Marty Rathbun e la Libertà di Parola

Marty Rathbun e la Libertà di Parola

“Il criminale accusa altri di cose che lui stesso fa”.

L. Ron Hubbard
(HCOB 15 settembre 1981 La mente criminale)

A quanto pare, in materia di libertà di parola,  Mark “Marty” Rathbun, crede nella libertà, ma solo se si tratta della sua libertà, gli altri invece devono tacere.

Ad ogni piè sospinto Marty accusa la Chiesa di Scientology di cercare di impedire la sua libertà di parola. Lo stesso fanno i suoi cloni italiani, giungendo al punto, alla faccia dell’ipocrisia, di citare il Credo della Chiesa di Scientology.

Eppure Rathbun si è fatto conoscere come una persona che lancia attacchi personali e bugie senza temere le conseguenze. Sostiene che si batte per la “libertà di parola” e di essere un “tipo coraggioso”.

Beh i fatti che leggerete qui di seguito dimostrano che è un codardo, che peraltro è una caratteristica della personalità anti-sociale.

Accusata la Chiesa di Scientology di violare il diritto alla libertà di parola, è giunto ad allearsi con il gruppo cyber-terrorista noto come Anonymous. Questi criminali hanno iniziato ad attaccare Scientology proprio su una controversia sulla libertà di parola ed è gente che differenzia tra l’attaccare la Chiesa di Scientology o L. Ron Hubbard (vedere la sezione “Squirrel e Anonymous).

Ribadiamo che la sua visione di questo diritto è abbastanza unilaterale, in quanto crede che questo diritto debba proteggere solo la SUA libertà di parola.

Ecco la storia:

Quando qualcuno, negli Stati Uniti, ha aperto un blog dove i suoi misfatti venivano  resi noti e le sue bugie smascherate di volta in volta, Marty ha cercato di azzittire con ogni mezzo possibile le persone che contrastavano le sue asserzioni psicotiche.

Il pretesto con cui Marty ha cercato, senza riuscirci, di far chiudere quel blog, era il fatto che il blog aveva fatto una parodia satirica (che era chiaramente una parodia) delle sue folli esternazioni.

Marty manca di senso dell’umorismo, o meglio, quando una critica lo riguarda direttamente, non riesce ad accettarla. Anche la mancanza di auto-critica è una delle caratteristiche delle persone soppressive.

L’amministratrice di quel blog fu informata dal gestore che la moglie di Marty Rathbun, Monique, aveva cercato, senza successo, di far chiudere il blog.

Marty Rathbun è così “coraggioso” che non ha presentato la denuncia in prima persona, lasciando alla moglie Monique il compito di fare “il lavoro sporco” al posto suo. (tipo: vai avanti tu che mi viene da ridere ….)

Siccome il livello di tono di Marty Rathbun è ostilità nascosta, facendo fare la denuncia alla moglie, sperava forse, in modo abbastanza stupido, di non essere etichettato lui stesso come qualcuno che viola il diritto alla libertà di parola.

O forse ha fatto scrivere la denuncia alla moglie così, se gli si ritorceva contro, poteva prendere le debite distanze?

Ecco come ha commentato il tentativo fallito di far chiudere il blog la sua amministratrice:

“Marty non ha mai imparato una lezione fondamentale: libertà di parola e corretto modo di operare non sono cose che possono essere ignorate, specialmente nella comunità di Internet.  E’ un ipocrita, un codardo e un bugiardo. Non ha neanche avuto il coraggio di firmare il documento, facendolo fare alla moglie. Veramente un pensiero gentile da parte sua.”

 Complimenti per la mossa Marty!

Clicca Denuncia-di-Monique-Rathbun per vedere la denuncia originale “scritta” da Monique Rathbun.

Etica e Verità

Questa voce è stata pubblicata in Mark “Marty” Rathbun, Squirrel e Anonymous. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Marty Rathbun e la Libertà di Parola

  1. jacob ha detto:

    Questa mi ha fatto proprio ridere..
    Un vecchio saggio diceva: è facile fare i gay con il cu.. degli altri..
    Avvertimento: non andate da Marty a dirgliene 4 altrimenti vi scaglia addosso la moglie..

    • Emiliano (o' pazz) ha detto:

      Mizzica, quella mi sembra anche più pericolosa del marito in uno scontro fisico. 🙂

  2. Andrea ha detto:

    La Verità è Libertà !!!!

  3. Tonhl ha detto:

    Ahahahahhahahahahahahahahahaahahahh
    Come i suoi fidi cagnolini, non ha nenanche un mezz’etto di palle per le dire le cose direttamente… ahahahahahahahahahaahahahahahaha
    Come quelli che ti prendono in giro ma quando gli ribalti il flusso, si arrabbiano e vanno a piangere dalla mamma!! ahahhahahahahahhahahahahahhahahahahha
    Squirrelologi, e questo sarebbe il vostro Leader spirituale? Quello che vi ispira??
    AHAHAAHAHAHHAAHAHAHHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAAHHAHAHAHAAHAHAHAAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHA
    E siete messi di nulla!!! ahahahahahahahahah!!!!!!!
    AHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!!
    O Mamma, grazie redazione, stò ridendo fisso da 10 minuti dopo questa notizia ahahahahahahhaha

    Ciao a tutti!!!!! :))

    • Sergio-08 ha detto:

      Sì, è una cosa ridicola. E’ utile sapere che ha cercato di zittire qualcuno che lo criticava. Ho guardato un paio dei link menzionati nella denuncia della moglie di Rathbun, ma è chiaro che si tratta di satira. Manca di sense of humor.

  4. Armando ha detto:

    A parte l’umorismo della cosa, i dati da registrare sono:
    1) Le cose scritte in quella pagina danno fastidio a Rathbun, quindi hanno colto il segno o hano missed qualcosa;
    2) Scrive (la moglie per lui) che la Chiesa avrebbe “lanciato una campagna per intimidirlo e zittirlo” e, mentre scrive questo, cerca di zittire il blog che lo critica.
    Ergo:
    A) TR3 il messaggio e
    B) Tenere vivo e attivo il blog.

    • Taliesyn ha detto:

      Esatto Armando!

      Trovo che la tua sia un’analisi alquanto concisa ed efficace.

      Anche se come Scientologist abbiamo sempre una mole considerevole di lavoro da fare su più fronti (famiglia, lavoro, Org, disseminazione, e ogni tanto dobbiamo pure “ricordarci” del nostro Ponte), comunque è pro-sopravvivenza il fatto che teniamo vivo questo blog e continuiamo a contribuire.

      Semplicemente continuando a svelare la verità riguardo agli squirrel, li neutralizziamo sempre di più.

      Taliesyn

      • anvedio ha detto:

        Puoi scommettere che continuiamo, abbiamo solo iniziato.
        Ricorda il motto del blog: “distinguere i fatti dalle menzogne”. E di menzogne da smentire ce n’è a iosa. Insomma, non rischiamo la disoccupazione. 😀

      • Armando ha detto:

        Analisi molto semplice, i dati sono già nel post.
        In effetti sono grotteschi: si lamentano ogni tre per due sul fatto che la Chiesa non lascia “proibisce agli scientologist di andare su internet per impedirgli di informarsi e sentire le altre campane” (cosa smentita dalla nostra presenza su questo blog e dal fatto che non si è mai sentito di simili priibizioni, tra l’altro si sono scientologist ovunque sul internet con siti, blog, social network, ecc.), poi vorrebbero chiudere un blog fatto da scientologist solo perchè suonano una campana che a loro non piace.
        Bella ipocrisia. Ha ragione Tonhl a riderci sopra. 😀

  5. Pasquale Paoli ha detto:

    Ciao ragazzi, vi seguo da qualche giorno su segnalazione del mio twin. Devo farvi i miei complimenti perchè finalmente ho trovato un posto online dove si possono leggere cose riguardo Scientology che non si trovano altrove.
    Sapete qual è il fatto positivo in questa vicenda: Internet è libero. L’unico media libero che ci sia mai stato. Non è mai accaduto nella storia che gli Scientologist avessero a disposizione un media dove poter informare la gente su quel siamo e facciamo. Un media per dire la nostra versione dei fatti.
    Giornalisti, intolleranti vari e squirrel hanno avuto a dispozizione i media per decenni, perchè i media non cercano la verità, ma solo ciò che fa sensazione e fa vendere. Poi si sa, il bank segue più volentieri l’entheta. Noi i media li abbiamo per la maggior parte subiti e. a parte, le nostre riviste interne, non abbiamo avuto posti sicuri (dal punto di vista mediatico) dove parlare/scrivere senza censure.
    I siti istituzionali della Chiesa sono belli, ma ci mancava un blog (specialmente italiano) dove dire la nostra. Ad esempio anche su questo tentativo di censura di Rathbun.
    Grazie per il lavoro che fate. Consiglierò ad altri di leggervi.

  6. Antonella Passero ha detto:

    MI SENTO DI AFFERMARE SENZA IL MINIMO DUBBIO CHE LA MOGLIE DI MARTY E’ PTS

I commenti sono chiusi.