Alto tradimento!

Alto tradimento!

«Un’organizzazione, le sue parti o un individuo attraversano vari stati di esistenza. Se questi stati non vengono affrontati correttamente, portano al declino e alla miseria, alla preoccupazione e alla morte. Se li si affronta correttamente, ne deriveranno stabilità, espansione, influenza e benessere.»

L. Ron Hubbard

Con queste parole di Ron apriamo un filone che ci aiuterà a fare molta chiarezza nella confusione che evidentemente impera nella mente di tutte quelle persone che hanno abbandonato Ron e i propri principi per unirsi a un piccolo gruppo di traditori e che stanno cercando, con le loro parole e i loro atti confusi, di coinvolgere altri nella loro caduta libera.

La capacità di riconoscere la condizione in cui ci si trova oppure la condizione in cui qualcun altro si trova costituisce le fondamenta dell’Etica. Il brano che abbiamo riportato sopra viene infatti dal libro di Etica: è il paragrafo di apertura del capitolo “Le Condizioni Stati Operativi”.

Quando una persona non riconosce le condizioni e non ne applica correttamente la formula, otteniamo esattamente quel che Ron ci dice sopra: declino, miseria, preoccupazione e morte. E di preoccupazione ne vediamo tanta nelle parole sempre più convulse degli indipendenti e dei pochi e sparuti squirrel che hanno tradito il loro patto con Ron e con se stessi e che proseguono nella loro vita indirizzata alla miseria e al declino cercando di seminare morte su qualsiasi cosa tocchino.

E stiamo parlando di alto tradimento, una condizione che hanno fallito di riconoscere e di applicare su se stessi e che viene ereditata come condizione da chiunque li spalleggi e lasci entrare nel proprio universo le loro sciocchezze.

Ma non si tratta unicamente di alto tradimento verso il gruppo, bensì, innanzi tutto, di alto tradimento verso se stessi.

Questi disperati, che ogni giorno lavorano intensamente alla propria autodistruzione, hanno mancato di riconoscere e applicare la giusta condizione di tradimento in un particolare momento della loro vita e da allora è iniziata la loro pazza corsa verso l’oblio.

Vediamo di nuovo cosa ci dice Ron: “La cosa successiva da sapere è che l’applicazione corretta della formula giusta funziona. Funziona, indipendentemente da quanto ottusamente venga applicata, purché venga impiegata la formula giusta e i passi vengano eseguiti nella sequenza esatta“.

Ora vediamo perché gli squirrel, noti e meno noti, i loro simpatizzanti e fiancheggiatori sono partiti da una condizione di alto tradimento e perché la mancata applicazione della formula corretta li trascina verso il basso, verso confusione.

Nei loro articoli infarciti di menzogne e sciocchezze che neanche loro sono più in grado di distinguere, questa gente si dibatte nel disperato tentativo di infangare il buon nome della Chiesa e dei suoi leader autentici. Gridano allo scandalo, sono preoccupati (notate il primo ingrediente che Ron ci descrive prima), parlano di declino e di situazioni miserevoli e di morte.

E’ molto facile vedere che la loro condizione è bassa , guardate il livello di tono!

Ma vediamo un po’ meglio la condizione di tradimento. Ron dice: “Tradimento è definito come infedeltà verso la fiducia che è stata concessa”. Tutte queste persone, i Lugli, i Minnelli, le tre B – Benz (non è la Mercedes), Berti e Baldi, gli Zini, i Bolivar, le Kusada, i Facchinetti, i Rathbun, i Rinder e i pochi altri sparuti che gracchiano di tanto in tanto, hanno aderito in un certo punto della loro vita al codice di uno Scientologist, dopo di che lo hanno violato clamorosamente e hanno mancato di risalire la condizione.

In un gruppo, una persona che, dopo aver accettato un posto, non sa che lei è una certa beingness, assegnata o designata, è in una condizione di Tradimento nei confronti del gruppo” – LRH

Badate bene, Ron ci dice che la persona “non sa” di essere una certa beingness, in pratica non sa più chi è. La condizione è peggio di nemico perché il nemico, quello che attacca Scientology direttamente, quello che da sempre è stato contro Ron e contro la nostra espansione, sa benissimo di esserlo, è dichiarato e non c’è nulla di nascosto in merito alle sue intenzioni e alle sue mete: vuole che Scientology sparisca.

Ma gli squirrel e i traditori (leggi indipendenti) sono partiti da una condizione peggiore: loro alimentano il nemico, gli forniscono cartucce, sono i suoi servitori e i suoi adulatori, pronti a correre al suo servizio non appena chiamati. Hanno bisogno del nemico per essere qualcuno perché loro NON SANNO PIU’ CHE COSA SONO!

Il traditore è qualcuno che opera nascostamente, anche da se stesso! Non sa più da che parte sta ed è sul ciglio del baratro, pronto a piombare nella confusione più totale.

Vediamo la definizione di tradimento presa dal dizionario inglese MacMillan. Tradimento: “il crimine di aiutare i nemici del tuo paese o di cercare di distruggere il governo del tuo paese”. Ora che cosa stanno cercando di fare Rathbun e i suoi disperati accoliti? Stanno lavorando con i nemici del gruppo e stanno cercando di rovesciare il management della Chiesa. Chiaro e limpido, esattamente da manuale!

Vediamo il dizionario italiano Gabrielli: Tradire: “usare frode e inganno nei confronti di chi si fida; venir meno alla fiducia, a un impegno, a un obbligo contratti”. Vediamo l’etimo di tradire: “dal latino tradere che significa “consegnare”.

E’ evidente costoro hanno consegnato i loro amici nelle mani dei nemici, hanno consegnato i materiali di Scientology nelle mani di chi non avrebbe mai dovuto averli e che li utilizza per danneggiare le persone, hanno consegnato SE STESSI nelle mani del proprio caso, hanno abbandonato ogni controllo di sé e del proprio futuro, lanciandosi verso il declino, la preoccupazione, la miseria e la morte e stanno cercando di trascinare altri sprovveduti insieme a loro.

Ma torniamo a Ron: “Tradimento è definito come infedeltà verso la fiducia che è stata concessa“.

Un nemico lo si combatte, un traditore invece non ha il coraggio di combattere apertamente, è in una condizione più bassa e può avere qualche efficacia nella sua beingness di traditore solo nella misura in cui noi gli concediamo fiducia. Se sappiamo che è un traditore e ci guardiamo bene dal berci le sue fandonie, non HA ALCUN POTERE.

Ricordiamoci che la condizione di tradimento ha a che fare con la beingness. Rileggiamo quello che ci dice Ron: “In un gruppo, una persona che, dopo aver accettato un posto, non sa che lei è una certa beingness, assegnata o designata, è in una condizione di Tradimento nei confronti del gruppo“.

Non possiamo riconoscere un traditore dai suoi atti, perché sono nascosti. La condizione di tradimento riguarda la beingness, riguarda ciò che la persona è diventata.

Il tradimento è innanzi tutto nei confronti di se stessi. Queste persone si stanno convincendo ogni giorno che il loro tradimento è giustificato e cercano a gran voce motivazioni e giustificazioni sempre più incredibili e si “fingono vostri amici per trasmettere un po’ di declino, preoccupazione, miseria e morte anche a voi!”

Questo è tutto ciò che hanno da offrire a se stessi e agli altri. Osservate di cosa parlano: morte, situazioni allarmanti e preoccupanti che neanche loro riescono a credere, declino dovuto a malattia e miseria economica. Protestano per il fatto che la Chiesa e gli Scientologist stanno prosperando, stanno raccogliendo più benessere, si espandono.

In pratica facciamo quel che ci dice Ron sempre nella stessa reference sulle condizioni quando parla degli stati di esistenza: “Se li si affronta correttamente, ne deriveranno stabilità, espansione, influenza e benessere”.

Guardate la differenza: da una parte abbiamo preoccupazione che sprizza da ogni singola parola, da quest’altra abbiamo stabilità e influenza. Da una parte abbiamo malattie, litigi, rancori, dall’altra abbiamo benessere e capacità di influenzare positivamente le altre persone. Da una parte abbiamo declino e miseria, dall’altra espansione.

Ron parla chiaro: “Le formule per queste condizioni sono quelle che, a quanto pare, regolano la livingness“.

Fino  a che costoro non risaliranno la condizione di tradimento sulla prima dinamica e sulle altre dinamiche non potranno far altro che scivolare sempre più in basso, verso la confusione più nera.

Ron dice inoltre: “Un fatto fondamentale di cui bisogna rendersi conto, è che le formule delle condizioni esistono. Costituiscono una parte integrante di qualunque attività di quest’universo, ed ora che sono conosciute bisogna attenersi a esse… La cosa successiva da sapere è che la conoscenza delle formule comporta la responsabilità di usarle. Altrimenti si potrebbe essere accusati di suicidio premeditato! Perché queste sono le formule. E funzionano come per magia.

Applichiamole, riconosciamo i traditori e i nemici e assegniamo loro la condizione corretta! E prepariamoci a prosperare, ad aumentare la nostra influenza ancora di più!

(Grazie a Giovanni, autore di questo bel post) 

Etica e Verità

Questa voce è stata pubblicata in Squirrel: Apostati, Squirrel: Le Loro Statistiche. Contrassegna il permalink.

47 risposte a Alto tradimento!

  1. Sergio-08 ha detto:

    D’accordo al 1000 x 1000 con quanto scrivi. Soprattutto su:

    “Un nemico lo si combatte, un traditore invece non ha il coraggio di combattere apertamente, è in una condizione più bassa e può avere qualche efficacia nella sua beingness di traditore solo nella misura in cui noi gli concediamo fiducia. Se sappiamo che è un traditore e ci guardiamo bene dal berci le sue fandonie, non HA ALCUN POTERE”

    Combattono solo usando bugie. Alterrando i fatti e facendo copia-incolla di dati fuori contesto (vedi video di Pastore).per dare informazioni sbagliate. “Fortuna” che il loro pubblico è composto solo da nemici di Ron e persone disaffected, già ininfluenti per le nostre attività.

    Complimenti a Giovanni per l’articolo.

    Sergio

    • Salvo ha detto:

      E’ vero. Danno sempre una falsa rappresentazione delle scena con dati alterati e falsi.
      Ad esempio anche la chiassata dei due voltagabbana di ieri sera (Andrea-Freemen e Paola-Freestar) che hanno annunciato pubblicamente la loro “indipendenza”.
      Peccato che in Org circolava già da novembre un ordine di etica su di loro perchè erano connessi a squirrel e un paio di staff avevano già fatto rapporto da mesi e mesi sulle loro attività squirrel. Ovviamente nel frattempo facevano finta di niente e contattavano scientologist per i loro affari privati. Ora hanno fatto l’annuncio, quando già la Chiesa li aveva etichettati e qui erano già stati smascherati.
      Un po’ come Umbertto e Marina, che si erano già fatti”audire” dalla Kusada mesi e mesi fa, poi si erano fatti C/Sare dallo squirrel maximus Fallinetti e ancora facevano finta di nìente scrivendo con pseudonimi (Patrick e Charlotta mi sembra) sul blog degli squirrel. Poi anche loro si sono “rivelati” dopo che erano stati sputtanati. Un bel 1.1 vero?
      Insomma gente che cerca di dare false rappresentazioni della verità per portare scompiglio. Traditori inaffidabili insomma. E visto che parliamo di siciliani, gente vigliacca come questa, che agiscono come dei buscetta, se invece che attaccare un gruppo etico come Scientology, si comportassero così con la mafia, li avrebbero già trovati incaprettati.
      Gente inaffidabile e falsa.

      Salvo

      • antonella ha detto:

        O come la Patrizia Novara e coniuge

      • Gio Grillo ha detto:

        Bell’articolo, e di fatto la scena che Salvo descrive si applica perfettamente.
        Gio Grillo

      • Tonhl ha detto:

        Giusto Salvo…per non parlare della foto palesemente photoshoppata e ritoccata per farli sembrare più “belli”, ma hanno un sorriso così finto che pare una borsa di gucci fatta dai cinesi!!!!

  2. antonella ha detto:

    Che bell’articolo!!!!!!!!
    Rende l’idea della condition,brutta!!!!
    Infatti i nemici sono open,loro non sono spesso cosi’ open!!!
    E poi e’ vero si occupano solo di outpoint,outpoint,outpoint……
    Contenti loro!!!!

  3. Giuseppe Accaro ha detto:

    Articolo molto on-Source e condivisibilissimo.
    La via è quella indicata: riconosciamo i traditori e i nemici, distinguiamoli, son simili ma diversi. Un traditore agisce anche da nemico. Ma il traditore ex-scientologist è peggio e più basso di nemico come condizione. Giustissimo, assegniamo loro la condizione corretta, quella di tradimento.
    Fiorire e prosperare poi è la strada giusta. A proposito, qualcuno mi sa dire com’è andata l’annunciata conferenza di venerdì scorso a Milano? Me la sono persa ancora ma mi piacerebbe avere qualche dato.

    Giuseppe

  4. Auditor ha detto:

    Un mio amico mi ha appena mandato una foto di Ron seduto a capotavola con ai lati due coppie di sposi e tutti gli invitati, sarà degli anni ’70. Carinissimo!!!
    Che due maroni con tutte ste complicazioni ed elucubrazioni traditrici, sarebbe così semplice far andare bene le cose, basterebbe aiutare chi ti passa accanto, audire chi ti passa accanto, dare un bel castagnone a chi ti passa accanto con proposte psicotrope che ti mettono in basse condizioni e fermare chi ti passa accanto e non ti sembra così umanitario. Non sarebbe più complicato di così, se è stato reso complicato è solo perchè ci siamo persi nella giungla della significanza, invece di cogliere quanto è semplice,amorevole e di buon senso il messaggio di Ron Hubbard.

    • Luciano ha detto:

      “Ci siamo persi”?
      SI SONO PERSI!
      Io non mi sono perso proprio per niente. E come me non credo si siano persi in nessuna giungla nemmeno i molti Scientologist SANI ed ETICI che lavorano duramente ogni singolo giorno del calendario, talvolta anche qualcuno in più. 😀

      Luciano

      • Auditor ha detto:

        Dipende da quanto SIAMO effettivamente le dinamiche…se SIAMO, ci siamo persi, se invece ESSI SONO, allora si SONO persi. Comunque non è mica possibile che non si riesca mai ad esprimere un concetto senza che qualcuno vada sulla difensiva. Mica dobbiamo difenderci da nulla, semplicemente si poteva essere un attimino più responsabili, non quelli che erano già responsabili, quelli come me che non lo sono stati a sufficienza, perchè se lo fossimo stati a sufficienza non saremmo neanche qui a scrivere, col bagaglio che ci ha lasciato Ron, non ci saremmo mai arrivati a dover scrivere qui. Di questo ho certezza personale, poi lasciamo stare il Ratto e quelli come lui che esisteranno sempre e che non riesco a trovare giustificazioni suul’essercelo tenuti stretto per 30anni.

      • Luciano ha detto:

        Io mica sono sulla difensiva. 😀
        Preciso solo che io non mi sono perso, pur essendo le dinamiche. Posso farlo o devo sentirni male al riguardo? Il mio essere le dinamiche, include anche loro. E io non mi sono perso nemmeno riguardo a loro, che sono parte di me in quanto dinamiche. Ma loro si sono certamente persi. Senza ombra di dubbio.
        Il fatto che tu stessa scrivi che quelli come il Ratto “esisteranno sempre” spiega già da sé come mai ci ritroviamo qui a scrivere. La salvaguardia di Scientology è un hat che Ron ha indossato da solo per anni e sono orgoglioso, non seccato o annoiato di doverlo fare.
        Quanto al fatto che ce lo siamo “tenuti stretto per 30anni”, non credo che sia corretto. E’ probabile che il Ratto non fosse così trent’anni fa, come certamente non era così neanche David Mayo quando ancora lavorava a stretto contatto con Ron. E probabilmente nemmeno alcuni degli squirrel odierni.
        Credo che una buona spiegazione (non giustificazione) del perché questi sono rimasti in giro per anni sia quello che ha scritto Davide nell’articolo “Com’è potuto accadere” (https://eticaeverita.wordpress.com/2011/08/27/com'e-potuto-accadere/).

        Luciano

      • Ugo Speroni ha detto:

        Completamento d’accordo con Luciano.
        Non sento proprio rimorsi, remore o sensi di colpa, né sento di essere stato poco responsabile per il fatto che ora esistano degli squirrel, ci sono SEMPRE stati. Come dice Ron, anche gli eroi possono avere pidocchi.
        Bene, la scena è quello che è e va semplicemente confrontata. Malumori o patemi d’animo non ne ho e non mi sono perso proprio per niente. Anche se fosse vero che “non siamo stati abbastanza responsabili”, il che può benissimo essere, non mi sento per questo colpevole. Essere responsabili è un conto, colpevoli è un’altra cosa e denota che c’è qualcosa da sistemare.
        Per il resto, so che non sono sempre stato perfetto e che non lo siamo stati nemmeno come gruppo. E allora? Il lavoro rimane comunque da fare, sia per salvaguardare Scientology da questi scarafaggi che per raddrizzare sto mondo.
        Se io non fossi qui a scrivere, probabilmente, oltre al mio lavoro come VM, sarei a scrivere contro gli psichiatri (e ogni tanto lo faccio) o contro le varie Scimionette Pò.
        Se a qualcuno non aggrada affrontare queste cose, può sempre fare altro. C’è talmente tanto da fare.

        Ugo

      • Il Dony ha detto:

        Completo appoggio a quanto scrive Luciano.
        L’identificazione è il meccanismo del bank. Loro sono quello che sono, qualcun altro (la maggior parte) è diverso da loro. Questa è sanità.
        Il fatto di prendersi responsabilità di qualcuno può implicare la responsabilità di fermarlo dal fare azioni distruttive e contro-sopravvivenza sulle dinamiche.
        Vedere la definizione di Responsabilità sul Volume 0, per intenderci.
        Questa gente è totalmente disconnessa dalla realtà, tu parli e loro non ti sentono, come se fossero ipnotizzati. E’ come parlare ad un pezzo di MEST: non c’è una risposta, parli a vuoto, non ti ascoltano. NON VEDONO nient’altro che quello che hanno deciso di vedere: le loro idee fisse.
        Dal dizionario Tecnico: “IDEA FISSA: è qualcosa che viene accettato senza un esame o accordo personali”.
        Sono fusi, in mezzo a qualche implant della traccia intera che li ha assorbiti e li sta divorando.
        Identificano l’espansione di Scientology, i Fondamenti, le Ord Ideali e quant’altro con qualcosa di contro-sopravvivenza! Sono bloccati da qualche parte a combattere con qualcosa che non c’è più e che loro identificano con l’espansione di Scientology.
        Sono bloccati. Guardano le cose solo da quel punto di vista. Hanno un’idea fissa che altera tutti i loro ragionamenti.
        Questa è la verità, ma non ci stanno di fronte, altrimenti cambierebbero e tornerebbero a ragionamenti più sensati e più sani.
        Il Dony

      • antonella ha detto:

        Bel commento il tuo…
        Sì, vedono l’espansione di Scientology come qualcosa che va contro la loro soppravivenza, il che non si capisce il perchè, se non qualche immaginaria perdita di potere o danaro.

      • Il Dony ha detto:

        Ciao Antonella.
        Ma guarda, per me è proprio come è fatto il caso di un SP, proprio come lo descrive Ron tecnicamente. E’ un caso bloccato in un episodio e lui vede tutto da quel punto di vista. E’ bloccato chissà quanto indietro nella traccia del tempo e crede di essere ancora lì, attaccato da chissà quali figure oscure e sinistre che lui “confonde” con chi invece ha davanti nel presente.
        Quindi deve combattere, combattere, combattere, apertamente o nascostamente, per abbattere questo immaginario nemico. Fa niente se nel fare così rompono le palle a chi sta attivamente salvando il Pianeta, e quindi anche le loro chiappe.
        Capisci?
        Sono flippati dall’inizio alla fine. Non c’è un’altra spiegazione tecnica.
        Poi, essendo persone MEST, sono attaccate al potere e ai soldi, e sfruttano chicchessia per i loro interessi personali di apparente sopravvivenza. Anche in questo caso, se prendi il PAB “A proposito del comportamento umano”, Ron ti descrive molto bene la personalità aberrativa e come questa sia attaccata e in sintonia con il MEST ed in che modo si appiccichi alle persone che hanno power. E perché lo fanno.
        E’ una lettura interessantissima, la consiglio a tutti.
        Ovviamente è di marca originale RON, quindi, sai com’è… i nostri cari amici non riusciranno ad applicarla alla loro situazione… eh eh eh….
        Il Dony

      • antonella ha detto:

        Grazie Dony per la tua risposta…
        Mi e’ chiaro che la risposta e’ tutta nella tech PTS/SP e Ethics Specialist course

  5. Alberto Festa ha detto:

    Beh, per certi versi un traditore lo possiamo riconoscere anche dai suoi atti. E’ vero che normalmente sono nascosti o camuffati da aiuto o “spiegazioni logiche”, ma applicando un po’ di data series e sana obnosis, riconosci il traditore anche dai suoi atti.
    D’altra parte, se prima faceva l’amico e ora diffonde entheta, è di sucuro un traditore.

    Al

    • Auditor ha detto:

      Bravo Al, sono d’accordo con te! Sennò è come dover essere in balia degli eventi e non avere nessuna Tech per riconoscere in tempo i Ratti! E col cavolo!!! Oppure sarò stata out io che già 20anni fa il Ratto mi sembrava proprio un cesso e non gli avrei dato due lire, altro che pompa magna!

      • antonella ha detto:

        Ma in che circostanza hai visto Rathbun che io in 24 anni di staff non l’ho mai sentito nominare?

      • Auditor ha detto:

        Ho alcune riviste dove venivano promossi i vari personaggi con tanto di articolo e foto, un articolo veramente lusinghiero quello sul Ratto, nei primi anni 90. Le tenevo le riviste, le ho ancora, perchè ero interessata a sapere da chi eravamo diretti, essendoci qualcosa che non mi tornava. Comunque un conto è il signor Guido e la bassa condizione in cui può essere finito, un altro conto è un Ratto! Ratti si nasce, non ci si diventa in pochi anni. Minimo minimo, una vita intera te la fai da Ratto, comunque non importa, l’importante è non scordarsi mai che ci occupiamo di esseri umani, non di rubinetti o vasi di terracotta e ci vuole un’accuratezza e un cuore in una fascia totalmente fuori dalla norma.

      • Il Dony ha detto:

        Magari hai ancora delle BPC per degli episodi che hanno riguardato te e lui, o almeno è questo che mi pare di capire…
        E’ comprensibile, visto il personaggio che è.
        Purtroppo capita di avere dei parassiti in mezzo alle scatole.
        Fortunatamente, alla fine in Scientology tutto si sistema: la cosa da fare è comunque continuare a lavorare nella disseminazione e nello scopo. E al diavolo ‘sti pezzi d’asino col bottone dell’importanza di sè. Se noi continuiamo con i nostri programmi e le nostre azioni standard, alla fine ‘sti tizi saltano fuori perché non possono sopportare il vero aiuto e la standard tech.
        Purtroppo è proprio vero che è un universo duro, che la patina sociale lo fa sembrare mite e che solo le tigri sopravvivono. Ma più continuiamo ad espanderci, più continuiamo a far conoscere la potenza e la semplicità della tecnologia al mondo, e sempre meno pidocchi avremo in mezzo alle scatole di cui doverci in qualche modo occupare affinché cessino di far del male all’ignaro che non conosce la verità.
        Il Dony

      • Auditor ha detto:

        Togli pure il “probabilmente” Dony, ogni tanto prendo fuoco, nel soffitto faccio un buco, ma per fortuna Davide e Anvedio sono due Santi Uomini e con la loro santa pazienza mi smussano, mi cestinano, mi sopportano, però mi amano!!! Questa è una certezza, altrimenti sarei già stata rinchiusa in un riformatorio!

  6. Ther ha detto:

    Gente pericolosa per sé stessi e per gli altri (quelli ovviamente che non li sanno riconoscere e che si fidano, come giustamente scrive Giovanni nell’articolo).
    Ma se le persone avessero la Tech, che con le Org Ideali si sta diffondendo sempre più e questo li rode dentro, li riconoscerebbero, eccome! Queto è uno dei motivi per cui alterano la vera Tech.
    Inoltre sono pericolosi perché la logica che usano è perversa. Colmano il vuoto di dati con il loro dub-in. Alle 10 sparicsce il barattolo di marmellata, Rat mangia la marmellata alle ore 11, Rat ha rubato la marmellata (sentenza definitiva). E gli altri dietro a pecoroni.
    Come si dice cari squirrel “vi si compra chi non vi conosce”. Ma man mano che li si conosce anche la gente normale penso che se ne accorga.
    Poi dico io, o si crede nel fato, per cui la sfiga è toccata solo ad alcuni, oppure per ogni sfigato, gli altri centinaia che si godono l’Org Ideale e vanno bene usano la Technologia standard e le Condizioni.
    Ma che fondassero il loro sistema di pensiero, Vittomology: se inizio una cosa è va male è colpa di qualcun’altro. Se la praticano fra loro, si incolpano l’un l’altro e quindi, basandosi sulla loro logica (vedere esempio di cui sopra), la colpa suprema e originale è del loro fondatore!

  7. griff ha detto:

    sciortino e la paola:soliti theetie whetie calamità naturali quando erano sulle linee.godetevi ora le mirabolanti imprese di questi eroi della standard tech.sciortino tidu ti audisce nots a 100 euri l’ora no elegibilty.,paola ccrd a 50 euro,2wc ,imboccamento e attesti si fa per dire clear.auguroni.se non ti piace puoi andare negli squirrel degli squirrel su altro blog e li trovi facchinetti resuscitato dalla tomba che ti cssa un misto di vodoo-autostima fai da te(suo libro completamente rubato dalle opere di LRH) falun gong e piu o meno scientology mista david mayo.condoglianze.

    • Auditor ha detto:

      Griff ma te l’ho mai detto che ti voglio tanto bene?

    • Tonhl ha detto:

      Grande Grifo!
      E aggiungerei che se ti fai audire via skype fancazzio ti fà pure gli sconti, e se hai bisogno C/sinc anche in cinese da Fancazzio.
      Amen.

  8. Davide Bighin ha detto:

    Dall’Exec Series 12:

    “FALSO: contrario ai fatti o alla verità, privo di fondamento; scorretto. Privo di significato o insincero; ingannevole. Che non mantiene la parola data. Sleale. Che richiama alla mente un’entità simile o ad esso collegata, e viene identificato con essa.”

    “DISONESTO: incline a mentire, imbrogliare, defraudare o ingannare.”

    “FINZIONE: ragione falsa o pretesto. Una pura messa in scena che non è basata sulla realtà.”

    “TRADIRE: essere sleali o non tenere fede a qualcuno o qualcosa.”

    “SITUAZIONE NON ETICA: azione o situazione, in cui un individuo è coinvolto che sono contrarie agli ideali o agli interessi del gruppo. Azione, situazione o relazione contrarie agli standard, ai codici o agli ideali etici del gruppo o degli altri membri del gruppo. Atto di omissione o di commissione che potrebbe ridurre, o che ha ridotto l’efficienza generale di un gruppo o degli altri membri. Atto individuale di omissione o di commissione che intralcia il benessere generale di un gruppo o che lo ostacola nel raggiungimento dei suoi scopi.”

    LRH – HCOPL 3 MAGGIO 1972RA, L’ETICA E GLI EXECUTIVE

    Perfette nella loro totalità…

    • Motoperpetuo ha detto:

      Citazione azzeccatissima Davide. Ogni singola definizione si applica in questo caso. Ogni singolo individuo del gruppuscolo di squirrel ha tradito, è stato disonesto, è ed era coinvolto in situazioni fuori etica, racconta falsità e finge di essere ciò che non è.

      • Davide Bighin ha detto:

        Grazie Moto.. Tempo fa capii che ero pieno di MUs riguardo la definizione di integrità… “se è vero per me mica è un overt”, “se per me non è un overt, non lo è”, ecc.. ecc… poi mi sono chiarito parola per parola, e ho fatto una plastilina, su ogni singola parola sulla definizione di Situazione non Etica… allora ho capito…. ho capito che in quella definizione c’era il segreto di come si vive e si vince… il segreto dell’integrità, cosa troppo nobile per i rattoidi squirrel del clan dei DB.. 🙂

      • Vinicio M, ha detto:

        Troppo nobile e fuori dalla loro portata. Ormai sono psicoticamentre fissi nella loro battaglia markabiana guidati dal loro guru. 😀

        Vinicio

    • Tonhl ha detto:

      Bravo Davide bella citazione, azzeccata,pertinente ed illuminante!! 🙂

      • Carla ha detto:

        Caro Tohnl, illumina te perchè vuoi vedere. Ma non porta alcuna luce in quei cervelli obnubilati dall’odio e dagli overt. Son fuori valenza come cani che miagolano.

        Carla

      • Tonhl ha detto:

        Il cane che miagola è messo bene di nulla….! eheheh

      • Davide Bighin ha detto:

        Carla infatti io su questo blog non comunico mica col clan dei DB… che se ne stiano pure lontani a squirrellarsi l’anima de li mortacci loro…

      • Giovanni Roneo ha detto:

        Giusto. Si scrive per chi può leggere e capire, non per chi altera perfino le parole crociate e non capisce nemmeno i dialoghi tra Qui Quo Qua e Paperino. 😀

        Giovanni

  9. Tonhl ha detto:

    Eccomi tornato da Milano…giornata lunga di lavoro…e pure senza internet!!! ehehe
    Bellissimo quest’articolo, bellissimo ed illuminante!
    E’ proprio vero che le condizioni “esistono” e se non le applichi….sono loro che si “applicano” a te!!
    E difatti stì pecorology schiumanti rabbia, da alto tradiemtno quale sono partiti stanno scivolando in confusione totale! attacco FBI, no caberta, no aspetta ora landotreppale, no la stellina pòpò, no la bugiardini….ecc. ecc. ecc.
    Hanno perso il capo completamente e totalmente e vivono di dub-in e alter-is continui, nel timore che la verità (che in fondo ben sanno quale è) li uccida sul colpo.
    Mamma mia che esistenza di m….a che deve essere…!
    Via ora mi faccio la cena…a dopo! 🙂

  10. truthraider ha detto:

    Ho seguito con molto interesse e divertimento gli ultimi articoli e post. Mi trovo daccordo con Tonh, e spero che non mi arrivi qualche strale da da Leonida! 🙂
    Ma questi davvero la condizione di tradimento non la vedono neanche (dopo essere NATURALMENTE transitati su Nemico e Tradimento) con il telescopio di Monte Palomar e non ci arrivano neanche con l’ausilio di una scala da pompieri! 🙂
    Sono arrivati inevitalmente al capolinea: CONFUSIONE. Se ci fosse, confusione totale espansa.
    Se si osservano le attività, dichiarazioni, contorcimenti “dialettico”-“logici”, una cosa appare chiara, una totale confusione, che non sminusce né giustica, né “motiva” (anzi forse questo si!) i loro atti soppressivi. Critiche, invalidazioni su LRH e la sua tech che non funziona ma che loro sono cosìì capaci di “applicare” alterandola e “migliorarla” rendendola più “funzionale”. Sulle critiche amministrative non mi dilungo, perché vedo che, da quello che ho letto, questi veramente ne masticano davvero poco.
    Leggendo gli ultimi post mi è venuto da pensare a come “appliccheranno” le condizioni. Tipo, fenomeno finale della condizione di tradimento: scoprono che SONO dei traditori! 😉
    O altre “amenità” del genere.
    Per quel che mi riguarda io è ormai da parecchio che ho realizzato che non avrò mai una Scientology migliore di quella che riuscirò ad incarnare in me stesso in termini di applicazione a me stesso ed al resto delle miei dinamiche per creare una vita ed un futuro migliore per me e per il mio prossimo. Questa è stata una scoperta ed una conquista dura ottenuta sbattendo il grugno sulla mia responsabilità per me e per gli altri e sulla responsabilità tremenda che si ha solo perchè si sa. Se Scientology vince, io vinco ed il mondo vince e tutti avranno la possibilità di trarre beneficio dalla sua tecnologia. Se perde, perdo anche io. Ecco perchè ho fatto e faccio ciò che faccio e ad anche questo semplice post è un contributo a mettere un pò di verità nella confusione creata da questi esseri. Come fatto osservare da Marchesini, non vorrei davvero essere nei panni di quelli che hanno compiuto quelle irregolarità finanziarie….
    Ricordate cosa dice Ron in Giornale di Ron 67. cito a mente, l’unica cosa in cui avranno veramente successo sarà nel fermare se stessi.

    • Leonida ha detto:

      Pur non essendo dissociato, m’associo. Niente strali, solo pedate nei maroni ai pecorology. 😀 😀

      Leo

    • Auditor ha detto:

      OH TRUTHRAIDER, CHE COSA BELLISSIMA CHE HAI DETTO…: “Per quel che mi riguarda io è ormai da parecchio che ho realizzato che non avrò mai una Scientology migliore di quella che riuscirò ad incarnare in me stesso in termini di applicazione a me stesso ed al resto delle miei dinamiche per creare una vita ed un futuro migliore per me e per il mio prossimo. Questa è stata una scoperta ed una conquista dura ottenuta sbattendo il grugno sulla mia responsabilità per me e per gli altri e sulla responsabilità tremenda che si ha solo perchè si sa.”
      OH TRUTHRAIDER, ma Tu sei un dono del cielo….ecco Davide, questo è quello che sto tentando disperatamente di dire da mesi…
      Stasera un mio Pc ex “caso osticissimo” ha scritto un’altra cosa bellissima: “il mio confronto è aumentato enormemente e già da un bel pò sono in grado di fare ‘belle strade bel tempo’ col mio caso”. E’ semplice così caro Ratto, a volte si ha un caso veramente poco sociale e socievole da portarsi appresso e da quello non puoi mica tanto disconnettere se è appunto poco sociale. Basterebbe aumentare un attimo il confronto e invece di dare power e accordo al caso, essere senior e se occorre fare belle strade bel tempo. Guarda che la tech PTS-SP funziona…
      OH TRUTHRAIDER, ora non vorrei tu pensassi che mi sento sola o che ho tempo che mi avanza, ma io un amico come Te lo vorrei proprio e mi prenderei anche il tempo di ascoltarlo, secondo me uno così qualcosina da insegnarmi ce l’ha di sicuro!!!

      • Etica e Verità ha detto:

        Beh, bastava che lo dicessi così e lo capivo. 😀
        In fondo e quello in cui credo anch’io.

        Davide

    • Ilario ha detto:

      Bentornato Truthraider. 😀
      Auditor, credimi, anche Truthraider non è uno che ha trovato la pappa pronta. Non ha fatto un percorso tutto rosa e fiori, nè dentro nè fuori dal gruppo. Ha sempre lavorato in prima linea e in zone dove se faceva andare bene le cose lui era ok, altrimenti altri non lo facevano. Ha superato ostacoli stile K2 e dato filo da torcere a parecchi SP. Nonostante questo, col suo modo on-source di vedere le cose, è sempre rimasto coerente e fedele agli scopi che tutti qui condividiamo.

      Ilario

      • Auditor ha detto:

        Uffà Davide non mi veniva così, però ormai è sicuro che io e te la pensiamo idem, altrimenti mi cacciavi.
        Ciao Ilario, però me lo potresti far conoscere questo Truthraider, non è che ne conosco proprio tanti così. Escluso te ovviamente, oltre che Davide, Anvedio, Leonida, Motoperpetuo eccetera eccetera eccetera.

  11. Antonio Fabris ha detto:

    Ragazzi siete troppo divertenti, vi dovevo trovare prima. 😀
    Sto facendo una scorpacciata di articoli (e bellissimi scritti di Ron) ma ce ne sono centinaia. Il senso generale delle cose l’ho capito, ma confesso che in alcuni punti mi sono perso. Il fatto è che non conosco molti dei personaggi della banda del buco, sia quella americana che quella italiana. C’è sul blog un articolo o un sommario tipo “personaggi e interpreti” con una descrizione di chi sono, che han fatto, eccetera?
    Grazier per il vostro lavoro.

    Antonio

    • Auditor ha detto:

      Ciao Antonio, è bellissimo averti qui! Se Davide mi permette ti racconto un pò come è andata…C’erano questi personaggi tipo il Ratto o quell’altro con la faccia da pirla, che nella vita non sapevano che fare, ma gli sarebbe tanto piaciuto avere un posto di comando o essere delle Star e allora un giorno son arrivati tra noi e in qualche modo che non ci tengo a sapere, son riusciti a scalare la scala gerarchica e son diventati due top mngment. Naturalmente non essendo particolarmente dotati nè competenti, ma tenendoci proprio tantissimo al loro posto al sole, ne combinavano di tutti i colori, finchè non ce l’hanno più fatta e se ne sono andati schiacciati dai troppi overt che avevano commesso ai danni di persone di buona volontà. Ma ben presto si son resi conto che nel mondo esterno non riuscivano a cavare un ragno dal buco, essendo uno completamente pazzo e l’atro un PTSssssone con la faccia da patata lessa e allora hanno pensato bene di mettere in piedi un circo di bassa qualità e inturbolare un pò di gente che già era disturbata e PTS di suo e tutti assieme appassionatamente han deciso di drammatizzare il 1800 con le sue guerre di indipendenza. E’ proprio un film in cui naturalmente i protagonisti principali sono il Ratto e la faccia da patata lessa, le altre son tutte comparse, ogni tanto qualcuna di queste comparse ha qualche piccola parte da recitare, ma nulla di più. Prima o poi il film finirà e ognuno si ritirerà nella sua più o meno triste dimora a chiedersi “Ma io chi sono?”. Ecco ora te l’ho riassunta un pò troppo riassunta, la storia in realtà è molto più lunga, psicotropa e avvincente, ma alla fine la morale è sempre quella:irresponsabili all’ennesima potenza.

      • anvedio ha detto:

        Beh, così non da l’idea completa. Prima di scappare questi signori sono stati beccati e rimossi dal posto da Miscavige, che ha dovuto rimediare al guai che avevano causato. Siccome non gli stava bene perdere il potere di cui abusavano, sono scappati. Prima Rathbun ad inizio 2004, mentre Rinder è rimasto ancora un paio d’anni ma è riuscito a causare disastri anche da posti più bassi dell’organigramma. Quando Miscavige lo ha trasferito a UK con mansioni da cui non poteva causare guai, è scappato e ha raggiunto Rathbun.
        Come già scritto recentemente, questi dati li si trova nella sezione “Articoli in evidenza”.
        Leggili Lella.

      • antonella ha detto:

        Che copia ‘sti due deficenti
        ahahahahahah
        Riguardandolo devo dire che è a me sembra più la faccia di un cicciobello malriusciuta e grassa…..

  12. Etica e Verità ha detto:

    Bene amici miei, s’è fatta l’ora di andare a nanna e ho pure sonno. 😀
    Ricordatevi che domani il blog continua su http://www.eticaeverita.org, segnatevelo.
    Buonanotte a tutti.

    Davide

    PS: Visto che domani si cambia piattaforma, voglio far sapere che le stats di EV su WordPress sono in affluence e anche sul nuovo sito, sebbene non ancora inaugurato ci sono già centinaia di visualizzazioni di pagina e decine di singoli visitatori solo in un giorno 😉
    PPS: Inoltre nonostante vari sabotaggi (segnalazioni di abusi fasulle per bloccare le amicizie) e le critiche cavillose di tal Guido, in poche settimane anche EV su Facebook ha già centinaia si amici.

I commenti sono chiusi.