Anatomia di un fallito

barbone

«Le persone cominciano sempre con delle mete. Spesso falliscono. Quando hanno fallito abbastanza spesso, smettono di pensare al futuro e cominciano a preoccuparsi per il presente. Quando il presente elargisce loro alcuni fallimenti, cominciano a preoccuparsi per il passato. Finiscono “fuori dal presente”.»

L. Ron Hubbard
(Manuale per i Preclear)

Una persona entra in Scientology, ha una grande meta: diventare libero e aiutare gli altri, poi scende a una serie di compromessi con la propria integrità su una o più dinamiche e alla fine si rende conto di aver fallito, ripetutamente. Comincia a preoccuparsi del presente, ma non risolve e nemmeno confronta le violazioni al Codice d’Onore in cui è già coinvolta.

Anzi, molto probabilmente, ha una serie di mal comprensioni di fondo sulla tecnologia dell’Etica e sulle condizioni e perciò non si rende nemmeno conto che una delle sue dinamiche, mettiamo la seconda (l’esempio naturalmente non è a caso), è scesa in una condizione decisamente bassa in una particolare area e non vi pone rimedio con la giusta energia. Non sta di fronte al problema. Comincia ad avere altri problemi, magari fisici oppure di soldi (neanche questi due esempi sono a caso).

(Per continuare a leggere clicca qui)

Questa voce è stata pubblicata in Squirrel: Apostati. Contrassegna il permalink.