Là, al centro del silenzio… (Parte terza)

bimba riflessa nel vetro

«Una persona connessa a una persona, cosa o gruppo soppressivi drammatizzerà un “non poter avere” o un “overt dell’imposizione di avere”, su di un’org o su membri dello staff. (…) Il fatto tecnico è che una persona PTS è diventata tale perché la persona soppressiva si è rivelata soppressiva privando l’altra persona delle cose che questa voleva o imponendole delle cose che questa non voleva. La persona PTS drammatizzerà questa caratteristica, come reazione alla soppressione.»

L. Ron Hubbard
(HCOPL 12 Maggio 1972R “Personale PTS e finanze”)

Vediamo che quando una persona ha subito l’influenza più o meno prolungata di un’altra persona (non necessariamente un vero SP) che agiva da soppressore, drammatizzerà sugli altri “non poter avere” e “imposizione di avere”.

E’ il PTS che lo fa; lo fa nel presente, anche se non ci fosse proprio nessuno che lo sopprime effettivamente.

E’ una cosa brutta quella che fa, perché diventa un tentativo di sopprimere.

Da questo si può definitivamente stabilire che il problema è il PTS, non l’SP.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.