Altri nodi vengono al pettine – parte seconda

nodo al pettine

«Quando presentate un’immagine di libertà, tutti coloro che opprimono la libertà tendono ad attaccare. Di conseguenza gli attacchi, qualunque sia la motivazione su cui si basano, sono inevitabili. Presentare un’immagine di libertà, tuttavia, è l’unica azione di successo che porti ad un avanzamento, anche se viene attaccata.»

L. Ron Hubbard
(HCO PL 18 febbraio 1966 “Attacchi contro Scientology”)

Nell’articolo di ieri Altri nodi vengono al pettine – Prima parte , abbiamo cominciato a raccontarvi la storia di una campagna mediatica contro Scientology iniziata con un bruttissimo articolo de La Stampa scritto dal giornalista Massimo Numa il 4 novembre 2009; il giorno dopo la Chiesa di Scientology di Torino ha denunciato per diffamazione il giornalista e il direttore del quotidiano.

Parallelamente alla denuncia, è stato presentato un esposto all’ordine dei giornalisti del Piemonte contro lo stesso Massimo Numa . Canis canem non est , cane non mangia cane, come si usa dire e, com’era prevedibile, i colleghi di Numa hanno dato il via ad un minuetto salva-giornalista.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Questa voce è stata pubblicata in Squirrel e i Media. Contrassegna il permalink.