La grande estate continua

FLAG

«Favorire il progresso di sé e di tutte le dinamiche verso la sopravvivenza assoluta

L. Ron Hubbard
(HCO PL 1 ottobre 1967 “Usi delle Organizzazioni”)

Il problema di chi non ha capito la natura e l’importanza del gioco che si sta giocando è l’ignoranza del ruolo delle “Org” di Scientology. Nell’HCO PL sopraccitata, “Usi delle Organizzazioni”, LRH dice in modo semplice e chiaro il modo corretto di “usare” un’organizzazione, cioè per “Favorire il progresso di sé e di tutte le dinamiche verso la sopravvivenza assoluta”.

Lo “spettatore”, il parassita, il protagonista fissato sulla prima dinamica, i lamentatori, cioè quelli che alla fine lasciano tirare il carretto agli altri e se ne vanno mugugnando, non lavorano per conseguire questo scopo.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Pubblicato in Statistiche delle Org

Un’estate fantastica

FLAG

«Che cosa potete fare allora con l’entheta? Lo ignorate. Lui non ignorerà voi, ma — chi l’avrebbe mai detto? — se lo ignorate, sparirà. Ed è cosi. E’ così. Dove sono quelli che ieri ci attaccavano? Ne arrivano altri e a loro volta crollano. Peccato.»

L. Ron Hubbard
(PDC 19 gennaio 1953)

Eccoci di nuovo! Alcuni ci hanno scritto per chiedere se eravamo in ferie. Non eravamo in ferie, ma stavamo facendo qualcosa di meglio delle ferie, molto migliore e non è ancora finita. Smile

Quelli che sanno cosa sta accadendo in queste settimane (non le notizie distorte dei soliti fabbricanti di menzogne) può immaginare benissimo con che cosa siamo alle prese. Quel che sta accadendo in questa estate 2013 è elettrizzante e coinvolgente.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Pubblicato in Statistiche delle Org

Il libro delle menzogne

Lawrence Wright

«I giornalisti sono impermeabili a tutto. Arrivano sul cadavere caldo, sulla partita, a teatro, sul villaggio terremotato e hanno già il pezzo incorporato. Il mondo frana sotto i loro piedi, s’inabissa davanti ai loro taccuini e tutto quanto per loro è intercambiale letame da tradurre in un preconfezionato compulsare di cazzate sulla tastiera. Cinici? No frigidi.»

(Carmelo Bene)

Lawrence Wright è quel “genio” del giornalismo che lo scorso gennaio, senza riguardo per la verità, ha raccolto senza verificarle una vagonata di menzogne e informazioni inattendibili riguardo Scientology e ha compilato un libercolo spazzatura dal titolo “Going Clear – Scientology Hollywood e la Prigione della Fede” che ha la pretesa di raccontare l’ennesima “verità giornalistica” su Scientoloyg.

Wright è il tipico giornalista che vive sulle disgrazie della gente e, nel 2007, ha vinto perfino il premio Pulitzer scrivendo un libro sui retroscena dell’attentato dell’11 settembre 2001 alle Torri Gemelle, facendo tra l’altro una bella pubblicità a Osama bin Laden.

Utile alla società come tutti i giornalisti della sua specie, cioè praticamente nulla, il buon Wright è andato a scovare tutte le fonti più screditate sul soggetto, includendo, ovviamente, Marty Rathbun, Mike Rinder, Tony Ortega e compagnia cantando, per riesumare stupidaggini già ampiamente smentite in mille occasioni.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Pubblicato in Squirrel e i Media

La volpe e l’uva

la volpe e l'uva

«nondum matura est, nolo acerbam sumere.»

Tradotta letteralmente, significa “ non è ancora matura, non voglio mangiarla acerba”.

Questa frase è tratta dalla famosa favola, attribuita a Esopo, de «La volpe e l’uva»: la volpe, non potendo raggiungere il suo obiettivo (l’uva), piuttosto che ammettere la propria incapacità preferisce disprezzare il frutto.

“Fare come la volpe con l’uva” significa, metaforicamente, reagire a una sconfitta sostenendo di non aver mai desiderato la vittoria, o disprezzando il premio che si è mancato di ottenere. Una volpe, dopo aver sognato di raggiungere un grappolo d’uva, si sveglia accorgendosi che quel grappolo esiste davvero. L’animale affamato tenta con grandi balzi di staccare il grappolo ma ogni sforzo è vano. Constatando di non poterla raggiungere, esclama: “tanto è ancora acerba!” La morale: è facile disprezzare quello che non si può ottenere.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Pubblicato in Statistiche delle Org

Risultati versus critiche

cavallo bianco

«Scusatevi per le mie policy e il pubblico se ne starà lontano in massa. Non è una questione di superstizione. Il pubblico vuole Scientology di marca Ron e non compra altre marche. In tredici anni, ogni ufficio squirrel, disaffezionato o critico, è fallito miseramente.
Chi dice: “Nella maggior parte dei casi siamo d’accordo con Ron, però…”, vede il pubblico solo di spalle, non in volto.»

L. Ron Hubbard
(HCO PL 27 dicembre 1963 “La “magia” del buon management)

Non so se ci avete fatto caso, ma gli squirrel, senza eccezione, anche quando dicono di essere dei “veri amici di Ron”, sono sempre critici verso di lui.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Pubblicato in Statistiche delle Org

Un messaggio da Laura

Laura Russo

Nota della Redazione

Le bugie hanno le gambe corte. Gli squirrel tentano di spacciarsi per Scientologist e a volte traggono in inganno persone in buona fede che non sospettano le loro vere intenzioni. Il modus operandi del critico malevolo, categoria di cui ormai fa parte il gruppetto degli squirrel, è sempre quello di trarre in inganno atteggiandosi come persone “ragionevoli” che vogliono “aiutare”. In realtà il loro vero intento è sempre quello di danneggiare, di tratte in inganno, di causare turbamenti.

Ormai il giochetto è conosciuto e non inganna più nemmeno i neofiti, come testimonia questa lettera che Laura ci ha chiesto di pubblicare.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Pubblicato in Squirrel: Strategie, Testimonianze

Simonetta Po e i gruppi di facciata – Dianetics

scimmia

di Beatrice

Parlare di squirrel, di Simonetta Po o dei gruppi “antisette” ormai è la stessa cosa: praticano tutti la stessa attività di disinformazione sistematica e tutti sono mossi dagli stessi malcelati impulsi malvagi.

In particolare la Simonetta Po, in relazione a Scientology, applica di norma il doppio standard o meglio una doppia morale. Cosa poco corretta da parte di una che si definisce ricercatrice e che, da un lato critica gli antisette, mentre dall’altro si comporta esattamente come loro. Per dirla con Lattazio, predica bene e razzola male.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Pubblicato in Martini/Simonetta Po

Lavoro e risultati, tutto il resto è noia

cavalli bianchi

«Oggi abbiamo le risposte riguardo il perché degli “squirrel”. Conosciamo il motivo dei loro overt contro Dianetics e Scientology. Tecnicamente, con overt-withhold e i fenomeni dell’aiuto, non solo li comprendiamo, ma possiamo anche porre rimedio alla loro insicurezza e al loro odio, a loro esclusivo beneficio.»

L. Ron Hubbard
(HCOB 27 maggio 1960 “Caro Scientologist)

Alla fine quel che conta sono i risultati, le cose fatte, i traguardi raggiunti, il progresso verso le nostre mete. Parafrasando il Califfo: tutto il resto è noia.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Pubblicato in Statistiche delle Org

Essere le dinamiche – parte seconda

org di Padova

INVALIDAZIONE-AVVALORAMENTO

«La via d’uscita è la via che passa attraverso. Per uscire dal proprio corpo, non lo si rinnega, non lo si abbandona, né ci si oppone ad esso… non ci si allontana dal corpo combattendo. No, in un certo senso la persona ci si incatena ogni volta che cerca di farlo. Non cerca di abbandonare la terza, la quarta, la quinta, la sesta, la settima e l’ottava dinamica per svignarsela da esse. No, questa è la via che porta in basso: abbandono, contrattacco, rifiuto, eccetera. Quello che bisogna fare è elevarsi ad un livello di tale potenza rispetto a tutte queste cose, elevarsi ad un livello tale per cui  si è in grado di controllarle con successo. Solo quando le si può controllare tutte con successo, le si può ignorare. Se non si è capaci di controllarle, si possono considerare ancora… si possono considerare pericolose. Quindi, se le considerate pericolose non le potete controllare, capite?»

L. Ron Hubbard
(
Conferenza 20/11/1952 “Proc. Creativo-rompere  l’accordo fra il Pc e le leggi naturali”)

Mi sento ispirata a scrivere questo articolo, riguardo un fattore molto importante in relazione alle leggi della vita, a causa del  fatto che di recente non ho bilanciato bene la forza e l’intelligenza nell’occuparmi di una situazione, e mi sono ritrovata attorcigliata attorno un palo.

La gestione di successo di qualsiasi dinamica, come ci insegna Ron, non si ottiene con l’abbandono, il contrattacco e il rifiuto.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Pubblicato in Varie

Un OT al giorno leva lo squirrel di torno

Flag graduation

«L’odio di una persona dipende, per la sua sola forza, dall’amore per quella persona, precedente all’odio. L’odio persiste, ma prende forza dall’amore.»

L. Ron Hubbard
(Creation of Human Ability)

Vi chiederete perché abbiamo aperto con questa bellissima frase di Ron e con la stessa immagine che abbiamo messo due articoli fa. Presto detto.

Ogni volta che pubblichiamo articoli sulle buone notizie dei ragazzi che si stanno addestrando a Flag per l’Organizzazione Avanzata Italiana, o sull’apertura di Org Ideali o sul fiume di Clear e OT che attestano, ci sono dei poveracci che mugugnano e ringhiano.

Gente che amava così tanto Ron e Scientology che ora, dopo vagonate di overt, non trovano di meglio che odiare.

Dopo che abbiamo pubblicato l’articolo “Fa bel tempo, piovono OT, c’è stato un tale che ha scritto “Vogliamo vedere le statisticheeee!!! Quanti erano gli OT prima e quanti sono adesso? Non ci fanno vedere le statistiche! Gnè gnè gnè grrrrrrr…”.

(Per continuare a leggere clicca qui)

Pubblicato in Statistiche delle Org, Successi