I nomi dei Nemici di Ron – Parte Quarta

I nomi dei Nemici di Ron – Parte Quarta

“Quando presentate un’immagine di libertà, tutti coloro che opprimono la libertà tendono ad attaccare. Di conseguenza gli attacchi, qualunque sia la motivazione su cui si basano, sono inevitabili. Presentare un’immagine di libertà, tuttavia, è l’unica azione di successo che porti ad un avanzamento, anche se viene attaccata.” 

L. Ron Hubbard (HCO PL del 18 Aprile 1966)

Riassunto dei tre precedenti post:

Nei tre articoli precedenti di questa serie, “I nomi dei Nemici di Ron – Parte Prima”, Parte SecondaeParte terza, vi abbiamo fornito dati e documenti riguardanti Sara Elizabeth Northrun, Ronald DeWolf, Bent Corydon e Paulette Cooper.

Tutta persone ostili a Ron e a Scientology che hanno diffuso falsità su Ron in seguito ritrattato (Nortrup, DeWolf, Corydon, Cooper), ma che sono giunte fino a noi e vengono ancora utilizzate per danneggiare l’immagine di Ron e di Scientology. Un paio di loro avevano anche brigato per mettere le mani su Dianetics/Scientology e sulle proprietà di Ron (Northrup e DeWolf).

La cosa veramente grave è che gli odierni squirrel di Marty Rathbun, mentre si professano “amici di Ron” e “difensori di Scientology”, danno credito a questi SP contribuendo così agli attacchi contro Ron e Scientology.

Prima di proseguire con la galleria dei personaggi che, nei decenni, hanno contribuito alla campagna di discredito contro Ron e Scientology, odierni squirrel compresi, è necessario spiegare l’origine della situazione e la causa del clima che ha dato inizio a questa cosa.

Non è un caso che ad un certo punto Sara Northrup abbia cominciato a causare guai a Ron e abbia diffuso determinate bugie sulla sua sanità mentale e altre amenità simili. Lui stesso, nella conferenza n° 418 del Saint Hill Special Briefing Course datata 16 marzo 1965 “IL PROGRESSO E IL FUTURO DI SCIENTOLOGY”, ha scritto cosa c’era dietro il tentativo fallito di Sara Northrup di impadronirsi di Dianetics; ecco un estratto:

“C’era, per esempio, una certa ragazza che mi aveva lasciato per sempre, giù a Savannah, in Georgia, l’anno prima. E ad un certo punto verso gli inizi di quel…  dell’anno appena prima, sentendo che c’era qualche cosa nell’aria, era saltata fuori e non riuscivo a liberarmene. Non avevo niente a che fare con lei, non ero nessuno, capite.… Quella ragazza, stava facendo il diavolo a quattro per ogni dove e c’erano psicologi dappertutto. I comunisti decisero che ci avrebbero tolto di mezzo e a quel tempo una definizione di persona psicotica era uno che pensava di essere braccato dai comunisti.… Ma quando le cose stavano realmente andando a catafascio…  fu molto interessante che quando mi rivolsi al Dipartimento della Giustizia per quel che riguardava lo stato delle nostre organizzazioni e così via, e diedi loro una lista di più di duecento nomi e chiesi loro di dirmi per cortesia quali di queste persone erano conosciute come agenti sovversivi, replicarono… il ragazzo di J. Edgar Hoover, là… replicò dicendo: ‘No’… disse ‘ti darò indietro i nomi di chi non è comunista. E così non mi potranno incolpare di aver fornito informazioni di stato a chicchessia’.

Ora pensate, bene, dopo tutto questo tempo è molto difficile crederlo. Ma ero io il tizio che… che sentiva fischiare le pallottole. Omicidi, morti improvvise. Sembra quasi… sembra quasi… beh, non so, James Bond in forma più insipida. Salvai una donna che aveva ricevuto elettroshock fino quasi a morirne, ed era così drogata che non riusciva neanche ad aprire gli occhi; avevano cercato di estorcerle un’accusa sotto giuramento per ottenere un mandato di arresto per farmi rinchiudere. Un aeroplano era pronto in un aeroporto per prendermi e portarmi in volo a Saint Louis, per chiudermi in un manicomio dove non si sarebbe mai più sentito parlare di me. Interessante! I due ragazzi che erano stati mandati a prendermi sfortunatamente non erano stati addestrati così bene nella scienza del combattimento come me. È vero! Di tanto in tanto si parla di colpire con il calcio della pistola. Beh, ecco dove avvenne il colpo con il calcio della pistola. Non ricevetti io il colpo con il calcio della pistola. Dissi: ‘L’aria si sta facendo troppo pesante. Non so chi siano i miei amici, non so chi siano i miei nemici, non so niente di niente. Tutto quello che so è che voglio finire il libro che sto scrivendo’, così mi ritirai semplicemente da tutta la scena.

So di avervi lasciato con una sicura impressione che stavano succedendo molte cose di cui non eravate informati, ma posso assicurarvi che stavano succedendo molte cose di cui neanche io fui mai del tutto informato! Tutto quello che so è che avevo indossato correttamente il mio hat, e nel momento in cui mi sono trovato nella mischia indossando il mio hat, vale a dire ‘io sono io’, si scatenò l’inferno, mentre io cercavo di difendere il forte. C’è voluto più della metà di quindici anni per arrivare a stabilire una posizione sicura in modo che quell’hat potesse essere indossato in questa società.”

Alcuni documenti ottenuti grazie al FOIA (Freedom of Information Act = Legge sulla Libertà di Informazione) dimostrano che, a partire dal 1950, anno in cui Dianetics apparve sulla scena, J. Edgar Hoover, l’allora direttore dell’FBI, aveva abbondantemente abusato del suo potere per aver fatto diventare una questione personale il cercare di screditare L. Ron Hubbard al fine di distruggere e fermare il movimento da lui fondato.

Tutto ebbe inizio da una nota sospetta e sinistra. Il primissimo documento trovato negli archivi governativi americani relativo a Dianetics è datato 20 agosto 1950 ed è una memoria scritta dall’Agente Speciale in carica del WFO, l’Ufficio Distaccato dell’FBI di Washington D.C. (WFO = Washington Field Office).

In questa memoria viene annotato che un informatore (l’identità del quale rimane un segreto di stato) mentre era in viaggio per Kansas City, si presentò al WFO per fare rapporto di persona all’FBI sulla Hubbard Dianetics Research Foundation esistente a Elizabeth, nel New Jersey.

Sebbene parti di tale documento siano state abbondantemente annerite (anche se il documento ha più di 50 anni e quindi non ve ne sarebbe il motivo) ciò che è rimasto visibile svela che, dopo aver letto Dianetics ed essersi recato alla Fondazione, l’informatore voleva allertare l’FBI del fatto che “aveva la sensazione che la fondazione potesse in realtà avere scopi sovversivi” e che “poteva essere un mezzo con cui le spie erano in grado di trasmettere informazioni sugli Stati Uniti”.

Il documento rivela che l’unico fondamento per le “sensazioni” di questo informatore era “la crescita a vista d’occhio del movimento in un periodo così critico”, un curioso e infondato sforzo di fantasia che ben riflette l’isterismo esistente durante il periodo della Guerra Fredda.

Per quanto riguarda invece nomi e circostanze, quell’informatore era ben documentato: fornì all’FBI i nomi di tutti i funzionari e personaggi chiave della Fondazione, descrivendo nella maggior parte dei casi da dove provenivano o per chi avevano lavorato in precedenza. Aveva anche annotato che la Fondazione stava aprendo uffici in vari luoghi quali: Washington D.C., Chicago, Los Angeles e New York City.

Il WFO inoltrò questa memoria agli uffici dell’FBI di Newark, Los Angeles, Chicago e Kansas City con una nota in cui faceva presente che non aveva traccia nei suoi archivi della Fondazione e “niente di negativo o derogatorio su L. Ron Hubbard”, cosa che sarebbe presto cambiata non appena l’FBI si mise in moto innescando il suo processo pernicioso per trasformare “lo scrittore molto amato” del lunedì nella “bestia più orrenda” del martedì.

La natura di questo documento è sospetta per alcune buone ragioni.

Prima: c’erano due uffici distaccati dell’FBI a mezz’ora di strada da Elizabeth (quello di New York City e quello di Newark, New Jersey). Se l’informatore fosse stato semplicemente interessato a fare rapporto delle sue “sensazioni” riguardo la Fondazione di Elizabeth, di sicuro avrebbe fatto più senso che si fosse recato in uno di questi due uffici invece che guidare per cinque ore per recarsi all’ufficio di Washington.

Seconda: a parte il fatto che Washington non è esattamente sul percorso che va dal New Jersey a Kansas City, l’informatore fece personalmente visita al WFO invece che telefonare o inviare una lettera all’FBI, che è il modo standard in cui l’FBI di solito riceve simili informazioni.

Ultima: l’informatore, come risulta da un altro documento dell’FBI ottenuto successivamente, non aveva assolutamente alcuna “spiegazione plausibile” per queste deliranti accuse, eppure si sentì in obbligo di intraprendere questi passi fuori dalla norma, deviando dal suo percorso per fornire informazioni dettagliate all’FBI.

Probabilmente questo mistero non verrà mai risolto perché l’FBI continua a tenere secretate informazioni chiave e ha pure distrutto molti archivi riservati dopo l’approvazione degli emendamenti apportati alla Legge sulla Libertà d’Informazione (FOIA) che rendevano tali archivi pubblicamente accessibili dopo il 1975.[i]

Comunque, alla luce di rivelazioni successive riguardanti un programma illegale dell’FBI che calza a pennello con il modello operativo sopra descritto, è molto probabile che queste contraddizioni siano causate dal fatto che l’informatore non fosse in realtà un cittadino preoccupato che passava da Washington per andare a Kansas City, ma piuttosto un agente governativo che si era infiltrato e aveva lavorato nella Fondazione oppure un accusatore anonimo, “creato” dall’FBI per fornire un pretesto al fine di mettere in atto un sistema di monitoraggio intrusivo e raccolta di dati su L. Ron Hubbard e la Fondazione.

Queste supposizioni acquistano un peso ancor maggiore quando esaminiamo il background di Guy Hottel, autore della memoria dell’FBI e Agente Speciale in carica (Chiamato “SAC” da Hoover) dell’ufficio FBI di Washington. Hottel è un personaggio interessante nella storia dell’FBI, visto che aveva lavorato per Hoveer su compiti “molto riservati”.

I documenti ottenuti con la Legge sulla Libertà d’Informazione rivelano che, nel marzo del 1950,  Hottel aveva scritto a Hoover per fare rapporto del fatto che un investigatore aveva recuperato un disco volante caduto nel New Mexico, altri 3 dischi, 3 corpi altri circa 35 centimetri, abiti in metallo e corpi alieni fasciati. Questo documento è divenuto leggendario nei club ufologici. [ii] Divenne anche una “Prova di categoria A” usata dai critici per dimostrare quante falsità e fantasie fossero presenti negli archivi dell’FBI sotto la direzione di Hoover.

Documenti ottenuti in base al FOIA hanno inoltre rivelato che Hottel era stato accusato dal Comitato Nazionale dei Democratici di essersi prestato a sporche manovre durante la campagna presidenziale del 1952, che vedeva schierati il candidato repubblicano Dwight D. Eisenhower e quello democratico Adlai Stevenson, “spargendo la voce che Stevenson era omosessuale”, su richiesta di Hoover che teneva un fascicolo segreto su Stevenson, il quale era apparentemente accusato di “attività sovversive” e che aveva dichiarato falsamente che Stevenson era stato arrestato a causa della sua omosessualità. (A dirla tutta, Stevenson si era anche “guadagnato” un posto negli archivi dei “Deviati Sessuali” dell’FBI).

Quindi, durante la campagna presidenziale del 1952, a causa di queste voci fatte circolare su di lui dall’FBI, l’immagine di Stevenson subì gravi danni e questo contribuì a fargli perdere le elezioni. Dopo che aveva lasciato l’FBI, Hottel si fece intervistare, anni dopo, da una televisione e pubblicamente confermò i rapporti secondo i quali Hoover era un omosessuale non dichiarato, ricattato dai capi mafia per tenere alla larga gli agenti federali.[iii]

Nonostante la completa mancanza di una qualsiasi prova a supporto delle “sensazioni” dell’informatore, il primo documento su Dianetics è sinistro perché Hottel e l’FBI aprirono immediatamente un fascicolo di “contro-spionaggio estero – sicurezza nazionale” (fascicolo n. 105-636) sia su L. Ron Hubbard che su Dianetics. Inoltre, note scritte a mano sul documento rivelano che Hubbard, gli altri funzionari e il personale chiave della Fondazione erano stati aggiunti all’Indice della Sicurezza Nazionale come possibili “sovversivi”.

Queste designazioni causarono gravi conseguenze. Catalogare individui e organizzazioni come “sovversivi” su un indice di sicurezza dell’FBI costituiva un’etichetta estremamente dannosa e pericolosa che non prometteva nulla di buono per gli individui e le organizzazioni dell’era di McCarthy.

Solo un mese prima, il 24 luglio 1950, il Presidente Truman aveva emanato una Direttiva del Consiglio di Sicurezza Nazionale con la quale assegnava all’FBI il compito di investigare nell’ambito dei sovversivi e argomenti correlati. Una volta etichettati come “sovversivi” e messi in una lista dell’FBI, gli individui e le organizzazioni che vi apparivano venivano macchiati in modo indelebile. Erano soggetti a costante sorveglianza e privati dei diritti  fondamentali quali, ad esempio, assunzioni in enti federali, poiché veniva loro negata l’approvazione da un punto di vista della sicurezza.

E questo è esattamente ciò che è successo, a quei tempi, a chiunque era stato identificato come Scientologist. L’FBI aveva disseminato informazioni in ogni parte del governo federale, informazioni che etichettavano gli Scientologist come elementi “sovversivi”, in base a questa fonte speciosa.

La Commissione per il Servizio Civile, l’esercito, l’aeronautica, il Dipartimento della Difesa, la Commissione per l’Energia Atomica e molte altre agenzie governative si basarono su queste false caratterizzazioni da parte di Hoover e dell’FBI per avviare indagini a largo raggio sulla “lealtà” delle organizzazioni di Scientology e degli Scientologist.

Come conseguenza dello stigma di “sovversivi”, gli impiegati federali che erano Scientologist erano sotto costante indagine, guardati con sospetto e soggetti a un trattamento a base di discriminazioni e angherie. Agli Scientologist veniva rifiutata in modo ingiusto, e di routine, l’approvazione da un punto di vista di security e venivano loro negate promozioni. Candidati per posti federali che erano Scientologist non venivano assunti. Le organizzazioni di Scientology e Dianetics erano messe sulla lista nera a causa di questa etichetta peggiorativa e giudicati colpevoli senza nessun processo.

Allo stesso modo, una volta che veniva assegnata l’etichetta dal contro-spionaggio, le organizzazioni divenivano automaticamente prese di mira dall’FBI come colpevoli di “tattiche di disturbo” e la soppressione totale della loro attività diventò la meta finale.

L’ex-assistente della Divisione di Spionaggio dell’FBI, Raymond Wannall, dichiarò sotto giuramento:

“In qualsiasi investigazione di contro-spionaggio ci sono tre obiettivi principali:

Uno: Identificare l’opposizione.
Due: Determinare in anticipo, se possibile, la sua attività.
Tre: Prendere le misure necessarie per assicurarsi che non raggiunga i suoi obiettivi.

Gli scopi del contro-spionaggio sono semplicemente sapere chi sono, sapere cosa stanno facendo e impedire che abbiano successo mettendo in essere pratiche diversive ….” [iv]

Wannall dichiarò che “disturbo, prevenzione, tutte queste attività fanno parte della definizione di contro-spionaggio”.

Anni più tardi, gli americani avrebbero appreso molto di più riguardo alle tattiche utilizzate nel Programma di Controspionaggio dell’FBI , chiamato in codice “COINTELPRO”.

COINTELPRO inglobava svariati programmi di disturbo, furti e irruzioni illegali (in gergo erano chiamati “Black bag jobs”, che significa irruzioni per procurarsi prove in modo illegale), sorveglianza elettronica illegale, diffusione di informazioni denigratorie e false sui leader dell’organizzazione, utilizzo della IRS (Internal Revenue Service,  il fisco americano) per tartassarla con revisioni contabili svolte in mala fede e altri sporchi trucchi usati contro individui e organizzazioni che erano classificati dall’FBI come soggetti da contro-spionaggio e, secondo le parole del Congressional Oversight Committee (Comitato di Vigilanza del Congresso), “per disturbare le persone e distruggere le organizzazioni” o meglio “disturbare e neutralizzare”.[v]

Anche se questo programma di disturbo non fu ufficialmente chiamato COINTELPRO fino al 1956, le stesse tattiche di disturbo erano usate dall’FBI già da anni.

William C. Sullivan, assistente del direttore dell’FBI, dichiarò nel 1975 davanti al Congresso: “Eravamo impegnati nelle tattiche di COINTELPRO per dividere, confondere, indebolire in diversi modi un’organizzazione. Eravamo impegnati in ciò già da quando entrai nel Bureau nel 1941.” [vi]

Uno dei programmi dell’FBI che usava le stesse tattiche segrete fu creato nel luglio del 1950, un mese prima del primo rapporto dell’FBI su Dianetics. Questo programma di disturbo veniva portato avanti sotto il nome in codice di “COMINFIL” che stava per “Communist Infiltration”  (Infiltrazione Comunista).[vii]  Lo scopo del programma COMINFIL era scovare Comunisti che cercavano di infiltrarsi in un’organizzazione.

Indagini svolte dal Congresso negli anni ’70 rivelarono che l’FBI aveva usato questo programma come pretesto per creare un clima immaginario ed esagerato di paura per far credere che i comunisti si fossero infiltrati in un organizzazione, in modo tale che l’FBI stessa fosse legittimata ad infiltrarsi in un’organizzazione e usare innumerevoli informatori mentre conduceva indagini a livello di intelligence che non finivano mai su quelle organizzazioni che aveva preso di mira.

Il programma utilizzava informatori che dovevano convincere i leader di quelle organizzazioni di essere stati infiltrati da comunisti in modo che i leader stessi di quelle organizzazioni si rivolgessero all’FBI dandole carta bianca per investigare e raccogliere informazioni sull’organizzazione. Questo non è altro che un vecchio trucco dei giochi di intelligence, gioco in cui Hoover eccelleva.

Studiosi dei diritti civili hanno determinato che: “I peggiori abusi accaduti negli ultimi trent’anni si sono verificati con le provocazioni fatte sotto copertura dei programmi COINTELPRO e COMINFIL.” [viii]

Indagini da parte del Congresso hanno inoltre rivelato che il programma era distruttivo per i diritti civili e che aveva causato:

  • Una sorveglianza di intelligence su larga scala sulle attività di associazioni lecite, in violazione dei diritti sanciti dal Primo Emendamento;
  • Indagini svolte di routine su cittadini senza una causa plausibile o un ragionevole sospetto di reato, in violazione del Quarto Emendamento della Costituzione americana;
  • Utilizzo estensivo di informatori pagati e senza adeguate linee guida e ispezione di documenti riservati, senza notifica agli interessati, in violazione del Quarto Emendamento; e
  • Uso di tecniche investigative improprie per “scoraggiare” l’associazione e la sua libertà di parola, in violazione del Primo Emendamento.

Alla luce di quanto emerso dalle indagini svolte dal Congresso e le rivelazioni seguenti ottenute tramite il FOIA, possiamo ora concludere in modo sicuro che le Fondazioni di Dianetics e altre organizzazioni legate a L. Ron Hubbard erano uno dei primi e principali obiettivi del famigerato programma COMINFIL.

C’è ancora molto da dire su questa saga da film di spionaggio. Continueremo nel prossimo articolo di questa serie. Concludiamo con qualche considerazione sulla scena odierna.

In questo periodo gli squirrel di Rathbun fanno un gran parlare dell’FBI. Hanno fatto il tifo per loro quando Rathbun si è inventato e ha fatto circolare la falsa voce che l’FBI stava investigando la Chiesa di Scientology. Quando poi è emerso che non era vero (voce smentita dalla stessa FBI), hanno fatto il diavolo a quattro inventandosi una petizione alla Casa Bianca affinché investigasse sulla mancata indagine dell’FBI.

La storia che abbiamo iniziato a raccontarvi rivela che l’FBI era all’origine degli attacchi a Ron e Scientology avvenuti appena dopo la pubblicazione di Dianetics. In un’America psicoticamente maccartista, aveva messo in atto meccanismi aberrati che violavano i diritti umani, molto simili alle pratiche degli anni 90 attuate in Germania dall’amica di Rathbun Ursula Caberta.

Le bugie fatte circolare da un FBI deviata degli anni cinquanta avevano dato il via alla diffusione di una quantità di menzogne e aveva dato lo spunto a diffamatori come la Sara Northrup e gli altri che sono seguiti.

Col passare degli anni e grazie alla tenacia degli Scientologist, l’FBI ha dovuto ingoiare il rospo e lasciar perdere. Chiaro che ora non sono molto entusiasti di doversi scontrare di nuovo con noi.

Anni dopo avevano ideato anche un piano di infiltrazioni e sovversione che condusse all’abolizione del Guardian Office e alla condanna di Mary Sue Hubbard. Ma questa è un’altra storia che racconteremo in seguito.

Come avrete capito, mentre da un lato accusavano la Chiesa di perseguitare i suoi detrattori (litania che accomuna gli squirrel e gli odierni oppositori di Scientology), erano in effetti l’FBI, l’IRS e i loro complici che attuavano azioni persecutorie, salvo poi lamentarsi quando gli scientologist reagivano (e reagiscono) con fermezza ed efficacia ai loro soprusi.

Etica e Verità


[i] Questa distruzione fu fermata dall’autorità giudiziaria solo nel 1980. (citazione dal Quaker Action Committee)

[ii] “The Aztec UFO Symposium”, David Thomas, Skeptical Inquirer, 19 settembre 1998; UPI wire, 14 luglio 1983.

[iii] PBS, Frontline: “The Secret Files of J. Edgar Hoover,” 9 febbraio 1993

[iv] Trial Transcript, Socialist Workers Party v. Attorney General, (S.D.N.Y. 1981) (73 Civ. 3160), alle pagine 7552; 7548-49).

[v] Book 6, pagina 21, Final Report of the Select Committee to Study Governmental Operations with Respect to Intelligence Activities, United States senate, 1976 (hereinafter known as the “Church Committee Report” as the Chairman of the Committee was Senator Frank Church of Iowa).  See also, “Are You Now or Have You Ever Been in FBI Files,” page 169 Buitrago and Immerman. (Evergreen Press 1981).

[vi] Church Committee.

[vii] Church Committee, page 48, Book II, 1950 FBI Manual, Section 87, pages 83-84

[viii] Report of ACLU, FBI Statutory Charter Hearings, Book I at 134 (Senate Judiciary Committee 1978)

Questa voce è stata pubblicata in Squirrel contro Ron. Contrassegna il permalink.

22 risposte a I nomi dei Nemici di Ron – Parte Quarta

  1. Tohnl ha detto:

    Mamma Mia!!!
    Queste cose non le sapevo tutte manco io!
    Mi ricordo bene del passo di Ron quando parla dell’addestramento al combattimento, ma tutto il resto del marasma….dio bono che roba ha dovuto affrontare!
    Se ce ne fosse bisogno e sopratutto se fosse possibile, la mia stima per Ron è ulteriormente aumentata dopo aver saputo queste cose!
    Madonna ragazzi che culo che abbiamo avuto ad avere Ron Che ha fatto tutto questo al posto nostro….per me sarebbe stato inconfrontabile!
    Brava Redazione, brava davvero!
    Via ora vò ad allenarmi proprio nell'”arte del combattimento!” eheheh 🙂
    A stasera!!

    • Sergio-08 ha detto:

      Anch’io molte di queste cose le ignoravo. Tanto di cappello a Ron e a chi ha tenuto duro in tutti questi anni per mantenere ben saldo e disponibile il Ponte. Grazie a voi per questi dati.
      Di certo non c’era nessuno di questi squirrel al lavoro per salvaguardare Scientology. Anzi, gente come Rathbiun e Rinder hanno remato all’epoca e anche ora. Che si vergognino!
      Sono orgoglioso di far parte di questo gruppo di indomiti.

      • Auditor ha detto:

        Anche io sono molto orgogliosa! Sono orgogliosa delle persone che scrivono in questo blog, perchè sono interessate a cosa succede al proprio gruppo e non si introvertono a badare solo agli interessi del proprio giardinetto col cane. Se posso esprimere un successo, sono anche molto orgogliosa della mia famiglia con cui negli ultimi anni ho costruito delle belle cose, magari un tantino azzardate, ma lavorando spalla a spalla abbiamo scavalcato montagne e in PT abbiamo una posizione stabile e…solvente.
        Poi sono orgogliosa di tutte le persone di buona volontà Scientologhe e non, che ogni giorno si prodigano ad aiutare la 4a Dinamica! No Tonhl, non ho bevuto, è che ho finito una seduta molto difficile che è durata 6 ore sul pts rd e siccome il risultato mi è piaciuto tantissimo…oh insomma io vi voglio proprio tanto bene 🙂

      • Tohnl ha detto:

        E chi dice che t’hai bevuto Supernova….?
        Per me sei in perfetto tuo standard!! ahahahah
        11, 11, 11 AUDITORESSE…. NOI VOGLIAMO 11 AUDITORESSE!!!!

  2. antonella ha detto:

    Wow…….
    Incredibile sto SP del cavolo…..
    CHE CICLO MADONNA SANTA…….
    SEMBRA UN FILM DELL’ORRORE……
    INTERESSANTE VERAMENTE!!!!!!!!

    • Motoperpetuo ha detto:

      Sì, è davvero fomidabile. Purtroppo non si parla mai di queste cose e, da un certo punto di vista, lo capisco. Ma, secondo me, è bene che gli Scientologist sappiano cosa Ron e il Management hanno dovuto superare per affermare la libertà di praticare la nostra religione. Ogni tanto Ron cita qua e là nei suoi scritti le battaglie del passato, ma è difficile capire la portata del lavoro fatto se non si hanno tutti i dati. E’ stata una battaglia contro il bank e contro i pregiudizi. COB l’aveva detto quando ha annunciato “La guerra è finita”. Ora comprendo perchè parlava della fine di quarant’anni di battaglie negli Stati Uniti. Aveva parlato dall’IRS, ma solo ora capisco in quale contesto la cosa di inseriva. Conoscevo la storia del maccartismo in america, ma non avevo mai sentito parlare delle persecuzioni congiunte dell’FBI dell’IRS contro Ron e Scientology, né avevo idea che esistesse qualcosa chiamato COINTELPRO.
      Tutto questo mi rafforza sia come Scientologist che nella mia convinzione che gli squirrel hanno proprio l’importanza di un peto controvento. Personaggi senza morale nè dignità come Rathbun e Rinder, o gli italiani Lugli, Minelli, Tidu e compagnia, sono veramente ben poca cosa, meno di una buca nel terreno che non riesce nemmeno a rallentare l’avanzata di Scientology. Anche Caberta, Po, Gardini, non possono avere alcuna influenza davanti alla forza e alla presenza etica di un gruppo come il nostro che ha superato cose inimmaginabili. Le battaglie italiane degli anni 80/90 o quelle francesi, tedesche o russe altrettanto recenti, sono solo dei replay parziali di ostacoli e battaglie ben più grandi che abbiamo superato in epoche in cui non eravamo così grandi, stabili e forti.
      E’ una bella sensazione di stabilità e fiducia, grazie per quel che fate. Aspetto in ansia i prossimi lavori e spero di poter contribuire a tutto questo in qualche modo.

  3. antonella ha detto:

    MARTY VAI AD IMPAGLIARE LE SCOPE CHE E’ MEGLIO

  4. Luigi ha detto:

    Perbacco che lavoro professionale di documentazione ! Complimenti !
    Tempi duri e bui.
    In Italia nel suo piccolo ricordo tempi in cui fu cancellato il G.O. …ero presente a Milano. Non molto dopo ricordo una irruzione di decine e decine di carabinieri o poliziotti partiti credo da Bologna che irruppero a Milano. Scene stile film con persone interrogate con la lampada puntata in faccia e roba simile , come se fossimo i peggiori criminai . Invece eravamo e siamo persone che vogliono aiutare se stessi e gli altri verso una vita ed un modo migliore. Evoluzione non rivoluzione … Che dire .. non ci hanno fermato allora , non ci hanno fermato dopo e non ci fermeranno certo ora. Davvero è stra ammirevole pensare cosa è riuscito a fare LRH nonostante questi colossali nemici , costituendo tutta la infrastrutura legale e difensiva .
    E cosa è riuscito a fare e sta facendo RTC e COB con OSA , IAS e tutto quello collegato.
    In questo contesto Ratto Burn e pecorology .. bahhh meno che nulla !

    • anvedio ha detto:

      Grazie Luigi.
      Infatti lavoriamo tenendo presente quel che Ron dice riguardo l’essere rpofessionali in tutto quel che si fa, e non fare mai nulla da dilettanti. Il dilettantrismo lo lasciamo agli squirrel. :-.)

  5. Enrico marchesini ha detto:

    Siete veramente bravi e accurati, e queste informazioni sono davvero preziose per chi desidera una quadratura veritiera di come stanno realmente le cose!!
    Complimenti!!
    Bella notizia:………..
    Sono sulla Nave, posto fuori dal mondo e ogni volta che ci vengo e’ una esperienza mai uguale e unica. Il capitano e’ KSW in persona e ha una quantita’ di ARC per ognuno da farti sentire quasi ovattato…
    Ieri alla graduation hanno attestato ben 9 OT8 !!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Alla faccia della sopressione, AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH!
    DI CUI 3 ITALIANI E DUE SONO IN DIRITTURA FINALE!!!
    AH AH AH AH AH!!!!!

    ML

    • antonella ha detto:

      Mii 9 OT 8 Fantastico…….

    • anvedio ha detto:

      Bella storia Enrico.
      Per favore mandaci qualche dato in più su queste attestazioni su eticaeverita@hotmail.it.

    • anvedio ha detto:

      Confermo, gli italiani sono: Manuela V., Nicoletta D. e Luisa L.
      So anche chi sono quelli in dirittura d’arrivo, ma lasciamoli arrivare. 🙂

    • Tohnl ha detto:

      Via, son tornato ora a casa dopo tutto il giorno d’allenamento e cena dopo…..machèssègrullo!!
      Torno e vedo…9 OT8 attestati….no spè, NOVE OT8 hanno attestato questa settimana? Madonna mia e che è! ahahaha
      E le pecore? Ho sentito che in settimana hanno attestato:
      – Un Putrif (belli sudici e via!)
      – Un roundown delle droge (si, ma quelle che si sò sparati nella week)
      – Un FPRD (False Product RounDown) così i prodotti overt possono avanzare
      – Un CCRD…quasi, perchè a un certo punto è cascata la linea e s’è spento Skype.
      – Uno ha fatto i gradi 0,1,3,4 (il 2 non lo fanno)
      – OT3 in 10 min (c’era minelli aveva 10 minuti e s’è letto il dato squirrel,e poi la silvia kusada dopo gli ha fatto la verifica e dice è tutto ok, anche se tidu dice che senza skype non può verificare per bene secondo lui)
      Tutto rigorosamente standard tech 100% come da bravi pecoroogy amici della caberta, di ortega “landotrepalle”, della pòpò e ovviamente anche di Ron, ma che scherzi!

      Grande Enrico!!! grazie delle news!!!! E salutami la Marina…che un la sento più per mail…(ma che gli è arrivata l’ultima che gli ho mandato?)

      Bònaaa!

  6. Tommaso R. ha detto:

    WOW, 9 OT 8!
    Nella mia non breve storia di Scientologist non ho mai sentito di 9 attestazioni di OT 8 in una settimana. Eccezionale.
    Un degno epilogo dopo la lettura di questo appassionante articolo. Sessant’anni fa Ron combatteva per la nostra libertà contro forze preponderanti, oggi diamo in senso a tutto questo duro lavoro facendo OT in quantità mentre la Freewinds cambia il volto di intere comunità con le sue campagne.
    Ne è valsa la pena davvero. E vale la pena affossare questi viscidi squirrel che vorrebbero (illusi) vanificare tutto questo. Vergogna!

    Tommy

  7. Black Swan ha detto:

    Conoscevo a grandi linee questi dati ma non così nel dettaglio: ottimo lavoro!

    Avevo visto a un event di un 13 marzo di un po’ di anni fa anche un video bellissimo che mi piacerebbe rivedere che spiegava questi retroscena.

    Leggendo l’articolo, mi è venuta in mente la “petizione alla Casa Bianca” che Marty & Co. hanno fatto, dove una delle lamentele è proprio che l’FBI non ha investigato a dovere su Scientology.

    Se fosse un profano a dire questa cosa, sarebbe lo stesso un’azione soppressiva, ma da ignorante. Vorrei fare presente che sia Rathbun che Rinder hanno lavorato per anni su questioni esterne della Chiesa ad alti livelli e quindi, è logico supporre che i dati delle infiltrazioni e attacchi dell’FBI fin dai primi anni di Dianetics siano loro più che noti.

    Quindi sono doppiamente SP e infami, perché consapevoli che l’FBI ha dato filo da torcere spargendo dati falsi.

    Sperano forse che qualche SP succube di quel pervertito di Hoover sia ancora attivo e porti a compimento il lavoro che Hoover non è riuscito a fare?

    Rathbun, LA GUERRA E’ FINITA e di certo non per merito tuo.

    RIPOSA IN PACE

    • antonella ha detto:

      Caro Black sono andata a guardare,quelli dell’fbi di allora sono tutti morti,l’ultimo a gennaio 2011…Quindi ora non ci sono piu’.
      Non credo che nell’FBI di oggi ci sia ancora qualcuno che segua Hoover o Maccarty.
      I tempi comunisti sono finiti da un po’ negli USA…..
      Quello che vedo e’ che Marty vuole ritornare in guerra….
      Ma la guerra con l’IRS e’ finita nel 1993 e non c’e’ piu’
      MARTY sta cercando di tonare al passato,scommetto che e’ andato personalmente a parlare con l’fbi…..
      MARTY!!1
      THE WAR IS OVER THE WAR IS OVER …
      E tutti gli Scientologist presenti all’Event erano superesultanti….
      Noi non vogliamo la guerra con l’fbi,cia,Interpool e IRS
      In realta’ non la vorremmo neanche con te ei tuoi seguaci…
      Ma visto che rompi dobbiamo attaccarti
      Il nostro target principale comunque, e’ sempre e solo la pseudoscienza chiamata PSICHIATRIA e il BANK REATTIVO!!!!!!
      Marty rinnovo l’invito vai ad impagliare le scope di saggina,ah portati i lugli ,minelli,marzabotto,amodeo,ecc ecc

    • Etica e Verità ha detto:

      Black Swan, quel video del 13 marzo l’ho visto anch’io. Veramente bello, ne faremo un articolo per i prossimi giorni perché è quanto mai pertinente.

      Davide

  8. Nicola Lorini ha detto:

    Avvincenti e affascinanti la nostra storia e le nostre battaglie. E’ un bene che questi dati siano conosciuti, c’è troppa ignoranza sul nostro passato. Conoscere queste cose ci permette di collocare il fenomeno degli degli squirrel nella giusta luce. Sono una cosa da poco davanti a tutto questo. COB ha fatto la sua parte per mantenere Scientology nella giusta carreggiata ed è solo da ringraziere per il lavoro che ha fatto e che sta ancora facendo.
    Grazie alla redazione per questo fantastico lavoro.

    Nico

  9. Humpty Dumpty ha detto:

    Grande articolo che aumenta di molto la comprensione di varie cose, come ad esempio perché LRH aveva messo certe domande mirate nel PTS check ….. era questione di sopravvivenza per il gruppo, visti gli scherzetti che l’FBI faceva infoltrando agenti.

    Conoscere questi dati “collaterali” è molto importante anche per avere la piena comprensione come mai LRH ha dovuto scrivere certe policy e penso che ogni Scientologo dovrebbe conoscerli. Si tratta della storia del nostro movimento.

    Grazie per il lavoro che state facendo!

I commenti sono chiusi.