Ancora nodi al pettine col Narconon – parte seconda

germoglio

«Qualunque psicosi, nevrosi o malattia è fragile, per quanto minacciosa possa sembrare. Esse possono prosperare solo nella menzogna.»

L. Ron Hubbard
(HCOB 19 maggio 1960 “In che modo l’aiuto divenne tradimento”)

Riprendiamo la storia dell’articolo Ancora nodi al pettine col Narconon – parte prima pubblicato ieri riguardo al tentativo di far chiudere un Narconon con una pretestuosa e incosciente ordinanza sindacale fortunatamente sospesa dal TAR (Tribunale Amministrativo Regionale) del Piemonte il 14 aprile 2011.

I retroscena vedono coinvolti un consigliere regionale, di nome Eleonora Artesio, che ha rivelato l’esistenza di pressioni sul Comune di Villafranca d’Asti, basate su imprecisate notizie giornalistiche e altre oscure vicende non specificate. A sua volta la Artesio sembra abbia ricevuto pressioni dal gruppo dei soliti voltagabbana di cui faceva parte anche la Maria Pia Gardini.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Questa voce è stata pubblicata in Maria Pia Gardini, Martini/Simonetta Po, Squirrel: Apostati, Squirrel: Strategie. Contrassegna il permalink.