Rathun: Tradire Ron – Parte Seconda

Rathun: Tradire Ron – Parte Seconda

“Chi Si Assomiglia Si Piglia”

“L’individuo che combatte ossessivamente un’organizzazione che gli dà delle oneste istruzioni per aiutarlo è, ovviamente, un pazzo.”

L. Ron Hubbard
(HCOB 25 Agosto 1960 II Nuova Definizione di Psicosi)

Come vi abbiamo rivelato nell’articolo di ieri, Marty Rathbun mente sui veri motivi che lo hanno condotto in Germania per incontrare Ursula Caberta, nemica giurata di Ron e di Scientology.

Afferma che la Carberta non è contro la religione di Scientology e che i problemi per Scientology in Germania sono causati dai presunti abusi commessi dalla Chiesa.

Sappiamo bene che gli abusi e le violenze le ha commesse lui stesso e, riguardo la Caberta e gli altri soppressivi tedeschi, vi abbiamo fornito le prove dei veri motivi per cui perseguitano da decenni Scientology; vedere l’articolo “Rathbun: Tradire Ron (Parte Prima)”.

Rathbun lo sa e mente spudoratamente, tradendo la memoria di Ron e l’intera Scientology.

I suoi scopi sono palesi e quelli della Caberta altrettanto conosciuti, ma il fattore che li fa cooperare ed andare d’accordo è che sono SP della portata.

Nel bollettino di HCO del 15 Settembre 1981 “LA MENTE CRIMINALE”, Ron scrive:

“GLI INDIVIDUI CHE HANNO UNA MENTE CRIMINALE TENDONO A METTERSI IN COMBUTTA, DATO CHE LA PRESENZA DI ALTRI CRIMINALI VICINO A LORO TENDE A COMPROVARE LE LORO IDEE DISTORTE SULL’UOMO IN GENERALE.”

I trascorsi di Marty li abbiano ampiamente documentati in vari articoli presenti sul blog. Ma chi è Ursula Caberta?

E’ una dipendente del Ministero degli Interni dello Stato di Amburgo, Germania.  Grazie al suo operato, negli ultimi anni, i diritti delle minoranze religiose (non solo Scientology, quindi) sono stati violati, tanto che il Dipartimento di Stato americano ha ufficialmente ammonito il Governo tedesco per aver messo in vigore legislazioni che violano gli standard internazionali sui diritti umani.

Il 7 settembre scorso, Rathbun ha rilasciato pesanti dichiarazioni contro questo ufficio degli Stati Uniti, sostenendo che le loro ammonizioni contro il Governo tedesco, sono state “causate dalle pressioni e dagli atti di corruzione attuati dalla Chiesa di Scientology nei confronti di varie autorità del Governo statunitense, incluso lo stesso ex-Presidente Clinton, usando anche celebrità Scientologist”.

Anche questa è una bugia colossale che Rathbun, da vero bugiardo patologico, sostiene senza pudore, nonostante conosca molto bene i fatti. Il documento che abbiamo pubblicato nell’articolo di ieri, smentisce già da solo quanto sopra, poiché è chiaro che l’ostilità tedesca ai principi della filosofia di Scientology è accertata.

Ma vediamo chi è e cos’ha fatto la Caberta, sia per comprendere le ragioni di chi la biasima che per capire come mai queste due menti criminali vanno così d’accordo.

La Caberta è la forza trainante dietro al movimento anti-religioso in Germania. Ha addirittura fatto da madrina durante un evento per l’assegnazione di un “premio” annuale creato per coloro che si distinguono in attività anti-religiose, il “Premio Carlo Magno Alternativo”, ideato sulla falsariga del famoso premio Charlemagne Award che viene assegnato ogni anno a personaggi internazionali (tipo l’ex presidente USA Bill Clinton) che promuovono l’unità dell’Europa e la pace. Al contrario, questo “premio alternativo” premia chi promuove la persecuzione delle minoranze religiose e i contrasti.

Il 14 gennaio 2004 la Corte Amministrativa di Amburgo ha emesso un’ingiunzione preliminare che proibiva al Ministero degli Interni di continuare a permettere alla Caberta di ripetere alcune dichiarazioni sulla Chiesa di Scientology poiché false e discriminatorie.

Negli stessi anni, la Chiesa le ha fatto causa chiedendo che venisse sanzionata in quanto aveva sfacciatamente violato il suo dovere di neutralità in qualità di funzionario pubblico, facendosi dare a titolo personale, il 26 giugno 2000, una somma di 75.000 dollari da un privato cittadino che, a quel tempo, stava finanziando una causa contro Scientology negli Stati Uniti.

In base alla legge tedesca, un impiegato pubblico può essere condannato a tre anni di carcere se usa la sua posizione per trarre vantaggi personali. L’indagine penale che ne è seguita ha ritenuto la Caberta colpevole di aver violato questo principio di neutralità e le ha ingiunto di pagare 7.500 euro di multa. Da parte sua, il Ministero non sembra abbia fatto alcunché, né per fare eseguire l’ordine di pagamento ingiunto alla Caberta, né per farla desistere dal diffamare. Omissione abbastanza comprensibile, visto l’esistente conflitto di interessi.

Ecco alcuni estratti presi dalla sentenza del 14 gennaio 2004 emessa dalla Corte Amministrativa di Amburgo:

“La signora Ursula Caberta non ha dato alcun segno di aver compreso che l’accettare supporto finanziario a titolo personale, non è cosa ammissibile, in base alle leggi in vigore che regolano le funzioni di un pubblico funzionario.”

La stessa Corte ha fatto anche un’altra affermazione inequivocabile, criticando il Ministero degli Interni per aver omesso di intraprendere azioni forti ed efficaci conto la Caberta:

“Comunque, non risulta che, a parte quanto fatto durante il procedimento penale, il governo abbia condotto un’indagine interna amministrativa sulla questione per determinare se la signora Caberta abbia ricevuto la somma di 75.000 euro da un oppositore dichiarato e attivo di Scientology per ‘espletamento di incarichi’, cosa che avrebbe dovuto fare in base all’articolo 331, sezione 1 del Codice Penale. Esaminando le circostanze generali, sarebbe stato per lo meno appropriato sottoporre la signora Caberta, che non è un funzionario governativo ma una dipendente del Ministero, a una diffida per violazione delle leggi sul lavoro ed esigere che lei ripaghi immediatamente il denaro ricevuto entro un tempo da stabilire”,

La Corte ha altresì stabilito che:

“il Ministero degli Interni avrebbe dovuto richiedere con urgenza che questa dipendente venisse diffidata, dopo aver appreso del denaro da lei ricevuto o, come minino, avrebbe dovuto farlo alla conclusione dell’indagine penale, per ricordarle il dovere di neutralità di un dipendente pubblico e, se necessario, assicurarsi che questo succedesse tramite una diffida ufficiale in base alle leggi sul lavoro”.

Le ostilità e discriminazioni perpetrate dalla Caberta nei confronti della religione di Scientology e suoi fedeli stanno continuando da anni.

Il 4 giugno 1992, quando ancora era un membro del Parlamento dello Stato di Amburgo, la Caberta si rivolse al Parlamento dicendo: “Noi continueremo e libereremo la Germania da Scientology”. Più di ogni altro funzionario tedesco, lei è responsabile della diffusione a largo raggio dei cosiddetti “filtri anti-sette” che il Dipartimento di Stato americano ha frequentemente criticato nei suoi rapporti annuali sulle violazioni dei diritti umani.

Nel 2000 vi fu il caso di uno Scientologist tedesco che viveva e lavorava negli Stati Uniti. Presentò una denuncia contro la signora Caberta dopo che una società tedesca, al momento della firma di un contratto, gli sottopose per firma, un documento in cui doveva attestare se Scientology fosse la sua fede religiosa. Nella sentenza emessa dalla Corte Federale di Tampa, Stati Uniti, il magistrato, giudice Elizabeth Jenkins, durante lo svolgimento della causa condannò ripetutamente il comportamento della Caberta, definendolo “sfuggente”, “indifferente”, “non cooperativo” e “polemico” e la sanzionò per inadempienza agli ordini della Corte.

Il Dipartimento di Stato americano stesso ha criticato la Caberta per le violazioni contro i diritti umani da lei commesse nei confronti di cittadini americani. Lei è il “Commissario sulle Sette” e viene citata nel Rapporto annuale sui Diritti Umani del 2000 per aver fatto accuse infondate contro degli Scientologist.

Questa non è la prima volta che i tribunali tedeschi hanno giudicato la Caberta colpevole di aver violato la Costituzione tedesca abusando dei diritti degli Scientologist. Nel 1994 la Corte d’Appello dello Stato di Amburgo ha ordinato al Ministero degli Interni di fermare la distribuzione di un opuscolo anti-Scientology. Ecco cosa diceva la Corte in quell’occasione:

“Il principio di neutralità e tolleranza è stato violato dal querelato per aver fornito opinioni non obiettive riguardo la fede del querelante …. La limitazione dei diritti  fondamentali del querelante da parte del querelato, in base all’articolo 4, sotto sezione 1 e 2 della Costituzione tedesca, è, in quella misura, illegale”.

In  nessun caso, contrariamente a quanto Rathbun sostiene, la Caberta è stata criticata e/o sanzionata per aver osteggiato i presunti abusi dei leader della Chiesa di Scientology, ma sempre e solo per le sue azioni abiette e discriminatorie contro le credenze e i principi di Scientology, cioè sulla filosofia religiosa codificata da Ron.

Rathbun lo sa, ma vilmente racconta menzogne e si allea a questo SP sapendo di danneggiare Scientology e gli Scientologist. E i suoi complici sono colpevoli di questi atti soppressivi quanto lui.

Etica e Verità

Questa voce è stata pubblicata in Mark “Marty” Rathbun, Squirrel contro Ron, Ursula Caberta. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Rathun: Tradire Ron – Parte Seconda

  1. griff ha detto:

    Garybaldy so che leggi qui, segui la procedura del tuo idolo: dichiarati con tua vera identità e vai dalla Mulliri e da Violante a berciare contro la chiesa di scientology, ti aiuteranno vai tranquillo. Anche mia nonna riconoscerebbe la Caberta come un 1,1 orribile. Il comportamento orribile precede l’aspetto orribile. Cmq parafrasando il mio concittadino Sgarbi, la Caberta è piu bella che theta.

  2. Luigi ha detto:

    “Causate dalle pressioni e dagli atti di corruzione attuati dalla Chiesa di Scientology nei confronti di varie autorità del Governo statunitense, incluso lo stesso ex-Presidente Clinton, usando anche celebrità Scientologist”.

    Direi che con questa si è preparato per una notevole mazzata, dato che ci dovrebbe essere spazio per una offensiva legale visto che parla di corruzione.
    Comunque sono esseri proprio disgustosi buoni solo a sopprimere.
    Quello che ha fatto la Caberta facendo soffrire persone reali, famiglie reali è disgustoso.
    Ratto-Di-Fogna-Burn oramai è oltre il nauseante.
    E nessuno nella sua corte di iene e sciacalli è più innocente per il beneficio della ignoranza/ha subito torti. Sei con lui? Sei un SP. Punto.

  3. Tonhl ha detto:

    La caberta e ratto-bum (tutti minuscoli volutamente) paiono usciti da un film di paura… ma scritto da vanzina!!
    La caberta pare un uruk-hai del signore degli anelli (venuto male però), e ratto-bum ha la testa che sembra il Pac-Man. Questi due biechi e miseri figuri sono di una tristezza assoluta!
    Legalmente non possono fare nulla, poichè le precedenti sentenze, sancite da articoli costituzionali, gli danno torto in tutto e per tutto. Loro lo sanno bene, ma sperano che, spargendo letame:
    1) La caberta abbia qualche soldo indietro di quelli che gli hanno tolto l’anno scorso per continuare la sua campagna antireligiosa (e per andare nei quartieri a luci rosse tedeschi, anche perchè detto tra noi, un cesso del genere chi se la t….a? scusate il francesismo)
    2) Ratto-bum abbia qualche soldo dai media scandalistici tedeschi e che gli idioti pts che lo seguono aumentino di numero (e non con 20 account a testa per postare nei forum come fanno ora i suoi squirrelini)
    3) Le persone fuori abbiano un’immagine sbagliata di scientology e che quindi non siano spinte a praticarla, poichè ciò le renderebbe libere e loro hanno il TERRORE che la gente vada libera….!

    Poi il mio giornaliero messaggio ai fallitologi italiani che NON leggendo questo blog possono quindi riceverlo:
    Se oramai avete deciso di rimanere SP, PTS del Pacman ratto-bum, affari vostri, l’eternità è vostra, come si dice a Firenze “mal voluto non è mai troppo”.
    Giustificatelo come vi pare, tanto non c’è modo di giustificarlo.
    Sappiate però che come nemici di Scientology, di LRH e dell’Umanità tutta, sarete contrastati e combatutti, colpo dopo colpo, fin quando non rientrerete strisciando dal viscido buco umido dal quale siete usciti… per rimanervi per sempre! E ricordate che sarete stati VOI stessi a volerlo….

    Vi saluto, che tra un’oretta sono in classe a studiare! 🙂
    Redazione, good job like everytime!!!!!

  4. elena ha detto:

    Scusate intanto io informo tutti, anche quelli che “non” leggono questo blog, che ieri a Milano un altro pc ha attestato Clear. Da Marzo ad ora sono stati fatti in Italia piu’ Clears che nell’intero scorso anno. La scorsa week ci sono stati 3 Clears in Italia, 2 a Milano e 1 a Firenze (uno staff member fra l’altro).
    Noi fioriamo e prosperiamo!!!

    Ciao da Elena

    • Tonhl ha detto:

      E’ vero Elena!! Io c’ero al Clear di Katia, il nostro word Clearer!!!! :))
      Complimenti anche a voi, Milano, siete un Org Modello!!
      Fioriamo e prosperiamo e pedate nel di dietro agli sp!!!! (minuscolo voluto)

  5. stefano conte di romagna griffante. ha detto:

    E anche io a tutti quelli che “non” leggono questo blog, questa settimana ho recover tre persone che erano assidue lettrici dell’infamologo e oggi una mia preclear ha originato clear e martedi va a Milano org, inoltre ho appena reclutato un auditor Flag trained OT 7 di 20 anni, Daiana Paradiso che sta facendo 30 ore alla settimana. Daiana è un mio clear. Flourish and prosper.

  6. elena ha detto:

    Grande!!! Questo si che e’ parlare!!! Vi ricordate il postulato “Italy primo paese Clear!”? Lo stiamo facendo! Ha ha ha ha che bello quando diremo “io c’ero!”

  7. Antonella Passero ha detto:

    CHE GENTE DI M….A. VERAMENTE!!!!!
    GIUSTIZIA DIVINA DEVE ABBATTARSI SU DI VOI GENTE DISTRUTTIVA DEL CAVOLO!!!!!!!
    MI RODE PERCHE’ RALLENTANO IL NOSTRO LAVORO,MA SICURAMENTE NON LO FERMANO

I commenti sono chiusi.