me.

Dal momento che questo tentativo di farmi confessare non aveva “funzionato”, una sera tardi, mi portò in una stanza privata, chiuse la porta e in modo sempre più insistente mi interrogò di nuovo per “arrivare a capo della situazione” e ottenere da me una confessione, accusandomi di avere degli sporchi segreti. Ha fatto ciò in totale violazione del codice di comportamento previsto dalla procedura del confessional, con l’aggiunta del fatto che la notte prima non avevo quasi dormito (altra violazione della procedura che richiede che la persona abbia riposato a sufficienza). Mi ha tormentato e intimidito, minacciandomi per oltre un’ora fino a che, apparentemente, ha ottenuto quello che voleva: sono scoppiato in singhiozzi che non riuscivo a frenare. Era soddisfatto del risultato ottenuto e mi disse di riscrivere e ripresentare il programma.

Proprio le cose di cui mi stava accusando (soppressione delle organizzazioni per interessi personali o scopi non etici) erano esattamente quelle che lui stava facendo: usare la sua posizione per intimidire e schiacciare le persone che stavano cercando di ottenere fatte delle cose. Il suo atteggiamento e condotta mi avevano preso di sorpresa, perché mai, nella mia intera carriera di staff iniziata nel 1970, ero stato minacciato fisicamente o sottoposto a intimidazioni e non esiste assolutamente niente negli scritti di LRH che suggerisca anche lontanamente di comportarsi in questo modo. La parte disgustosa della cosa è che faceva tutto questo fingendo di essere autorizzato a farlo, in quanto top executive della Chiesa, abusando quindi del suo potere per violare proprio le regole tecniche sulle quali si regge la Chiesa.

La volta successiva in cui ebbi a che fare con Rathbun fu quasi due anni più tardi. In quel periodo me l’ero cavata bene scrivendo valutazioni e programmi per le Chiese, tanto che gli Executive Strata della Chiesa di Scientology Internazionale mi avevano promosso, assegnandomi una posizione gerarchicamente molto elevata, quella di “Establishment Executive International”. Non stavo riuscendo bene in quella funzione e, prima di partire per alcuni mesi, Mr. Miscavige mi aveva semplicemente chiesto cosa volessi fare e di elaborare una proposta a riguardo.

Mentre ero in attesa di essere assegnato a una nuova funzione, Mark Rathbun tornò nel luogo dove mi trovavo (non lo vedevo in giro da parecchio tempo) e venne da me. Mi disse che dovevo ricevere un confessional e che avrei fatto meglio a cooperare. Rathbun mi fece ricevere un particolare tipo di procedura di confessional che risolve il motivo per cui una persona continua a commettere azioni contro sopravvivenza o distruttive.  La seduta mi fu data da una delle persone tecnicamente più addestrate che esistevano, il Senior Case Supervisor della Flag Land Base. Rathbun non mi spiegò come mai fosse stato scelto questo auditor per portarmi in seduta, ma io ero eccitato all’idea di risolvere le mie difficoltà e riuscire a far funzionare con successo un posto.

La seduta che ricevetti fu letteralmente e totalmente rivitalizzante, con il tipo esatto di risultati che L. Ron Hubbard descrive nei suoi bollettini e film tecnici. Mi sentivo pronto a prendere un nuovo posto, qualunque fosse, e ad affrontare ogni cosa necessaria per fare andare bene le cose e continuare a farlo. Avevo ottenuto un grosso e visibile miglioramento e cambiamento di atteggiamento dopo la seduta, non mostravo indicatori che potessero suggerire una mia doppiezza, disonestà o irresponsabilità.

Inaspettatamente, alcune ore dopo la seduta, invece di farmi continuare i gradini previsti dalla procedura standard, vale a dire fare quanto necessario per assumersi la responsabilità di riparare qualsiasi danno commesso nei confronti del gruppo, Rathbun mi affrontò spiegandomi la marea di ripercussioni negative causate da quanto da me fatto per sopprimere la Chiesa.  Fu come un fulmine a ciel sereno, perché ciò che Rathbun mi stava dicendo era qualcosa di totalmente differente da quanto avevo appena comunicato nella seduta e mi aspettavo una reazione del tutto differente.

Come mi era già successo in precedenza, Rathbun aveva “infiorato ed esagerato” quanto da me confessato, trasformandolo in un subdolo atto criminale. Per essere precisi, Rathbun sosteneva che nella mia confessione avevo esternato ad un altro membro dello staff il mio malcontento per aver fallito sul mio ultimo posto il che, secondo Rathbun equivaleva ad una campagna di ammutinamento che io, “incorreggibile sabotatore”, stavo portando avanti. Aveva alluso al fatto che quanto stava dicendomi  proveniva direttamente dal rapporto dopo la seduta scritto da questo auditor altamente qualificato, cosa utile a sostenere il suo punto di vista. Questo era un tentativo nascosto di distorcere la verità al fine di spazzare via da me l’idea che mi stavo assumendo responsabilità delle mie azioni e che quindi era necessario per me un trattamento “più pesante”, del tipo di quello che si usa per i criminali.

Rathbun mi spintonò ripetutamente dicendo “Ora sappiamo quello che stai facendo” e mi afferrò per la camicia, sbattendomi contro la parete e prendendomi a calci nel sedere (non era tanto il male, quanto l’umiliazione). Mi informò quindi che su di me sarebbero state intraprese le azioni di etica più severe in vigore nella Chiesa, i gradini amministrativi in uso per chi commette azioni soppressive contro la Chiesa e mi trascinò in un altro edificio.

Durante questo ultimo episodio con Rathbun, Mr. Miscavige non c’era, era lontano dai quartieri della Chiesa di Scientology Internazionale. Molti mesi più tardi, quando Mr. Miscavige tornò e notò che c’erano parecchi staff (io incluso) che non erano assegnati ad alcun posto, ordinò che si rimediasse alla cosa e nel giro di poco tempo mi fu assegnato un posto.

Un Membro dello Staff»

Questa voce è stata pubblicata in Mark “Marty” Rathbun, Marty Rathbun: Violento, Paul Haggis, Testimonianze, Ursula Caberta. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Marty Rathbun Parlerà Ai Tedeschi Dei Suoi Abusi?

  1. uno staff leale ha detto:

    Di sicuro non parlerà dei suoi trattamenti alla Caberta, ed anche se lo facesse? Lei è criminale quanto lui, non ci sarebbe nessun problema, di sicuro quello che lui ha fatto a quei cattivi degli Scientologists era meritato:

    “GLI INDIVIDUI CHE HANNO UNA MENTE CRIMINALE TENDONO A METTERSI IN COMBUTTA, DATO CHE LA PRESENZA DI ALTRI CRIMINALI VICINO A LORO TENDE A COMPROVARE LE LORO IDEE DISTORTE DELL’UOMO IN GENERALE”. LRH (HCOB 15 Sett 1981 La mente criminale)

    Sono entrambi personalità aberrative (PAB 13 “A proposito del comportamento umano”) ma tutti i nodi vengono al pettinne prima o poi, sentite qui cosa dice LRH:

    “La verità è che tali persone non vincono mai. Se uno le studia a fondo, come ho fatto io occasionalmente dopo aver audito un preclear, scopre che le personalità aberrative sono sull’orlo di un esaurimento nervoso, hanno un livello di sopravvivenza molto basso e molto spesso impazziscono” LRH

    (Tutto questo è scritto nel PTS SP Course che insisto a consigliare caldamente a tutti, specialmente chi ha tentennato sulla malafede di questa gentaglia, è ovvio che sono in malafede, bisogna studiare i dati di LRH e confrontare il male.)

    Ciao, Elena

    • Tommaso R. ha detto:

      Beh, è assodato che non vinceranno mai. D’altra parte tutto parte da un cumulo di menzogne e motivatori.

      Tommy

  2. griff ha detto:

    Rathbun è andato di testa, la Caberta??? Hiiiiiiiihiiiiiiiiiiiii (nitrito) la Caberta è un coacervo di valenze radioattive anti Scn. Mi pare un 2 anni fa avevo profetizzato a qualche squirrel che alla fine avrebbero preso a bordo di tutto: Simonette Po, anonimi vari, Mariepie Gardine, che poi si è dissociata, come volevasi dimostrare. Probabilmente faranno la fine della freezone, ho letto su FB di una loro convention mondiale per ottobre in Nevada, credo, e sono arrivati alla fantastica cifra di 11 persone, ahahhahahahhahahha. La tattica degli infamology è completamente suicida, in primo luogo per l’anonimato 1.1 di gran parte dei capoccioni. Cioè, se un Kociss dice fuori valenza a un Griffante o insulta Claudio Zonta, è quasi sicuro che il lettore crede a chi si presenta con nome e cognome. Mi è successo da giugno ad ora di recuperare parecchie persone con free session, alcune di loro avevano sentito parlare degli squirrel, ma quando han sentito che spesso erano anonimi, li han classificati come 1.1. Cmq Kociss ancora non ti ho visto, dai vieni ad lluminarmi che ti devo insegnare 2 o 3 cose basic.

    • Sergio-08 ha detto:

      Griff non perderci tempo, sono fuori di testa quanto Rathbun.
      Rathbun mette a repentaglio Scienjtology stessa mettendosi al servizio di SP come la Caberta e soppressivi vari. Lo fa solo per potere e notorietà personale. Fuori da questo ruolo potrebbe fare al massimo lo spazzino a Napoli (senza offesa per la categoria) e sarebbe capace anche così di peggiorare la scena dei rifiuti urbami, aggiungendosi ad essi come rfiuto tossico.
      Kociss e compagnia hanno trovato il loro leader, poichè ogni ha gli “amici” che si merita.

  3. Tonhl ha detto:

    Ragazzi! Anche tra le file degli italiani iniziano a darsi addosso e ad “essere in disaccordo” su quello che Ratto-bum stà facendo!
    Apparte i soliti falliti e perdenti di garybaldi and friends che sosterrebbero cecamente Ratto anche se fisicamente glielo mett…….vabbè questa espressione troppo colorita non si può scrivere qui :)…. c’è aria di polemica!
    Gli torna un pò “difficile” giustificare come mai Marty, “la luce” (si del water la notte) si sia alleato con la nemica numero 1 di scientology in Germania (la già trombata e con i fondi dimezzati Ursula Caberta,che cerca una via d’uscita prima che la caccino definitivamente a pedate nel sedere).
    Sono molto curioso di vedere come reagiranno agli sviluppi della cosa!
    E siccome “non leggono” questo blog, gli vorrei dire che le bugie hanno le gambe corte….e le gambe dei puffi in confronto alle loro bugie sono lunge come quelle di Fiona May!
    Meditate fallitologi, meditate….

    • Motoperpetuo ha detto:

      Sì, ho notato posizioni discordanti, soprattutto sul blog dell’Infettologo. 🙂
      Si vede che alcuni di loro ha ancora qualche neurone funzionante.
      Ho letto qualcosa sulla Caberta e la mossa di Marty è una cosa ributtante da fare. Ogni scientologo, anche ex, che ha un po’ di raziocinio residuo, non può che avere orrore di tale mossa. Forza Marty, continua così, sei sulla buona strada.

  4. Luigi ha detto:

    Pazzo furioso .. seguendo la sua strategia si può già immaginare con grande facilità cosa dirà … che Miscavidge è il male , che tutto quello che lui ha fatto (Ratto Burn) in realtà lo ha fatto Miscavidge… Che la chiesa di Scientology è il male e va riformata , bla bla bla…
    Un vero pazzo che segue psicoticamente la sua linea fino a che si schianterà del tutto.
    Sai che bello essere pazzo e psicotico, continuare a commettere soppressione ed overt e circondarsi dei peggiori SP planetari come sta facendo… conditi con i peggiori squirell planetari..
    Ha davvero un bel futuro davanti…..

    • Monaco ha detto:

      Alla Caberta interessa qualsiasi cosa Rathbun possa dire contro Scientology, per poi usarlo non tanto contro la Chiesa, ma contro Scientology in quanto filosofia religiosa. Ne approfitterà per sostenere che la dottrina e la filosofia sono pericolose e dannose e che la testimonianza di Rathbun lo conferma.

      I tedeschi hanno l’engram della “protezione della loro costituzione democratica contro le dittature”. Per reazione all’epoca nazista e per riprisitnare l’immagine della Germania, stanno ossessivamente combattendo contro tutto quello che potrtebbe essere “dittatoriale”. Questa eèla scusa che la Caberta ha sempre usato per attaccare Scientology. Ha sempre sostenuto che la dottrina e le policy di Ron sono “pericolose per la democrazia” perchè insegnano il “culto dell’individuo”.

      La Caberta non ha mai attaccato l’ED Int o il Management, ma sempre e solo Scientology in quanto filosofia e Ron come sorgente della stessa.

      Ora il dittatorucolo violento e fallito Marty Rathbun andrà a raccontare alla Caberta che “Miscavige è un dittatore” (overt di altre persone e criminal mind). La Caberta ne approfitterà per rimediare al suo fallimentare ufficio (che è già stato parzialmente smantellato) dicendo che ciò che le racconta Rathbun “conferma quel che lei ha sempre detto”.

      Ma io credo che Rathbun si spingerà anche più in la, anche se non lo dirà mai ai suo pupazzi PTS. Secondo me arriverà a dire che “lui sta riformando anche la dottrina di Scientology” perchè lui modificherà le policy “dannose”, lasciando intendere che non le ha scritte Ron.

      D’altra parte lo sta già facendo anche ora sostendo che non servono C/S ed Examiners, che l’etica va usata solo occasionalmente, che l’organigramma non deve essere verticale ma orizzontale, che le organizzazioni non servono.

      Una pacchia per la Caberta. State tranquilli che Rathbun commetterà anche questo crimine, ma i “poveri” scimunologi squirrel “che la sanno lunga” non lo capiscono e Rathbun li trascinerà nel baratro.

      Forse akcuni di loro hanno dei dubbi, ma commettendo overt quotidiani, la loro analiticità cala giorno per giorno.

      Sarà brutto, ma io gli auguro di inciampare sulla scaletta dell’aereo e spezzarsi l’osso del collo. Non per cattiveria, ma per protezione della libertà religiosa e delle persone oneste e di buona volontà.

  5. stefano conte di romagna griffante. ha detto:

    Ragazzi un org board per squirrel org composto da exec council: Succi, Amodeo, Maccà (che è principale indiziato di vari nickname), Minelli e linee tecniche composte da DangerTidu e resident evil Facchinetti, supervisor la Dell’aquila e Masserini, Marziani reception con quel bel sorriso che sprizza tenerezza da tutti gli artigli. Sarebbe una apocalisse, durerebbero 3 giorni. Ho escluso i vari Garybaldi, Joberti e Anita Baldi perchè non si eleveranno mai dal tono nascondersi. Source Marty Rathbun, alle campagne di 4a dinamica Caberta Ursula, revisioni materiali Simonetta Po. Alle PR ovviamente Goebbels Rinder, PES suggerisco Bernando Provenzano quando esce. Tarantino ci farebbe un film.

    • Mario D. ha detto:

      😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀 😀

      Stefano, tu dovresti scrivere libri o copioni di commedie.
      Però to sei dimenticato Stefano68 di Scarpa sul Body Routing, Serafini come Word Clearer, Tiziano Lugli come D/Reception for Expansion, Gargamella nella Dissem, Claudio e Renata Lugli Uniform I/C, Spartacus ARC break I/C, Tiziano Barzotto Dev-T I/C, Omar Marsiglia Lement Officer, Giovanna Ongaro Pulizia Cessi, Silvia Chiari Altre Pratiche, Kociss Black PR I/C, Alessandro Magno ED Int, il resto Expeditor, ma non di HCO perchè quella “non serve”.
      COn queste aggiunte anche Dario Argento ci farebbe un film. 😀

      • Luigi ha detto:

        Mancano un paio di hat…. DSQ Donna Staff Squirell che si fa picchiare e USQ Uomo Staff Squirell che si fa brutalmente malmenare .. ehhh devono seguire Ratto Burn e RInder in tutte quello che facevano ..

      • Gio74 ha detto:

        Devo essere sincero: pensavo fossero di più. Invece a contarli sono proprio quattro gatti contro un esercito… da suicidio!
        Gio 74

  6. stefano conte di romagna griffante. ha detto:

    Spartacus, cioè Succi, è miss withhold con me, perchè a suo tempo lo aiutai a fare la petition per PC illegal e audii for free sua moglie che era ed è fortemente antagonista a Scn. Succi che ora sembra lo strategos maximus non è mai andato oltre KSW 1 senza MU. Il suo compare Amodeo sul TTC di Padova è durato una settimana. Kociss-Alessandromagno, cioè Maccà è rimasto sullo staff qualche mese facendo solo danni. Marzotto era considerato il classico rotolante inutile. Pella Peoccia non ho dati, penso sia semplicemente una PTSina. Questo parterre de roi mentre io facevo 50 ore alla week per anni vincendo il titolo di miglior auditor del mondo e mentre Zonta lavorava 20 ore al giorno portando l’org a vincere il gioco del compleanno e a quote SH Hill, questi erano li a farsi trascinare senza produrre mai niente di effettivo. Serafini è stato dichiarato SP dopo una serie interminabile di cazzate pesanti. I bresciani squirrel non li conosco, sto cominciando a prendere dati perche in quella zona sto recuperando parecchia gente con free session, proprio ieri sera una che era borderline. Sicuramente tra selezionati alle Org e PC che audisco ho molta piu gente io da solo che loro tutti insieme. Per dire a ferragosto ho fatto una cena, eravamo in 30 persone. A fine mese andrò ad audire a Bergamo-Brescia e ho in programma diverse free session oltre al mio tour di event che farò in giro nelle Org e Mission, che si chiama: confronting evil.

  7. duca di Brianza ha detto:

    Grande Conte ,sempre il migliore.io acciungo la Caraffini e suo marito Cornú.
    questi non possiamo dimenticarli,sono Famosi.

I commenti sono chiusi.