Conosci te stesso – parte terza

in cima alla montagna

«L’Homo sapiens è solo un pelo sopra il MEST, solo un sottilissimo pelo al di sopra. Piuttosto deprimente. Egli sta tirando avanti sulla prima dinamica; ha preso l’abitudine di andare in giro a dire: “Io non sono, non sono. Io non sono. Non sono. Sì non sono”, e così via. “Beh, non ci riesco tanto bene, ma hm…” e “Che cosa ne pensi?” e “Mi approvi?” e “Mi dai il permesso di sopravvivere?” e così via. E sta semplicemente andando in giro continuamente creando questa attività a livello di zero. E qualcuno che passa di là all’improvviso gli dice: “Io sono” (o qualcosa del genere). E la gente dice: “Mamma, che presuntuoso che è! Oh-oh. Hih! Hih! Invalidiamolo! Annientiamolo! Uccidiamolo!” perché è probabile che scombussoli lo zero. E questo zero è talmente facile da scombussolare…»

L. Ron Hubbard
(Conferenza 19 maggio 1952 “Beingness”)

Nei due articoli precedenti abbiamo visto quanto sia importante conoscere la Prima Dinamica e agire per mantenerla in ottimo stato al fine di avere la possibilità di farcela nelle dinamiche successive (vedi Conosci te stesso – parte primaeparte seconda).

Abbiamo anche visto che la vera prima dinamica comincia a 8 sulla Scala del tono e che da 4 in giù stiamo parlando di sopravvivenza dell’organismo. Abbiamo anche visto che un thetan, in quanto essere spirituale, può considerare di essere qualsiasi cosa, anche niente oppure MEST, e nel brano di apertura riportato sopra, Ron chiarisce molto bene quale sia la condizione attuale dell’Homo Sapiens.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.