Perché Dottore in Divinità?

Gli squirrel della banda Rathbun dimostrano di avere molte mal comprensioni sui principi di Scientology. Sembra non abbiamo le idee Chiare sul perché Ron abbia fondato una religione e perché sia nata una Chiesa di Scientology. Marty Rathbun e i suoi squirrel parlano di eliminare la Chiesa, ma hanno idee molto confuse su quale sia la missione della Chiesa di Scientology, come dimostra il fatto che si oppongono alle sue strategie. Non ci illudiamo certo di farli rinsavire fornendogli i dati corretti, ma crediamo di dare un buon servizio ai nostri utenti fornendo i riferimenti Ron, come questo bellissimo PAB (Professional Auditor Bullettin), che chiariscono quali sono i soggetti su cui gli squirrel hanno poche idee, ma ben confuse.

Perché Dottore In Divinità?

L. Ron Hubbard  (PAB 32 – 7 agosto 1954)

C’è stato del fermento tra gli auditor, per il fatto che Scientology si sia alleata con la Chiesa della Scienza Americana, e che sia stata fondata una Chiesa di Scientology e che gli auditor qualificati in base all’addestramento o ai risultati ottenuti personalmente, stiano richiedendo e abbiano ricevuto l’ordinazione di ministro in queste chiese.

Questo a qualcuno può sembrare mero opportunismo, a qualcuno potrebbe dare l’impressione che Scientology stia semplicemente cercando di mettersi in una “botte di ferro” davanti alla legge, e a qualcuno potrebbe sembrare che una qualsiasi associazione con la religione costituisca una riduzione dell’etica e degli scopi di Scientology stessa. La grande maggioranza di coloro che ne sono interessati hanno accettato questa fase, ma non tutti l’hanno interamente capita.

Prima di tutto, lasciate che affronti brevemente con voi la storia della conoscenza, svoltasi su questo nostro pianeta Terra, negli ultimi tremila e cinquecento anni. All’inizio della nostra storia scritta, una sola era la traccia di conoscenza funzionale che ci era stata tramandata dai tempi preistorici. Era contenuta negli inni vedici. I popoli vedici sono direttamente responsabili di quel principio a noi conosciuto in Scientology come ciclo d’azione. L’osservazione d’inestimabile valore secondo cui alla nascita seguiva la crescita, che alla crescita seguiva uno stato privo di cambiamento e a questo stato privo di cambiamento seguiva il decadimento che si concludeva con la morte, ci dà, in Scientology, la nostra curva del creare-sopravvivere-distruggere. Sebbene all’inizio non fosse evidente che il nostro principio dinamico del sopravvivere fosse una parte intrinseca di questo ciclo d’azione, qualche tempo fa si scoprì che l’utilità del sopravvivere veniva espansa a livello materiale, grazie al riconoscimento dell’inizio e della fine della curva del ciclo d’azione.

Qui troviamo un principio che ci è stato offerto da una religione. Gli inni vedici sono inni religiosi. Tuttavia il materiale presente in essi contiene tutto ciò che si può trovare nelle opere di Charles Darwin e perfino nelle opere usate oggi dai fisici nucleari. Un’indagine su questi inni, tal quali sono scritti oggi e reperibili nella vostra biblioteca locale, vi stupirebbe. Dimostra chiaramente che il nostro primo debito è stato contratto con una religione.

Il successivo avanzamento filosofico individuale di maggior rilievo, nell’ambito della nostra storia scritta, fu conseguito da Gautama Sakyamuni. Quest’opera faceva parte di una religione conosciuta come Dharma. Il Dharma, essendo esistito qualche tempo prima dell’avvento di Gautama, è una religione predicata da individui conosciuti come Buddha. Il mondo occidentale lo conosce come Buddismo e, in modi diversi, gli occidentali pensano che si tratti di una superstizione o di una pratica idolatra, oppure che sia stato fondato da un uomo chiamato Buddha, niente di che è vero. Un Buddha è semplicemente un individuo che ha raggiunto bodhi. Un bodhi è “qualcuno che ha raggiunto uno stato ideale di perfezione etica e intellettuale tramite mezzi puramente fisici”. Ci sono stati molti Buddha e se ne attendono molti ancora.

Un’occhiata molto superficiale al Dharma svela che esso racchiude i seguenti dati. “Tutto quel che siamo è il risultato di quel che abbiam pensato. È fondato sui nostri pensieri. È composto dai nostri pensieri”. “La persona stessa causa il male; la persona stessa causa la propria sofferenza. La persona stessa si astiene da fare il male; la persona stessa purifica se stessa. Purezza e impurità appartengono alla persona stessa. Nessuno può purificare un altro”. “Devi tu stesso compiere uno sforzo. I Buddha son solo dei predicatori. Il savio che imbocca la Via è libero dai legami del peccato”. “Chi non si leva quand’è ora di levarsi, chi, pur giovane e forte, è pieno d’indolenza, ed ha un volere ed un pensiero deboli, tal uomo pigro ed inattivo, mai troverà la via dell’illuminazione.” “La gagliardia è il sentiero che porta all’immortalità, l’indolenza il sentiero che porta alla morte. Chi è gagliardo non muore; chi è indolente è come fosse già morto”.

Nel “Surangama Sutra”, mentre teneva un sermone a un certo Ananda, Gautama disse: “Se tu semplicemente ti astenessi da questi dodici concetti di fenomeni condizionanti, e cioè moto e immobilità, separazione e contatto, variabilità e costanza, apparizione e sparizione, permeabilità e impenetrabilità, luminosità e oscurità, o se ignorassi una coppia qualsiasi di essi, saresti libero dai legami di tutte le corruzioni mentali”.

Anche se il Dharma, così come ci è pervenuto, non offre né contiene nessuna metodologia reale o funzionale per raggiungere lo stato di bodhi, esso aderisce molto strettamente a un ragionamento scientifico che, essendo arrivato fino a noi da due millenni e mezzo fa, è sorprendente, se si considera che è più descrittivo, più esatto, più esauriente e più comprensibile di una qualsivoglia dottrina psicologica tal quale la conosciamo in questo XX secolo.

C’è qui un sorprendente insieme di verità scientifico-religioso-filosofiche. Questi testi, scritti circa nel 600 a.C., delineano una religione scientifica di carità e di grandezza.

Qual è stato il destino del Dharma in questi ultimi secoli? Che traccia ha lasciato sulla Terra? Il Dharma è sorto in un’Asia resa schiava dall’animismo, dalla superstizione, dall’idolatria, dal cannibalismo e dalla schiavitù. Nel 600 a.C. c’era un mondo barbarico. Gautama Buddha e il suo pugno di discepoli, senza alcuna pretesa di soprannaturale, usando solo la saggezza, gli insegnamenti e le tecnologie della civilizzazione, diffusero attraverso l’India le dottrine del Dharma e portarono a queste centinaia di milioni di persone una civiltà molto più grande di quella che avevano conosciuto. Penetrando nella Cina, i preti buddisti diffusero la civilizzazione innanzi a loro. Penetrando in Giappone, insegnarono ai Giapponesi a leggere e scrivere, a tessere e cucire, fino a che i due terzi della popolazione della Terra non ebbero ottenuto livelli di saggezza superiori.

Diffondendosi a ovest, il Dharma entrò nel Medio Oriente e lì presentò il suo messaggio di “ama il prossimo tuo” e di generale carità nei confronti della vita. E le parabole di Gautama Buddha vennero riformulate, con l’apporto di alcune differenze e aggiunte, per essere diffuse nuovamente ad ovest come Cristianesimo. Ed oggi, l’intera civiltà occidentale giace sotto l’influsso magico, anche se a un livello intellettuale inferiore, degli insegnamenti del Dharma.

Siete liberi di trarre le conclusioni che desiderate, circa la vera creazione della religione su questo pianeta e dell’effettiva struttura che su cui poggiano le Chiese cristiane. Il nostro solo interesse, qui, risiede nel fatto che la religione sia fondamentalmente un insegnamento filosofico designato a migliorare la civiltà in cui essa viene insegnata.

Pienamente sostenuto dai precedenti rappresentati dagli insegnamenti di tutti questi secoli, uno Scientologist ha più diritto di definirsi prete, ministro, missionario, dottore in divinità, guaritore tramite fede o predicatore, di qualsiasi altro uomo che nel mondo occidentale porti le insegne della religione. E ricordate che sono i precedenti a regolare l’opinione delle moltitudini e delle nazioni.

Perché dovrebbe, Scientology, allearsi con la religione o usare la parola religione in connessione con la sua filosofia?

Le ragioni sono moltissime. Tra queste c’è il fatto che una società concede agli uomini di chiesa un accesso che non viene dato ad altri. Prigioni, ospedali e istituzioni, come pure coloro che li dirigono, non possono far altro che dare il benvenuto agli uomini della chiesa.

Ora stiamo parlando di qualcosa che è più di un semplice vantaggio o della tutela della legge. Stiamo parlando, in verità, di un’impellente necessità. Ho infatti tra le mani un documento, che uno dei nostri auditor mi ha scritto, riguardante una donna che era rimasta priva di sensi per tre mesi in seguito a un incidente. Suo marito era disperato e desiderava che uno Scientologist facesse quello che era in suo potere affinché sua moglie riprendesse conoscenza.

Lo Scientologist lo fece e ottenne progressi eccellenti, mettendo semplicemente in comunicazione la donna tramite la pressione delle mani. Anche se non era in grado di parlare, poteva tuttavia esprimersi e reagire e fare persino dei mock-up. La terribile condizione del suo corpo migliorò e quando stava per ritornare al mondo del linguaggio e dell’azione, il medico incaricato dell’ospedale che, a seguito dell’insistenza del marito, aveva fino allora di malavoglia permesso i colloqui tra lo Scientologist e la paziente, vedendo il miglioramento, assalì lo Scientologist e gli proibì di toccare la paziente o di andarla a trovare o di avere più niente a che fare con essa, anche se non riusciva a trovare niente, nel caso, che non fosse un miglioramento e malgrado non fosse avvenuto alcun fatto di qualsiasi tipo che non fosse un miglioramento.

Lo Scientologist venne allontanato dall’ospedale e poche settimane più tardi la donna, ricadendo nell’apatia dell’incoscienza, morì. Non accuseremo il dottore di omicidio. Possiamo solo accusarlo di ignoranza e di barbarie, poiché noi, oggi, viviamo in un mondo che nella migliore delle ipotesi è, per quanto riguarda le usanze sociali, una società barbara. Quelli che dichiarano di guarire, spesso e volentieri, vivono allo scopo di incassare. Quelli che sono incaricati dei folli sono, essi stessi, di poco migliori dei loro pazienti. Viviamo in una società in cui armi e meccanismi di controllo spaventosi e terribili sono all’ordine del giorno, però manca di molti dei benefici costituiti da compassione, pietà e carità.

Se noi, in Scientology, avessimo da offrire solo l’arma di una conoscenza migliore, se non possedessimo tecnologie, se non fossimo in grado di far star bene nessuna persona (a parte offrirle saggezza e speranza), potremmo comunque prendere ciò che sappiamo della vita e, con quel messaggio, potremmo esercitare un’influenza ampia e incontenibile sulla civiltà dei nostri tempi. Poiché ogni messaggio portato avanti, che infonda speranza ad un popolo non può che riflettersi in un miglioramento della sua cultura.

Ma noi abbiamo più che un messaggio. Abbiamo più che una manciata di assiomi e di spiegazioni del comportamento. In questo anno 1954 abbiamo dei procedimenti che, anche quando praticati sui gruppi, producono in blocco uno stato di beingness che 2.500 anni fa pochi eletti cercavano a tentoni. Abbiamo più padronanza dei fenomeni della vita di quanta non ne abbia mai avuta prima chiunque altro.

Se dovessimo accettare il ruolo che ci spetta di diritto, se dovessimo portare a termine i nostri insegnamenti e fornire alla nostra cultura questo stato di beingness migliorato, avremmo cambiato quantomeno l’intero schema del mondo occidentale.

Se sappiamo effettuare psicoterapia, non significa che siamo psicoterapeuti. Se sappiamo conseguire una comunicazione migliore negli affari, non significa che siamo dei consulenti d’affari. Forse potremmo ritenerci dei mandatari, inviati in una barbarie dove non ci sono più leggi, che è in possesso di armi troppo potenti per la comprensione di chi le impugna.

In altri tempi ed altri luoghi, quegli uomini (i Buddha) responsabili di quella che la cultura occidentale ritiene la loro religione, denominavano se stessi preti. Non vedo, quindi, nessuna incongruenza nel conferire a coloro che siano ben istruiti e altamente qualificati in Scientology, la laurea di Dottore in Divinità come passaporto per quelle aree in cui c’è bisogno di loro. Solo un ministro barbaro è un “uomo di Dio”. In tutte le religioni illuminate tali uomini sono chiamati “uomini di saggezza”.

Non è mia intenzione dirvi che Scientology sia un’estensione del Dharma, o che le predizioni dei Tibetani riguardanti il mondo occidentale ora si stiano avverando, o che dovreste abbracciare la filosofia asiatica, e neppure che gli sforzi dei Buddha e quelli degli Scientologist siano paragonabili.

Vi sto dicendo questo principalmente perché la civiltà occidentale è estremamente ignorante circa le sue origini e perché questi fatti, a prescindere dalla loro veridicità, sono probabilmente molto poco conosciuti in America e in Europa. E vi sto dicendo questo per far dissipare un po’ della vostra ritrosia e far aumentare la vostra audacia e franchezza per quanto riguarda la società stessa. Nessun accesso vi deve essere precluso, né avreste bisogno di scusarvi, se doveste accettare dalla Chiesa della Scienza Americana o dalla Chiesa di Scientology, una laurea o un titolo per il quale siete qualificati.

La civiltà occidentale è dedita al culto della superstizione, del soprannaturale e persino del miracoloso, così come lo erano altre nazioni tanto tempo fa. L’altro unico suo culto è quello della macchina. In quale altro luogo uomini e donne compassionevoli e competenti potrebbero servire di più, e in quale altro modo dovrebbero denominarsi, se non insegnanti di saggezza?

L. Ron Hubbard
FONDATORE

Questa voce è stata pubblicata in Riferimenti di Ron. Contrassegna il permalink.

37 risposte a Perché Dottore in Divinità?

  1. auditor ha detto:

    PERCHE’ ESSERE UN AUDITOR?
    Perchè un OT SA! Perchè LRH non ha scritto a casaccio.
    Perchè un OT non può fare not-is del fatto che siamo completamente nella merda e se fa not-is,è un’autoinvalidazione tremenda ed un giorno si ritroverà a fare i conti con l’Unico Essere con cui non potrà mai giustificarsi: Se Stesso!!! Dalla mia esperienza personale, ho potuto dedurre che più vai avanti sul Ponte e più di riappropri della tua Energia Vitale o Theta Libero, ma se poi tutta questa Energia Vitale la releghi a curare il tuo “giardinetto col cane”, essa non svilupperà le palle e si turberebbe se i brucchetti andassero a tormentare i fiorellini.
    Ma se questa Energia Vitale la alleni a confrontare e risolvere il male, essa diventerà sempre più forte e strepitosa e tu ti sentirai sempre più libero e i tuoi punti di ancoraggio abbracceranno il mondo e molto spesso sorridi e molto spesso ti senti irradiato di entusiasmo, perchè vedi che puoi essere causa sul male, proprio causa e molto spesso ti dicono che non sei a piombo perchè ti vengono delle esplosioni di gioia e intanto non ti vengono le rughe e al mattino, non importa quanto casino stai maneggiando, stai lì a contemplare la vita, che ti sembra proprio bellissima e……..la mia paga di Auditor???Altissima,preziosissima, ineguagliabile: guadagno sempre più Spazio, sempre più Energia, sempre più Tempo!!!

    • streghetta biricchina ha detto:

      Buonpomeriggio a tutti,
      Ritengo che il mio amico Auditor sia molto molto vicino alla soluzione!
      Ciò che hai scritto caro Auditor è davvero una delle più belle espressioni e spiegazioni del perchè dobbiamo addestrarci. Del perchè è corretto applicare la tech. Ciò che hai è invidiabile, la conoscenza!
      La tua paga è la paga che tutti vorremmo. Brava continua così!
      Potrai sempre contare su di me. :-)))))
      streghetta biricchina

    • Tonhl ha detto:

      E bbbbrava la Nostra “auditoressa”!!!!
      Bella risposta davvero, e molto approrpiata al post!!
      Ciao!!!!

      • auditor ha detto:

        Caro Tonhl, lo so che è dura da confrontare, ma a meno che non creiamo degli Esseri sani e felici e soprattutto competenti, col cavolo che ce la faremo.
        A proposito, la Creatura è spettacolare, avevo ragione io la prima volta che l’ho visto, lui ha un solo problema: E’ CONSAPEVOLE!!! Sai quanti ce ne sono così e che rischiano grosso in questo mondo impazzito?

      • Nicola Lorini ha detto:

        Ce la faremo comunque!
        Gli esseri sani e felici li creaiamo e ne creeremo di più, ma ce la faremo comunque.
        A me, francamente, leggere in questo blog frasi del tipo “col cavolo che ce la faremo” non va granchè bene. Sono frasi fuori luogo e velatamente disfattiste che aiutano solo gli squirrel e SP. Ditevele via email se proprio avete tempo e voglia di scrivere queste cose. Il lavoro è già pesante senza avere cassandre che lo rendono anche peggiore.
        Scusate, ma la penso così. Ci vuole poco a capire quando si è fuori contesto e se non lo si capisce qualcuno lo deve dire.
        Io la penso così e non ho bisogno di repliche al riguardo.

        Complimenti a Etica e Verità, siete semplicemente unici. Leggo anche i blog americano sul soggetto, ma la vostra linea editoriale è francamente superiore.

        Nicola

      • Sergio-08 ha detto:

        Completamente d’accordo con Nico: questo blog sta facendo un lavoro fantastico con le cose che smaschera e pubblica. Io lo so perchè me ne sono servito più volte con successo per aiutare gente che era stata turbata da questi puzzolenti SP. I commenti NON DEVONO deviare da questa linea e spostare l’attenzione su altri soggetti che vanno eventualmente trattati altrove.

    • antonella ha detto:

      bello

    • antonella ha detto:

      bellissimo brava e vero quello che dici.

    • duca di Brianza ha detto:

      Ciao auditor,grandi e sante le tue parole,dalla mia esperienza confermo che quella è la via per arrivare in alto.Sono stato assente per lavoro due settimane ed ho sentito la vostra mancanza.
      Buona serata a tutti voi.

  2. Tonhl ha detto:

    Bellissimo e Thetissimo questo Articolo!!!
    Mamma mia che bellezza!
    Sinceramente avevo già letto questo PAB anni fà, ma rileggerlo ora in nuova unità di tempo (e con un pò di ponte alle spalle!! ehehe) è tutt’altra cosa!!
    Brava Redazione….sempre l’articolo giusto al momento giusto….!! 🙂
    Chissà se i pecorologi, che MAI leggono questo Blog…… leggendo questo PAB si rinsaviscono un pò!!

    • anvedio ha detto:

      Grazie Francesco.
      Abbiamo voluto pubblicare questo PAB per bilanciare con un po’ di Source le montagnole di letame che dobbiamo spalare di continuo per smentire le bugie degli squirrel.
      Infiliamo sempre pezzi di reference di Ron negli articoli, ma ogni tanto è bene mettere delle reference theta per intero per prendere un boccata d’aria buona.
      Le reference di questo tipo chiariscono dei concetti basilari che nella vita day by day dello scientologist, incluso studenti full time, non vengono trattate spesso.
      Inoltre, proprio questo PAB, dovrebbe far capire anche a quegli obnubilati degli squirrel perché Ron sosteneva le Org e quanto fosse necessario essere attivi sulla terza e quarta dinamica, come religiosi ed esponenti di una Chiesa, per essere davvero d’aiuto a chi è nelle mani di certi esperti.
      Ma credo sia troppo sperare che costoro vedano qualcosa oltre la nebbia dei loro overt e motivatori.

      • auditor ha detto:

        Allora Anvedio, mi lasci dire una cosa agli indipendenti: io veramente non sono molto conforme ed in generale faccio quello che mi pare fin dalla nascita. E’ logico pensare che probabilmente per me può essere stata dura stare ad alcune regole, che qualunque gruppo che si ritenga tale deve avere per forza di cose, non per capriccio.
        In effetti può anche essere stato così e probabilmente sono stata anche scomoda, malgrado io fossi molto più una 3a dinamica di tanti conformisti. Poi è successo qualcosa, su un punto preciso del Ponte ed io da lì in poi non ho mai più avuto problemi, sono in grado di rispettare le regole, pur essendo completamente libera, non so come dire….è un dato falso che per essere libero devi diventare indipendente dalla Chiesa…
        Per essere libero devi liberarti dalla tua PTSness, che è tua, non dovuta a ipotetiche o effettive soppressioni. nessuno ti può sopprimere a meno che tu non lo permetta. Altro che fare le vittime e infangare il nome di quel grand’ Uomo di Ron, in nome di non si sa quale sete di giustizia e libertà. Ma per favore!!!gli indipendenti che conosco io, purtroppo non sono dei grandi uomini e lo dico senza acredine o gusto, anzi, se io potessi farei sparire questa guerra che secondo me è causata solo dalla psicosi di pochi, il resto è il solito ciclo delle pecore che vanno dove gli sembra che tira il vento.
        Comprendo benissimo gli staff di Brescia che io conosco e stimo, non è facile digerire di essere stati traditi in modo così ignobile, da persone che erano amiche.
        E’ così brutto il tradimento, sempre, in tutte le aree. Io mi auguro veramente che tutto questo finisca.
        Per Ron, solo per Ron.

  3. antonella ha detto:

    stupenda!
    Il ratto con i suoi non la capisce per niente.

    • auditor ha detto:

      No Streghetta, non conoscevo il tuo motto che hai scritto nell’articolo precedente!!
      eh sì sì sì, qua stavolta Ron potrà contare su di noi!!!

      • streghetta biricchina ha detto:

        E’ un motto che tanti anni fa avevo sul mio cellulare….sai perchè?
        Perchè un giorno avevo deciso di far parte di un gruppo un pò matto…di una montagnola sperduta…li avevo rubato un raggio al sole. Ricordi?
        Da quel giorno avevo capito che non dovevo preoccuparmi, avevo trovato la via della felicità! Scientology. Aveto trovato Ron.
        Da quel giorno non mi sono più preoccupata perchè ero al sicuro. Ero in mani sicure. Non dovevo più avere paura perchè Ron e i suoi dati mi avrebbero sempre aiutata. Così è stato! Da allora per me essere felice è stato davvero semplice. Davvero! :-))))
        Grazie ai dati che con gli anni ho studiato, ho costruito una vita sana e felice.
        Quindi dedicato al mio mio Auditor e a Ron: Don’t worry be happy!

  4. elena ha detto:

    Salve a tutti, volevo che tutti voi sapeste che in questo momento Milano Org è a quota 3 CLEARS fatti!!! Due hanno attestato oggi, uno all’inizio della settimana. Quindi io vorrei che tutti gli uetenti si unissero a me nel fare i complimenti a questo splendido team tecnico, sono in sei e non sbagliano un colpo! Capitanati dal Senior C/S di Classe VIII Annalisa Marinoni!

    Ciao, Elena

    • Nicola Lorini ha detto:

      Complimenti vivissimi! Queste sono le notizie che fa piacere leggere a proposito del creare persone sane e felici e al proposito di farcela.
      Bravi bravi bravi ai membri del team tecnico Milanese. Siete speciali.

      Nicola

      • auditor ha detto:

        Scusa Nicola, non volevo urtare la tua sensibilità, davvero! Capisco il tuo punto di vista, ma secondo me è ora che iniziamo a comprenderci e smetterla di prendercela uno con l’altro. Ti assicuro che sono fortemente motivata contro rathbun e seguaci, ma sono abbastanza consapevole da sapere che perdere la mia energia a prendermela con lui, non aiuterà proprio nessuno. Le cose che sto dicendo, le sto dicendo perchè sono molto in comm col mondo esterno e so quanto di più potrebbe aiutarlo la mia 3a dinamica.
        La mia, non sto parlando della tua, per carità.
        con affetto

      • Nicola Lorini ha detto:

        Non è questione di urtare la mia sensibilità. Non sono fatto di porcellana e non ho problemi di confronto dell’evil, nè le fette di salame sugli occhi.
        Ho solo detto, e lo ripeto: sono frasi fuori luogo e velatamente disfattiste che aiutano solo gli squirrel e SP. Ditevele via email se proprio avete tempo e voglia di scrivere queste cose.
        Su questo soggetto per me i dati stabili sono questi:
        1) noi ce la faremo,
        2) le persone sane e felici le stiamo creando e ne creeremo sempre di più,
        3) squirrel ed SP non hanno la minima scusante, nessuna, nemmeno quelli che hanno avuto guai quando erano sulle linee e nemmeno quelli che si lamentano perché “Rathbun doveva essere buttati fuori prima”,
        4) uno scientologist non dovrebbe accordare la minima particella di ragione a chi critica, attacca e diffama Scientoloigy con intenti distruttivi,
        5) Se ci sono lamentele o lagnanze su “quanto le cose dovrebbero essere migliorate” si dovrebbe andare in HCO all’Org, non qui.
        Punto e a capo. Mi correggano i gestori se sbaglio.

        Nicola

    • Tohnl ha detto:

      MAdonna mia…..o che Macchina da Clear che siete?!?!?!? ahahaha
      COMPLIMENTI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Motoperpetuo ha detto:

      FANTASTICO!ì
      Tre hurrà per i ragazzi di Milano Org e per i tre clear.
      Ne fioriscono ogni giorno in giro per l’Italia vedo. 🙂
      E un miliardo di grazie a Ron ovviamente.

    • antonella ha detto:

      bravissimi davvero

  5. elena ha detto:

    Scusate….e non e’ finita!!!! Ha appena attestato un quarto CLEAR a Milano ed e’ uno staff member!!!! Se eravate in piedi a fare la standing ovation continuate pure ad applaudire!!

    E magari ci sono altre sorprese, chissa’.

    Elena. 😀

    • streghetta biricchina ha detto:

      Braviiiiiii!
      Siete forti. Buon proseguimento!

    • antonella ha detto:

      wow bravissimi good

    • Antonello Fanti ha detto:

      Ragazzi siete incontenibili e irraggiungibili.
      Spero che il team tecnico della mia org, attualmente in training, torni presto a casetta.
      Complimentoni!

      Anto

    • Tohnl ha detto:

      Ma daiiiii!!! ahahahha
      Cioè ma quanti Clear Fate oh!!! Bravissimi BRAVISSIMI!!
      Forza Milanoooooo!!!!
      COMPLIMENTI!!

  6. antonella ha detto:

    Questa è la storia, la storia cadente
    di un personaggio, un pò troppo demente
    Sperava davvero di poter controllare
    i media e gli SP, ma l’han mandato a C………e!
    E tutti i rattini, son proprio felici
    Anche se son nel mezzo, di un monte di feci!
    Osannan le gesta, del lor condottiero
    Le gesta di cui, manco un pazzo và Fiero!
    Lor speran che il Ratto, la Chiesa disperda…
    Ma invece ha rifatto, Figura di M…..A!!!

    Non e’ mia ma di Tohn….
    E’ fantastica quindi copio

  7. Mirella ha detto:

    Scusate, ma devo spezzare una lancia a favore di Auditor. Per Nicola: la frase “col cavolo che ce la faremo” va contestualizzata all’interno dell’articolo e del post e non mi sembra né fuori luogo né disfattista, anzi io la trovo molto theta, lei ci sta dando una spinta a non mollare e ad essere sempre più presenti sul campo con tutte le forze che abbiamo a disposizione. Io l’ho criticata per altri motivi (ed approfitto per scusarmi per i modi bruschi) ma riconosco e le do atto della sua forza prorompente che apre brecce e spacca argini. I suoi post sono immensamente theta.
    Per quanto mi riguarda mi ha fatto riflettere sulla mia indolenza e mi ha fatto tornare in pt sul soggetto dell’aiuto.
    Ce la faremo comunque! (dovrebbe essere in grassetto ma non so fare) non ha molto senso se non c’è chi ha il coraggio di stare di fronte anche a cosa “non” stiamo facendo a riguardo. Forse dovremmo chiarirci meglio la parola “comunque”
    Ultima annotazione sempre per Nicola: lei nei tuoi confronti ha dimostrato grande arc, tu sei stato duro, freddo e severo. Lo so sono (in)validazioni ma ho osservato queste cose e le comunico, sempre che E&V me lo consenta.
    P.s.: scrivo questo post per dire qualcosa anche a me stessa: la mia comm verso Auditor è stata a suo tempo priva di arc e senza arc non si va da nessuna parte

    • Mirella ha detto:

      “Io la penso così e non ho bisogno di repliche al riguardo”. Scusami Nicola, questa frase mi era proprio sfuggita ed ho replicato. Giuro, è la verità, non sto facendo la spiritosa, anche perché avrei replicato comunque ma avrei anteposto le scuse

    • auditor ha detto:

      Cara Mirella, io ti sto ancora aspettando!!Porcamiseria guarda che dicevo sul serio che volevo parlarti in privato, perchè io ti ho duplicato!chiedi ai gestori del blog di mandarti mio indirizzo mail. Non temere, il signor Nicola non mi sposta di una virgola, ci vuole ben altro con me!!!E ricordati che questa “manda a ca…re tutti quanti e vince sempre”!!
      Voglio conoscerti Mirella.
      Arc a Nicola

  8. streghetta biricchina ha detto:

    Ma scusatemi…ancora con questi battibecchi intestini?? Mi sembra che a qualcuno sia davvero permesso di tutto…!
    Rendiamoci conto che il mondo ci legge. Facciamo le persone intelligenti se possiamo. Inoltre sono davvero felice che qualcun’altro abbia duplicato il concetto di ARC.

  9. Mirella ha detto:

    Cara auditor, io avevo autorizzato la redazione a darti il mio indirizzo mail, evidentemente con tutto quello che hanno da fare la cosa è sfuggita. Vedi se riesci ad averlo altrimenti proverò a contattarli io privatamente. Sono imbranata con il pc (e non solo) e non riesco a trovare il loro indirizzo!

    • auditor ha detto:

      va bene Mirella, chiediamo al mio segretario se ce lo fa avere sto indirizzo.
      Non sei imbranata Mirella, gli imbranati sono un’altra cosa, non sanno niente della vita e di come si maneggia il male….

I commenti sono chiusi.