Una goccia di sanità – parte terza

goccia d'acqua su fiore giallo

«E se non avete commesso troppi atti overt nei suoi confronti, l’universo è un posto molto comodo in cui trovarsi. Ma naturalmente, se avete commesso troppi atti overt nei confronti di cose di questo genere, continuate a venir bruciati, incarcerati, dati in pasto all’Inquisizione Spagnola, scagliati nella rivoluzione, macinati nel tritacarne … sapete, cose di questo genere. E la responsabilità che ci si assume dell’area in generale, determina in quale misura quell’area può punirvi. L’universo è un luogo in cui è perfettamente possibile vivere. E’ sconcertante per alcune persone il fatto di essere fatte a pezzi così tanto, in questo universo, questo, naturalmente, perché non sono in grado di stare di fronte ai propri overt.»

L. Ron Hubbard
(Conferenza 3 gennaio 1960 “Creare e stare di fronte”)

Dicevo nella puntata precedente, che la strada che porta a una maggiore libertà e potenziamento della propria energia vitale, passa attraverso una VERA presa di coscienza del proprio operato.

Responsabilità non è una condizione meccanica; è “ l’abilità e la volontà di assumere la condizione di piena sorgente e causa per tutti gli sforzi e contro-sforzi su tutte le dinamiche”.

Quindi, se è un’ abilità e implica la presenza della volontà, se ne può dedurre che migliorare la propria attitudine alla responsabilità richiede esercizio.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.