Al centro dell’aberrazione – parte quinta

bambole di pezza

«Uno psicotico non sa che cosa sta succedendo nel suo ambiente, e non sa che cosa sta succedendo dentro di lui. E’ tutto sconosciuto e perciò non è osservabile – non viene osservato. Non sa che cosa sta succedendo dentro di lui e non sa che cosa sta succedendo a lui, e non sa che cosa sta succedendo dove si trova, e non sa che cosa sta succedendo di fronte a lui o dietro di lui in qualsiasi momento del giorno o della notte.»

L. Ron Hubbard
(conferenza del 17 agosto 1961 “Rudimenti, Valenze”)

Concludiamo questa mini serie che ci ha fatto scoprire molte cose nuove e interessanti sull’argomento delle valenze.

Nei quattro articoli precedenti abbiamo visto la definizione completa di valenza (vedi Al centro dell’aberrazione – parte prima), abbiamo visto in che modo il thetan usa una valenza (vedi Al centro dell’aberrazione – parte seconda), abbiamo visto perché una valenza è così difficile da modificare (Al centro dell’aberrazione – parte terza) e abbiamo visto che cosa blocca una valenza in posizione (vedi Al centro dell’aberrazione – parte quarta), ora ci dedicheremo a capire perché avviene tutto questo.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.